La linea 1080 è la compagna per l’allenamento quotidiano di New Balance maggiormente orientata alle “prestazioni”. Ma quando si parla di una scarpa per l’allenamento quasi perfetta, come lo è stata la New Balance 1080v10 dello scorso anno, a volte troppi cambiamenti non sono visti di buon occhio.

La New Balance 1080 v11 è una scarpa da ginnastica neutra e spessa ed entrerà a pieno titolo nella linea New Balance tra i modelli più venduti dei prossimi anni.

L’ultima edizione della Fresh Foam 1080 ha ricevuto piccoli aggiornamenti che migliorano la vestibilità e la rendono una delle scarpe da ginnastica di alto livello per chilometraggio elevato disponibili dai primi mesi del 2021.

Una sensazione morbida, una corsa fluida e una calzata simile ad un calzino rendono le New Balance Fresh Foam 1080v11 una delle migliori scarpe da corsa oggi sul mercato.

Sappi che non ti posso spoilerare tutto subito altrimenti interromperai la lettura e correrai immediatamente a comprarle. Invece dovrai acquistarle solo una volta letto l’articolo e compreso se queste possono rivelarsi le scarpe ideali per te e per il tuo piede.

A proposito ti starai chiedendo chi sono? Sono Davide Ferro, un ex corridore professionista e appassionato di running dalla testa ai piedi o, se preferisci, dalla punta al tallone. Ho percorso più o meno 70 chilometri con le 1080v11 e sono pronto per raccontarti vita, morte e miracoli di queste calzature.

Pronti, partenza, via!

Test delle scarpe da corsa New Balance Fresh Foam 1080v11

La Fresh Foam 1080v11 è in grado di fornire una corsa di allenamento quotidiana solida e ben ammortizzata. Con il suo profilo aggressivo, nel complesso, è una scarpa che favorisce meglio i ritmi più veloci piuttosto che quelli più lenti. Non le ho trovate altrettanto piacevoli a ritmi di recupero più bassi rispetto ai ritmi più spinti e alle corse quotidiane più veloci. A ritmi più lenti mi sembrano leggermente ferme e goffe, in particolare al tallone. Ma questa è solo l’impressione di un corridore che ha indossato decine e decine (volevo dire centinaia ma resto umile) di scarpe da running nella sua vita.

Questa gamma mi ha fatto apprezzare ancora di più la linea 1080 come un tuttofare in grado di assecondarti in tutto ciò di cui avrai bisogno. So che stai per chiedertelo ma no, per il caffè ancora non sono attrezzate.

Fresh Foam 1080 v11 si è rivelata una delle scarpe da running più apprezzate del brand americano e che si distingue per la sua grande ammortizzazione. In questa nuova versione, pur mantenendo alcune delle sue migliori tecnologie, si è rinnovata con lievi modifiche per essere ancora più leggera, flessibile e reattiva e renderla una delle migliori opzioni per l’allenamento quotidiano e, perché no, anche per la competizione.

Se stai cercando una scarpa da allenamento affidabile e ben ammortizzata, la 1080 v11 è un’ opzione da considerare assolutamente.

Caratteristiche tecniche

  • Marchio: New Balance
  • Modello: V11
  • Tipologia: Ammortizzata
  • Peso:  263 grammi
  • Drop: 8 mm
  • Famiglia: New Balance 1080

Caratteristiche generali

La buona notizia è che la 1080v11 rappresenta fondamentalmente la stessa scarpa dell’edizione 1080v10 tranne per un cambiamento più importante che vedremo fra poco. La tomaia dell’avampiede è stata modificata fornendo più traspirabilità e un po’ più di flessibilità ed è stato rimosso il materiale più spesso e denso nella parte centrale del piede a favore di quel logo New Balance in rilievo che funge da supporto per la parte centrale dell’arto inferiore. L’intersuola è ancora la Fresh Foam X davvero rimbalzante con una struttura pesante progettata per agevolare la corsa in avanti e termina con una buona quantità di gomma per trazione e durata. L’unica grande differenza è la coppa del tallone 3D che è stata ridisegnata e diventa di nuovo polarizzante. Alcune persone odieranno questa modifica e ameranno quella precedente mentre altri preferiranno questo nuovo design ma è difficile fare una disamina generalizzata al riguardo.

Sul piede, la scarpa appare molto comoda e la tomaia sembra adattarsi abbastanza facilmente a larghezze variabili. Mi piace decisamente il puntale migliorato e più traspirante che consente un maggiore flusso d’aria durante la corsa. Fresh di nome e di fatto.

Mi piace anche la riduzione di materiale nella parte centrale del piede a favore di un nuovo supporto che favorisce la stabilità laterale. La Fresh Foam X ha un’ enorme quantità di ritorno elastico ma è bilanciata con solidi livelli di ammortizzazione.

Suola

new balance 1080 v11

La suola è praticamente invariata rispetto alla v10 nel design. Sembra che i tasselli anteriori siano leggermente più separati l’uno dall’altro, il che penso si traduca in un piccolo tocco di morbidezza aggiuntiva anteriore e anche la flessibilità in punta di piedi è qualcosa che potrai semplicemente percepire durante la corsa.

La gomma blu posteriore è più solida di quella anteriore verde acqua ma solo leggermente.

Un anno fa ho lodato la v10 per l’utilizzo di una gomma più morbida e per avere abbastanza intagli di flessione per rendere la scarpa un solido equilibrio tra trazione, durata e flessibilità, e da lì non è cambiato nulla. Non ci sono punti deboli nella suola e ha un sacco di grip. Non ho mai avuto problemi di scivolamento e di attrito su determinate superfici.

Intersuola

new balance 1080v11 blue

Anche l’intersuola rimane apparentemente in gran parte la stessa della v10. Stessa Fresh Foam X, stessa altezza della pila, stessa geometria. L’intersuola sulla 1080v11 è composta da 27 mm di Fresh Foam X, progettata a forma di C molto pesante. L’FFX fornisce un sacco di ammortizzazione pur essendo anche molto reattiva. In queste scarpe l’intersuola appare altamente bilanciata.

Ho sentito chiaramente che il modello v11 era leggermente più morbido con un tocco in più di risposta, specialmente sull’avampiede. Anche la sensazione dalla metà del piede alla parte posteriore era leggermente più morbida. Tutte queste “sottigliezze” si traducono per me in una sensazione leggermente meno dura e che sposta la v11 in un intersuola dal design più “confortevole” per chi ama andare un po’ più veloce.

Tomaia

running shoes new balance 1080v11

La tomaia è Hypoknit di New Balance con elasticità a zone progettata per una migliore adattabilità. La maglia è molto simile a quella dei v10 ma sembra un po’ più sottile. La tomaia del mesopiede è densa e leggermente rigida con una linguetta sottile ma densamente e adeguatamente imbottita che tende comodamente verso il mesopiede. Dove i tessuti a maglia flessibile danno il meglio è nella una tomaia a basso volume, che avvolge saldamente i piedi. Quindi, nel complesso, la tomaia appare altamente elastica, flessibile e voluminosa.

I lacci danno l’impressione di essere un po’ meno elastici rispetto al modello dell’anno scorso.

La tomaia, come detto, è un hypoknit ingegnerizzato con elasticità a zone. Presenta una grande sovrapposizione a ‘N’ su ciascun lato della parte centrale del piede. Sul retro c’è un UltraHeel leggermente imbottito che si allarga ed è piuttosto morbido e flessibile. All’inizio avevo un po’ di scivolamento del tallone ma dopo pochi chilometri il problema non si è più ripresentato. La linguetta leggermente imbottita è a soffietto e si trova in basso sulla caviglia.

Pro e contro delle New Balance Fresh Foam 1080v11

Pro

La Fresh Foam 1080v10 dell’anno scorso è stata una scarpa fantastica. Fortunatamente, New Balance non l’ha cambiata troppo drasticamente con gli aggiornamenti relativi alla 1080v11.

Sono tornate, infatti, invariate rispetto alla precedente edizione la graditissima intersuola e la suola che abbiamo imparato ad adorare.

Sembra essere leggermente più reattiva alle velocità più elevate a discapito delle corse più lente ma questa è una mia sensazione.

Con un tocco di leggerezza e un comportamento energico, Fresh Foam 1080v11 è l’ideale per le lunghe corse del fine settimana. Non dà la sensazione di essere velocissima il giorno della gara ma è ottima per una corsa costante a ritmi moderatamente veloci.

La tomaia in mesh ingegnerizzata Hypoknit si adatta a un’ampia gamma di forme del piede. 

Questo Hypoknit da la sensazione di avere più spazio di manovra nell’avampiede. Ciò consente alle dita dei piedi di flettersi e divaricarsi appena prima della fase di stacco.

Una serie di sette segmenti di alette della suola in gomma soffiata contribuiscono alla sensazione di guida di livello premium. Ciò fornisce un’ampia trazione e consente una flessibilità conforme. Questo aiuta anche a mantenere il peso complessivo il più basso possibile.

Contro

Ho notato un po’ di dolore al mesopiede sul lato laterale del mio piede sinistro. Penso che sia dovuto alla rigida sovrapposizione della “N” o alla parte del mesopiede che preme sulla parte superiore del piede. Il dolore si è attenuato dopo la mia prima corsa ma temo che ogni tanto possa riemergere. Potrei modificare i lacci e sperimentare con lo spessore del calzino come potenziali soluzioni.

La struttura in plastica dura incorporata nel tallone della scarpa spinge contro la parte posteriore del mio tallone in un modo che non sembra naturale e ogni tanto può dare fastidio. 

Domande frequenti

A chi sono rivolte le New Balance Fresh Foam 1080v11

I corridori che apprezzano le scarpe neutre con imbottitura spessa per l’allenamento ad alto chilometraggio apprezzeranno sicuramente le Fresh Foam 1080v11.

I nuovi corridori, in generale, le adoreranno per la loro vestibilità sicura e la guida confortevole. I corridori di livello avanzato, infine, apprezzeranno la 1080 v11 per la sua ammortizzazione leggermente energica, la sensazione morbida e per la sua stabilità.

Se stai cercando una scarpa da allenamento quotidiano affidabile e ben ammortizzata, la 1080 v11 sarà una buona opzione da considerare.

La nuova 1080 è una scarpa da allenamento ad alte prestazioni e comfort che funzionerà per un’ampia varietà di corridori.

Come calzano le New Balance Fresh Foam 1080v11

La 1080v11 si adatta perfettamente alle dimensioni con un volume interno medio dal tallone alla punta.

La sensazione interna è morbida, accogliente e confortevolissima. La scarpa da la sensazione che il piede sia bloccato grazie alla linguetta a soffietto e alla rete aderente sull’avampiede. La corsa è morbida e un po’ resistente alle velocità più basse ma con un ritorno di energia maggiore quanto più veloce correrai.

L’ampia impronta complessiva della 1080 v11 contribuisce a una sensazione inaspettata di stabilità. Questo potrebbe limitare l’agilità della scarpa se proverai a correre più veloce del solito ritmo, soprattutto il giorno della gara.

Quanto costano le New Balance Fresh Foam 1080v11

Il prezzo ufficiale della nuova scarpa targata New Balance è di 170 euro ma in rete si può riuscire a strappare anche un prezzo leggermente più basso ma difficilmente potrai trovarle sotto i 160 euro, specie ora che sono appena uscite.

Dove comprarle

La soluzione più comoda è quella di acquistarle direttamente dal sito New Balance, da un e-commerce affidabile come ad esempio Amazon oppure in un negozio di articoli sportivi o meglio ancora da running della tua città.

Comparativa con scarpe da corsa simili

New Balance Fresh Foam 1080v10 vs Fresh Foam 1080v11

New Balance ha revisionato il modello 1080 prima di mettere sul mercato la v10. I designer hanno aggiunto un’intersuola Fresh Foam X, una nuova tomaia lavorata a mano e creato un’estetica più aggressiva che la faceva sembrare veloce così come appariva ai piedi.

La 1080v11 non ha stravolto una calzatura che aveva riscosso parecchio credito tra gli appassionati di running.

Invece di apportare grossi cambiamenti, New Balance ha mantenuto molto di ciò che ha reso la versione precedente di successo e ha ottimizzato piccole cose per migliorare la vestibilità.

Un cambiamento evidente è la rete statica attorno alla punta. Il supporto extra nel punto in cui la rete incontra l’intersuola aiuta a contenere il piede un po’ meglio rispetto all’iterazione precedente che a volte sembrava un po’ troppo elastica.

I designer hanno utilizzato un nuovo motivo a maglia attraverso la tomaia ma nel complesso la scarpa non appare molto diversa dalla 1080v10. New Balance afferma di essere stata in grado di togliere circa mezzo grammo di peso dalla scarpa solo cambiando il modello della maglia.

L’azienda ha anche aggiornato l’aspetto del metatarso che mantiene la stessa fascia in rete di prima ma con un aspetto più sottile.

Per il resto New Balance ha utilizzato una Fresh Foam identica al modello precedente oltre ad una suola in gomma. Quindi puoi aspettarti la stessa corsa di prima e chiunque abbia apprezzato la versione precedente avrà la stessa esperienza con le 1080v11.

Saucony Ride 13 vs Fresh Foam 1080v11

Entrambe si adattano perfettamente alle dimensioni del piede. Entrambe hanno comode tomaie che hanno la giusta quantità di spazio in alcuni punti e la giusta quantità di bloccaggio. L’intersuola della 1081 è solo un tocco più morbida, cosa che mi piace, ed entrambe le suole risultano essere fantastiche. I due modelli rispondono bene a tutte le velocità anche se personalmente do un punto in più alla Ride sulle corse a ritmo più veloce. Saucony ha davvero superato se stessa con quella scarpa.

Una scarpa più convenzionale con un drop di 8 mm e un avampiede più flessibile rispetto alla 1081, la Ride 13 ha abbondanti parti in gomma nella zona anteriore che le danno una risposta sufficiente per ottenere un leggero rimbalzo della sua intersuola in misto TPU/EVA PWRUN. Pesa un po’ di più e costa un po’ di meno. A mio avviso può essere una valida alternativa rispetto alla nuova New Balance.

New Balance 1080v11 vs Brooks Ghost

La Ghost e la 1080 sono scarpe da corsa neutre a massimo ammortizzamento, progettate per i runner che non hanno bisogno di molta stabilità e supporto.

Tuttavia, ho notato una differenza piuttosto significativa: nonostante il peso dei due prodotti sia molto simile, credo che la 1080 risulti molto più leggera rispetto alla Ghost.

New Balance 1080v11 vs Saucony Triumph 18

Questa è una bella sfida: sono entrambi ottimi prodotti.

La NB è più fluida, mentre la Saucony più morbida. La tomaia della 1080 è più comoda, ma l’intersuola della Triumph è più “rimbalzante”.

“Insomma, Davide, quale scegli tra le due?”

Non lo so, le prendo entrambe 🙂

New Balance 1080v11 vs Asics Glideride

In questo caso, i due prodotti sono essenzialmente differenti.

Credo che la Asics sia una scarpa molto più alta (e dunque instabile), leggermente più morbida e lenta rispetto alla 1080.

Se cerchi una scarpa più morbida che ti accompagni durante le corse lente, puoi optare per le Glideride; se desideri aumentare un po’ il ritmo, vai sulle 1080.

New Balance 1080 v11 vs Nike Pegasus 38

La 1080 risulta un po’ più flessibile, ammortizzata e morbida della Pegasus.

Non è eccessivamente morbida, ma se sei uno di quei runner in cerca di una scarpa più solida, ti consiglio di optare per le Peg.

In alternativa, vai sulle 1080 e non te ne pentirai.

New Balance 1080v11 vs Hoka Clifton 7

Si tratta di due prodotti diversi: la Clifton è una scarpa da corsa molto più morbida, mentre la NB è più stabile e reattiva.

Entrambe sono scarpe comode, ma se dovessi scegliere fra le due, io opterei per la 1080.

Conclusione

Se sei il tipo di corridore che vuole avere solo un paio di scarpe da corsa, New Balance 1080V11 potrà essere una scelta formidabile. Allo stesso tempo se anche tu, come me, alterni scarpe diverse, non ti pentirai di averle acquistate! Grazie alla sua versatilità, potrai usarle per tutti i tipi di corsa.

New Balance 1080 V11 è una di quelle scarpe che, senza esitazione, consiglierei a tutti. Indipendentemente dal fatto che tu sia un principiante, un corridore amatoriale o un corridore esperto, questa scarpa da corsa dovrà entrare di diritto a far parte della tua scarpiera.

Ottima scarpa non c’è che dire anche se l’azienda di Boston ha cambiato veramente poco. Quindi, tutti coloro che l’amavano si troveranno bene anche con la V11 ma allo stesso tempo probabilmente nessuno rimarrà a bocca aperta per via dei pochi cambiamenti apportati.

Spero di averti raccontato tutte le mie sensazioni in maniera completa ed esaustiva e di aver contribuito a farti capire se questa scarpa può fare al caso tuo o meno.

Dopo che l’avrai provata non dimenticare di lasciarmi un commento qui sotto raccontandomi le tue sensazioni e la tua esperienza al riguardo.

E ricorda:

Vento sulla faccia,
rock’n’roll nelle orecchie
e chilometri nelle gambe.

Buone corse,
Davide

In breve
  • Comfort
  • Peso percepito
  • Stabilità
  • Design
  • Rapporto qualità-prezzo
4.1

Summary

Tutti i runner le adoreranno per la loro vestibilità sicura e la guida confortevole. I corridori di livello avanzato apprezzeranno la 1080 v11 per la sua ammortizzazione leggermente energica, la sensazione morbida e per la sua stabilità.

Articolo precedenteAdidas Ultraboost 21: Recensione di Davide Ferro
Articolo successivoNike Wildhorse 7: Recensione Dettagliata
Sono nato a Genova e ci vivo ancora. Prima di passare le giornate davanti allo schermo del PC correvo per professione, mentre oggi lo faccio per passione. Ho lavorato per oltre 5 anni in un negozio di running e ho imparato tutto quello che c'è da sapere sul mondo delle scarpe da corsa. Ho creato questo blog per condividerlo con te.

4 Commenti

  1. Ciao Davide,
    Complimenti per le recensioni che fai, sempre dettagliate e complete!
    In merito alle NB 1080 che hai appena testato, volevo chiederti un parere : le consiglieresti in allenamento x un runner di 85 kg su distanze di 15/20 km (ritmo 5,0km/min) o punteresti su un altro modello?
    Le NB 1080 e le nike invincible run sono assimilabili come caratteristiche?
    Grazie mille!
    Ciao
    Luca

    • Ciao Luca,

      Le 1080 le ho testate l’estate scorsa… sono un ottimo modello per le distanze che vorresti fare è compatibili conio ritmo che hai.

      È un modello molto diverso dalla Invincible che risulta molto più dinamica e confortevole.

      Direi che con Invincible avresti qualcosa in più rispetto alla NB e n termini di confort prestazione e dinamicità anche nella lunga distanza.

      Un caro saluto,
      Davide

  2. Ciao Davide,
    mi sono imbattuto nella tua recensione cercando in rete info sulla 1080, dopo tanti anni vorrei tornare a fare un pò di attività fisica. Fino a tre anni fa correvo 3/4 volte a settimana per circa 12/15 Km ma ho lasciato per impegni familiari.
    Ho tentato di ricominciare ad agosto con una scarpa sicuramente non idonea che ha acutizzato alcuni problemi alla schiena, quindi sono alla ricerca di una scarpa veramente comoda e ben ammortizzata che mi faccia ricominciare con calma e senza grosse controindicazioni per la schiena.
    Sono alto 1,80cm per 85 Kg, naturalmente sono sovrappeso di circa 6/7 Kg rispetto al mio peso standard.

    La mia domanda è: secondo te per comfort e ammortizzazione posso scegliere una NB 1080 v10 o v11 al fine di “salvaguardare” un pò di più la schiena fino a quando non tolgo quei chili superflui?

    Grazie e bell’articolo, complimenti.
    Nunzio

    • Ciao Nunzio,

      Al di là delle scarpe scelte credo che l’errore sia stato quello di ricominciare a correre senza una preparazione all’allenamento.

      Noi tutti pensiamo che l’allenamento sia fine a se stesso mentre invece dobbiamo allenarci per poterci allenare nel giusto modo.

      In poche parole, quando si corre non devono essere allenate solo le gambe, ma tutto il fisico compreso il tronco con tutte le fasce addominali.

      Quindi il consiglio è quello di comprare una bella A3.

      Possono andare bene Asics Nimbus, Brooks Glycerin, Nike Vomero o React, Mizuno Ultima (puoi trovare le recensioni qui sul sito).

      Fai molta camminata veloce alternata a parevi tratti di corsa fino a quando non avrai perso i kg di troppo e nel frattempo fare addominali e dorsali per rinforzare il tronco.

      Un abbraccio,
      Davide

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome