Se hai un peso superiore ai 90kg e sei in cerca di un paio di scarpe da running, probabilmente ti capiterà di sentire spesso questo consiglio:

“Compra delle scarpe da corsa con la massima ammortizzazione. Sono le migliori per gli atleti pesanti.”

Sbagliato. No. Nada. Questo non è un buon consiglio.

Capiamo perché molti raccomandano scarpe max-soft: la logica che sta dietro a questa affermazione è che una grande ammortizzazione equivale a un migliore assorbimento degli urti, ma in realtà non è vero.

Al contrario, una scarpa troppo morbida può fare più male che bene quando hai un peso superiore ai 90kg. Ecco perché:

  1. Una scarpa da corsa molto ammortizzata è instabile per atleti con un peso corporeo elevato.
  2. Durante ogni fase della corsa, il corpo dovrà costantemente lavorare duramente per compensare le carenze della scarpa instabile. Questo aumenta la probabilità di lesioni.
  3. Troppa morbidezza nell’intersuola può causare il distacco della scarpa.

Andiamo a vedere dunque quali sono le migliori scarpe da corsa per persone pesanti.

Sei pronto? Iniziamo!

 

Quali sono le migliori scarpe da running per persone pesanti?

scarpe running 100kg

 

 

Scarpe da corsa Asics Fortitude 8

La Fortitude 8 è progettata appositamente per gli atleti pesanti.

Ha un’intersuola stabile e una tomaia in mesh ingegnerizzata che rende gli interni più fluidi rispetto alla V7.

Il prezzo è molto buono, rendendola una delle scarpe running per persone pesanti con il migliore rapporto qualità prezzo.

Peso: 350 grammi

 

Brooks Ghost 10

Il design dell’intersuola di supporto rende la Ghost 10 la scarpa ideale per i corridori pesanti.

È anche ben ammortizzata e abbastanza leggera.

Una scarpa da running comoda e traspirante

Peso: 295 grammi

 

Brooks Glycerin

La Glycerin è una versione più fluida della Ghost.

Se vuoi avere un’esperienza di corsa più completa, allora dovresti preferire la Glycerin alla sua sorella minore Ghost.

L’intersuola è abbastanza sostenitiva per i corridori più pesanti, e la tomaia ha interni più morbidi.

Peso: 300 grammi

 

Brooks Trascendend

Due fattori rendono la Brooks Transcend adatta per persone con un peso di 90kg o superiore.

  1. La prima è l’ampia intersuola abbinata a fianchi rialzati a forma di coppa.
  2. La seconda caratteristica è la vestibilità aderente e perfetta.

La vestibilità stretta è un’arma a doppio taglio, però.

Da un lato, ha una funzione di supporto per il piede.

Il rovescio della medaglia, però, è che alcuni troveranno la Transcend troppo stretta per i loro piedi, e non ci sono larghezze opzionali.

Peso: 306 grammi

 

Mizuno Wave Sky

Raramente si sbaglia con un Mizuno quando si tratta di stabilità.

Il marchio giapponese utilizza un sistema di ammortizzazione brevettato chiamato “Wave“.

Questo inserto di plastica ondulata conferisce alla maggior parte delle scarpe Mizuno una sensazione unica.

Wave Sky 2 è la scarpa neutra di Mizuno, l’equilibrio perfetto fra ammortizzazione e supporto.

Peso: 326 grammi

 

Mizuno Wave Rider 22

Pensa alla Wave Rider 22 come a una versione simile alla Wave Sky.

L’intersuola ondulata a basso profilo Wave con ampio avampiede offre un grande sostegno e un’ammortizzazione adeguata per la maggior parte delle distanze.

E c’è molto spazio nella parte superiore per il tuo piede.

Peso: 272 grammi

 

Saucony Echelon 6

A differenza di molti recenti modelli Saucony che sono diventati 100% “Everun” con le loro intersuole, l’Echelon rimane fedele alla buona vecchia schiuma EVA.

Everun è presente nella Echelon 6 solo sotto forma di un secondo sottopiede chiamato “Topsole”.

Ciò ha aiutato la Echelon a mantenere il suo carattere stabile.

L’Echelon ha anche una base dell’intersuola estremamente ampia e una tomaia strutturalmente rinforzata con rivestimenti sintetici. Tutti questi fattori si combinano per creare una scarpa davvero comoda.

Peso: 306 grammi

 

Saucony Redeemer ISO 2

La Redeemer ISO 2 ha un paio di caratteristiche uniche che la differenzia da altre scarpe stabili.

Ha una soletta di 8 mm di spessore che non solo aggiunge un’ammortizzazione superiore ma consente anche di essere sostituita con una soletta anche di altre marche.

La seconda caratteristica è l’intersuola ultra-ampia e la geometria della suola che la rendono perfetta per i corridori più pesanti.

E, naturalmente, ha il consueto cuneo in schiuma più dura che mantiene stabile l’intersuola.

Peso: 340 grammi

 

Brooks Beast 16

La scarpa ha un’intersuola ampia e solida con un sacco di ammortizzazione e la tomaia è di supporto.

Dovresti comunque acquistare una mezza taglia più grande.

Pesa circa 380g, ed è la più pesante di questa lista!

Peso: 385 grammi

 

Conclusioni

Hai trovato la scarpa running per persone pesanti che fa per te?

Se così non fosse, dai un’occhiata al nostro elenco di migliori scarpe running del 2019.

Hai qualche dubbio o domanda (o qualche scarpa da consigliarci) lascia un commento qui sotto e ti risponderemo entro 24h.

Buon allenamento!
Davide di Scarperunning.org

 

Valuta l'articolo ->
Valutazione
5 based on 19 votes
Scarpe running per persone pesanti

88 Commenti

  1. Buonasera, ragazzi. Ho appena scoperto questa pagina e ho subito pensato di scrivere per chiedervi un consiglio. Piuttosto regolarmente frequento un corso di crossfit in una palestra che definisco generica (non è nata solo ed esclusivamente per il crossfit ma si fa un po’ di tutto con gli attrezzi disponibili…). Per allenarmi uso un paio di New Balance 1080 fresh foam (credo si chiamino così) con cui mi trovo benissimo (tutta questa premessa per dire che ho un minimo di allenamento). Adesso però vorrei aggiungere un po’ di corsa su asfalto. Sono piuttosto pesante, oltre 90kg ma il problema maggiore è che ho un ginocchio messo piuttosto male (ho un po’ di artrosi causa intervento al menisco di un bel po’ di anni fa). Vorrei delle scarpe che possano attutire il più possibile l’impatto con il suolo durante la corsa. La domanda quindi è: quali scarpe da running mi consigliate? So che la risposta diretta non esiste ma gradirei da parte vostra alcuni suggerimenti e l’indicazione tra alcuni modelli tra cui scegliere. Vi ringrazio per la disponibilità. Saluti. Maurizio

  2. Salve, sono Rosario. Io sono come un diesel pian piano arrivo ovunque.

    Quali scarpe mi consigliate per fare una maratona in 7 ore? E una 100 in 20 ore? E corsette domenicali di 20 km in 3 ore?

    Peso 110kg. Sono alto 174. Neutro con pianta larga. Ho problemi con le unghie dei piedi rovinate.

    • Ciao Rosario,

      Intanto ti voglio dire che ti stimo e faccio il tifo per te.

      Non so da quanto corri e quale sia il tuo fine, ma se ami correre e spero che tu voglia farlo per lungo tempo, la prima cosa è quella di moderare le distanze magari per i primi tempi facendo della camminata veloce al fine di portare il peso sui 90/100kg.

      Il fisico fa un grande sforzo quando si corre e altrettante sono le sollecitazioni che ogni articolazione subisce in fase di atterraggio ad ogni passo.

      Se invece vuoi comunque cimentarti nelle distanze che mi hai appena detto, è giusto andare su una scarpa con un minimo di anti-pronazione perchè, anche se sei un runner neutro, viste le distanze e il peso, il piede affaticandosi può far cedere l’arco verso l’Interno, quindi il sostegno della scarpa lo aiuterebbe a rimanere in asse.

      Ti consiglio dunque le Mizuno Wave Inspire (prendi mezzo numero in più).
      Le puoi trovare qui al miglior prezzo: https://amzn.to/2H1g4jL

      Buon allenamento,
      Davide

  3. Ciao Davide ,
    Sono un runner con un peso forma di 88kg ma diciamo che a seconda degli allenamenti arrivo anche ai 91 sono arrivato a portare a casa la mezza in 1′ 44 e la 10k in 48 approssimato per eccesso.
    Ho utilizzato fin’ora delle mizuno prophecy 7 per le gare più lunghe come la mezza e gli allenamenti più lenti e per le gare più brevi e gli allenamenti veloci un paio di on cloudsurfer.
    Ho fatto le scelte giuste come utilizzo delle tipologie delle due scarpe?

    E poi volevo chiederti:
    1) vorrei sostituire le on con un paio pegasus 34 faccio la scelta giusta?
    2) le prophecy con cosa le sostituiresti tu?
    3) visto il mio peso e passo (il passo conto di migliorarlo nel tempo naturalmente) specificatamente per le gare, mezza maratona e maratona cosa mi consiglieresti?

    • Ciao Daniele e grazie per avermi scritto!

      Innanzitutto ti ringrazio per avermi fatto “scoprire” (nel senso di test in corsa) un modello che non avevo mai utilizzato. Quindi mi sono dovuto documentare. Oltre alla prova dato il poco tempo a disposizione per poterti rispondere in tempi celeri, ho chiesto a colleghi che la utilizzano e che hanno più o meno il nostro stesso peso.

      Rispondendo alla tua prima domanda:

      Non è affatto facile rispondere se hai fatto bene; ognuno di noi ha delle caratteristiche uniche e l’unicità è proprio quel particolare che determina il fatto che potenzialmente ciò che va bene a me, potrebbe non andare bene a te.

      Sono due scarpe diverse, se da una parte Mizuno incentra il tutto sull’ammortizzazione e il rilancio della falcata, dall’altra On Cloudsurfer è una scarpa molto reattiva che incentra il tutto sulla capacità di risposta.

      Quindi mentre Mizuno va bene un po’ per tutti gli atleti (professionisti e non), On è indicata per atleti più evoluti che sfruttino al meglio le caratteristiche della scarpa.

      Per quello che mi hai scritto tu e facendo due conti sui tempi a km delle tue uscite, dovresti aver scelto nel modo giusto i modelli in funzione delle tue caratteristiche e gare.

      1) “Vorrei sostituire le Prophecy con le Pegasus 34. Faccio la scelta giusta?”

      La domanda che mi sorge spontanea è: perché vuoi sostituirle? Se sei alla ricerca di un prodotto leggero confortevole e con una buona risposta, la risposta è sì.

      Forse come livello scenderai leggermente, ma te le consiglio senza ombra di dubbio.

      La Pegasus risulterà leggermente meno “secca”, però ti farà rilassare maggiormente il piede. Cosa che con i chilometri che fai, non è poi così male.

      2) “Le Prophecy con cosa le sostituiresti?”

      Beh la Prophecy è uno dei modelli della Mizuno più evoluti per atleti neutri.

      La mia perplessità quando si cambia modello di scarpe è soprattutto sul peso della scarpa, perché in questo caso rischiamo di andare su modelli che hanno un peso un po’ superiore.

      Ti consiglio questi due modelli:
      – Brooks Ghost: https://www.scarperunning.org/brooks-ghost-11/
      – Asics Nimbus: https://www.scarperunning.org/asics-nimbus-20/

      Leggi le recensioni e provale su strada, sarà in quel momento che capirai se sono adatte o meno a te.

      Cerca di cambiare modello gradatamente. Voglio dire, alterna il modello nuovo a quello vecchio, per far abituare il piede e il fisico al nuovo assetto e viceversa.

      3) “Visto il mio peso e passo, specificatamente per le gare (mezza maratona e maratona), cosa mi consiglieresti?”

      La risposta a cosa consiglierei è già all’interno del punto 2

      Purtroppo dobbiamo contare che siamo atleti con un peso importante.

      Anche io viaggio sul tuo peso e ho un passo pesante. Mi salva il fatto che essendo ex velocista, appoggio più sull’avampiede non scaricando tutto sulla scarpa. Quindi nei modelli che ho scelto per te, trovi sia reattività, che comfort, che ammortizzamento.

      Non posso consigliare con questi pesi e velocità modelli più leggeri e reattivi.

      Per fare un esempio, atleti evoluti e professionisti che percorrono mezze e maratone non pesano più di 60/65 kg.

      In poche parole, nelle corse lunghe il peso è determinate al fine del risultato.

      Se hai altre domande chiedi pure.

      Buon allenamento,
      Davide

      • Grazie, sei stato molto esauriente Davide, una precisazione soltanto…
        Il motivo per cui penso a come sostituire le mie scarpe è che ho fatto già più di 400 km con entrambi i modelli ed appunto vorrei sostituilerle molto gradualmente, come mi hai consigliato tu, essendo le prime scarpe per la corsa ho voglia di sperimentare.
        Ti dico la verità la mia idea era qst :
        -Pegasus 34 ( ho preso le 34 perché ho trovato un offertissima essendo uscite le 35) per allenamenti veloci e gare medio corte.
        -vomero 14 per allenamenti lunghi,corse rigeneranti e gare fino alla mezza
        – se mai sarò pronto zoom fly flyknit per mezze e maratone
        Che ne dici?

        • Ti rispondo punto per punto, Daniele:

          1) La scelta delle Pegasus va benissimo, anche se è la versione 34, i miglioramenti fatti sull’ultimo modello non sono così importanti.

          2) La scelta della Vomero può andare bene anche se è poco reattiva per una gara come la maratona. Andrei su un modello ammortizzante ma che ti aiuti di più nella fase di rilancio della falcata.

          3) Per le zoom Nike Zoom Fly Flyknit sicuramente ci arriverai. Mi raccomando, avvicinati per gradi e non voler arrivare subito. La corsa paga se hai la costanza di allenarti con continuità e nel modo giusto.

          Aggiornami sui tuoi prossimi progressi!

          Buon allenamento,
          Davide

          • Ciao Davide,
            Grazie mille sei molto veloce e preciso nel rispondere.
            Seguirò i tuoi consigli…
            Appena risolvero’ questa maledetta fascite che mi affligge da 3 mesi ti aggiornerò sui progressi.
            A presto

          • Per la fascite plantare quando riesci magari a cena o mentre ti rilassi, prova a mettere sotto il piede una pallina da tennis e a farla ruotare sulla pianta.

            È un metodo utilizzato per decontrarre la muscolatura e rilassare i tendini post lavori.

            Ti può aiutare a uscirne prima!

            Buon allenamento,
            Davide

  4. Ciao Davide,

    Complimenti per l’articolo. MI chiamo Fabio , peso 87 kili e sono alto 1.80 . Ho un personal best sui 10 km di 5.12 . Il mio ritmo medio si attesta comunque sui 5.20. Cerco una scarpa protettiva ma piu’ reattiva delle Asics Nimbus 20 che uso attualmente. Ottime scarpe ma non le sento reattive e soprattutto le sento pesanti negli ultimi kilometri di corsa. Leggevo ottime recensioni sulle Nike pegasus 35 leggere e soprattuto reattive . Io le userei alternandole alle asics per kilometraggi di massimo 10 Km. Me le consigieresti ?

    • Ciao Fabio!

      Grazie a te per aver letto i miei articoli!

      Beh la Nike Pegasus è una scarpa appunto leggera e reattiva. La puoi utilizzare sicuramente per allenamenti di circa 10km o per gare dove puoi aumentare il chilometraggio.

      La risposta della scarpa è anche in relazione a come viene utilizzata e dal tipo di corsa: hai una buona andatura ma suppongo abbia una corsa più sul pesante (in funzione del peso e del tempo), che sull’agile.

      Come conseguenza sentirai una grande differenza fra il prodotto attuale Nimbus e le Pegasus. Asics incentra tutto sulla protezione mentre Nike è più attenta al peso e alla risposta.

      Per maggiori info, leggi la mia recensione sulle Nike Pegasus: https://www.scarperunning.org/nike-pegasus-35/

      Buon allenamento,
      Davide

  5. Ciao Davide. Grazie mille dei preziosi consigli.
    Corro da due anni circa 1-2 volte a settimana in un percorso di circa 10 km metà di asfalto e metà di sterrato (Parco Sempione a Milano è delizioso), tengo i 5.00/5.20 . Dato il peso di 88 Kg, anche su consiglio del negoziante di articoli sportivi, ho appena comprato le Glycerin 16. Pensi sia una scelta azzeccata per questi tipi di suolo, o esistono delle scarpe più versatili o con delle qualità da valutare per questa mia abitudine?

    A causa del freddo inverno lombardo 😀 mi sono iscritto qualche mese in palestra per non perdere l’abitudine alla corsa. Che scarpe mi conviene usare? Posso usare le vecchie Supernova per correre sui tapirulan o pensi che le Glycerin possano compromettersi sui rulli?

    Grazie di cuore per il lavoro che fai e per la passione che ci metti
    Ale

    • Ciao Ale!

      Beh il negoziante sa il fatto suo, nel senso che la Glycerin è un tipo di scarpa che va un po’ bene a tutti.

      Uscendo due volte a settimana su un percorso misto, avresti potuto scegliere scarpe come le Asics Nimbus o le Nike Vomero.

      Per la tua prima domanda la risposta è che il prodotto consigliato va bene per quello che devi fare, anzi ti dirò hai una bella Maserati con cui fare ciò che vuoi.

      L’unico accorgimento è quando fai i tratti misti: ricordati che è una scarpa da strada quindi il grip sul fango o terreni particolarmente impervi non è ottimale; correndo in un parco non dovresti correre grossi rischi.

      Per quanto riguarda la seconda domanda, devi sapere che quando corriamo sul tapis roulant, a causa del fatto che il terreno viene verso di noi (e non siamo noi che ci muoviamo rispetto al terreno come avviene normalmente), l’assetto di corsa è leggermente modificato.

      Inoltre il macchinario dà un minimo di ammortizzamento, quindi possiamo utilizzare dei modelli meno ammortizzanti.

      Io ti consiglierei di lasciare le Glycerin per le uscite all’aperto, mentre puoi utilizzare le Supernova per il tapis roulant anche se un po’ più vecchie.

      Tienimi informato su come procede.

      Buon allenamento,
      Davide

  6. Buonasera, non mi è chiara una cosa: nella premessa viene scritto che per un runner pesante (di 90 o più kg) non sono consigliabili scarpe molto ammortizzate perché troppo morbide e instabili, poi sotto tra le scarpe consigliate leggo le Glycerin e nei commenti anche le Nimbus, che sono scarpe della categoria A3 massima ammortizzazione e sono le più ammortizzate dei marchi Brooks ed Asics.

    Posso avere un chiarimento tecnico in merito? Grazie mille!

    • Si esatto, Claudio.

      Non lo consiglio non perché chi pesa molto non necessiti di un massimo ammortizzamento, bensì perché chi pesa molto fa affaticare il piede e quindi l’arco plantare cede andando in pronazione.

      Ho indicato queste due scarpe perché nonostante siano A3 hanno una migliore rigidità sull’arco plantare.

      Ciò non toglie che per chi pesa oltre i 90kg consiglio di utilizzare una qualsiasi scarpa A3, indicherei però di non fare percorsi più lunghi di 10km fino a quando non si scende di peso.

      Buon allenamento,
      Davide

  7. Grazie per la risposta!

    Continua a non essermi particolarmente chiara la premessa però, cioè “runner pesante = no scarpe molto ammortizzate”.
    Viene proprio scritto “Compra delle scarpe da corsa con la massima ammortizzazione. Sono le migliori per gli atleti pesanti.
    Sbagliato. No. Nada. Questo non è un buon consiglio”.
    Poi nella risposta al mio commento hai scritto:
    “Ciò non toglie che per chi pesa oltre i 90kg consiglio di utilizzare una qualsiasi scarpa A3”.

    Non è contradditorio? Non lo dico per polemica, ma anzi, ti ringrazio per l’attenzione e ti chiedo chiarimenti solo per riuscire a capire.

    Gliceryn e Nimbus quindi nonostante siano scarpe A3 categoria massima ammortizzazione vanno bene per un runner pesante per il motivo che hai detto, ma giusto a titolo di esempio potresti citarmi dei modelli di scarpe da running ora in commercio che sono molto ammortizzate ma non vanno bene per un runner sopra ai 90-100 kg?
    Soprattutto dei brand Brooks Nike Asics, cioè quelli che conosco meglio.

    Così riesco a capire al meglio il nesso “runner pesante = no massima ammortizzazione” che è scritto testualmente nella premessa dell’articolo.

  8. Ciao,
    ti chiedo aiuto per scegliere delle scarpe. Ho i piedi piatti, peso circa 107kg. Non faccio corsa ma camminata veloce sul tapis roulant con pendenze fino al 10%. Ho spesso dolori al piede destro, sotto la pianta del piede. Sospetto una fascite plantare per cui ho iniziato a fare stretching dopo l’attività e devo dire che è migliorato parecchio.
    Dovendo scegliere delle scarpe per le mie caratteristiche cosa mi consiglieresti?

    • Ciao Giorgio,

      Diciamo che per camminare vanno bene praticamente tutte le scarpe A3.

      Per il tuo caso di piede piatto, causa probabilmente della fascite, consiglio di vedere se sono necessari dei plantari o delle scarpe per la pronazione, perché anche se non corri, comunque il piede non rimane in asse nella rullata e potrebbe portare nel tempo alcune problematiche.

      A tal proposito, dai un’occhiata alle Mizuno Wave Rider 22: https://www.scarperunning.org/mizuno-wave-rider-22/

      Buon allenamento,
      Davide

  9. Ciao! Un consiglio: vorrei riprendere a correre, ma in questo momento sono in sovrappeso. È circa un anno e mezzo che vado solo a camminare, ma prima di questo “ stop” forzato, ho corso 2 mezze maratone.
    Vorrei riprendere, ovviamente, in maniera graduale, ma non so quale sia la scarpa adatta in questo momento.
    Ti ringrazio moltissimo!!!
    Ciao Rita

    • Ciao Rita!

      Ti faccio una domanda per capire meglio.

      Ti sei fermata per motivi legati ad un problema fisico o altri motivi?

      Perché se ti sei fermata per un infortunio sarà utile saperlo per poterti consigliare al meglio.

      Un caro saluto
      Davide

  10. Ciao Davide, prima di tutto grazie per aver risposto!!!
    Mi sono fermata per un dolore al piede sinistro, proprio sotto le dita(metatarso), dovuto, secondo me alle scarpe antinfortunistiche. (Quando non le indosso, il dolore si riduce drasticamente).
    Per completezza, soffro da ormai 20 anni, di problemi alla schiena. Ho una protrusione discale L5-S1.
    Non è stata causata dalla corsa, all’epoca ancora non correvo.
    So che non dovrei correre per la schiena( anche se ora come ora si tratta più di camminata veloce), ma quando ho preparato le 2 mezze, stavo benissimo, a parte 1/2 momenti in cui mi sono “bloccata”.
    Ti ringrazio veramente tanto!!!
    Rita

    • Ciao Rita,

      Ti rispondo adesso perchè mi sono informato tramite un amico dottore per sentire un suo parere sulla tua schiena.

      Entrambi pensiamo che quando sarai intorno al tuo peso forma facendo del rinforzo muscolare sul tronco, ogni tanto qualche corsetta la potrai fare.

      Ovviamente, come dicevi tu, mi ha detto che dovresti evitare di correre per il discorso dovuto allo schiacciamento.

      Come prodotti ti consiglierei sicuramente le scarpe con massimo ammortizzamento A3 (qui ne trovi alcune: https://www.scarperunning.org/scarpe-running-a3/).

      Eviterei tra le A3 tutti i modelli dove vi è una tecnologia che aiuti nel rilanciare la corsa e quindi leggermente più rigide sull’avampiede.

      Se hai bisogno di altro scrivimi pure.

      Un abbraccio e buona camminata,
      Davide

  11. Ciao Davide,
    peso 112kg e sono alto 186 cm, da circa 1 anno vado regolarmente in palestra e sono passato da 128kg agli attuali 112kg, il percorso è ancora lungo ma non mollo. Arrivo al sodo: mi sta balenando l’idea di iniziare a correre per partecipare tra 1 anno alla spartan race (10km). Non so proprio nulla sulla corsa e ne tanto meno sulle scarpe potresti indicarmi la retta via? quale modello mi consigli? Grazie un saluto Marco

    • Ciao Marco,

      Ti faccio i miei complimenti per i traguardi raggiunti. Continua così!

      Devo essere sincero e professionale al fine che tu possa avere il miglior riscontro possibile in ambito running.

      Il mio consiglio è quello di stringere i denti ancora un po’.

      Cerca di portare il peso intorno ai 90/95 kg prima di iniziare a correre perché, per quanto la scarpa possa ammortizzare, le sollecitazioni con il peso attuale sarebbero ancora molto elevate.

      Credo che alternando la palestra a delle uscite di camminata veloce potrai velocizzare maggiormente la discesa del peso.

      Quando arriverai intorno ai 100kg potrai alternare la camminata a dei tratti di corsa per abituare il fisico allo sforzo fino a quando non arriverai ai 90/95kg.

      Meno peso avrai, più facile sarà correre.

      Per camminare puoi optare per una qualunque scarpa da running A3 che ho recensito e che risponda alle caratteristiche dei tuoi piedi.

      Una sola precisazione: prendi delle A3 da “riposo”, non quelle che consiglio per alte prestazioni.

      Buon allenamento,
      Davide

  12. Ciao Davide,
    sono alto 190cm e peso 105kg circa. Corro sull’asfalto 3 volte a settimana.
    Che scarpa mi consiglieresti data la superficie su cui corro e il peso non banale?

  13. Buongiorno Davide,

    sono alto 1,80 m e attualmente peso 110 kg. In passato ho fatto sempre sport fino a dei livelli semi agonistici ma da circa una decina di anni (con il cambio del lavoro) mi ero proprio fermato e ho iniziato a lievitare. Conducendo una dieta sana e controllata e inziando a fare di nuovo del movimento, sono riuscito a scendere da 125 kg ai 110 kg di adesso, ma voglio comunque continuare per arrivare intorno ai 90 kg. Ho iniziato con la camminata veloce e adesso sono arrivato a fare una specie di corsetta di 5 km al giorno alternando asfalto e tappis roulant. La mia velocita’ di media e di 6/7 km/h e pian piano sto estendendo la durata della corsetta. A queste velocita’, si chiama gia’ corsa oppure e’ ancora una camminata veloce?
    Sicuramente il movimento e’ di corsa. Attualmente ho delle Asics Patriot 9, che ho aquistato piu’ che altro per motivi economici e di aspetto oltre che per il marchio. Mi trovo abbastanza bene ma sono quasi arrivato ai 500 km e voglio andare avanti. Quale scarpa mi consiglieresti (max. 150 Euro)?

    Grazie mille e cari saluti,
    Giovanni

    • Ciao Giovanni,

      In generale camminando si arrivano a fare gli 8 km/h e quello che ti consiglio è di camminare e alternare brevi tratti di corsa fino a quando non arriverai intorno ai 95kg.

      Questo per evitare grossi stress alle articolazioni.

      Devo però dirti che quando acquisti qualcosa che salvaguardia la tua salute, non dovresti guardare il prezzo.

      In commercio ci sono migliaia di scarpe e poter consigliare una scarpa per un’altra non avrebbe granché senso.

      Inoltre questo blog nasce senza alcun fine commerciale, e proprio per questo ho deciso di non spingere per nessun marchio ma di cercare di essere esaustivo nello specificare le caratteristiche delle scarpe proprio per aiutare il lettore a scegliere in autonomia i prodotti che secondo lui possono esse più congeniali.

      Spero riuscirai a capire cosa voglio dire e sono sicuro che sarà così.

      Ti consiglio sicuramente di andare su una scarpa running A3 neutra, o al massimo, se noti un’usura nella parte interna, su una scarpa da corsa A4.

      Buon allenamento,
      Davide

  14. Ciao cosa consiglieresti a un ipersupinatore da 95kg che corre principalmente su asfalto? Non per lunghe distanze…ancora 🙂
    Non ci sono problemi di budget nella scelta
    Grazie e complimenti per la tua passione!

    • Ciao Roberto e grazie per la domanda che può aiutare molti!

      Non ci sono scarpe per iperpronatori o ipersupinatori che possano correggere il difetto.

      Le soluzioni a questo punto sono:

      1) Andare su una scarpa neutra e cambiarla ogni 400km, cioè quando hanno dei segni evidenti dovuti all’ipersupinazione.

      2) Farti fare dei plantari su misura e inserirli in una scarpa neutra.

      Se hai bisogno scrivimi.

      Buon allenamento,
      Davide

  15. Sono 100 kg,faccio 9 km tutte le mattine,camminata veloce ora uso kalenij elioprime,sono fantastiche perché poco ammortizzate.Devo cambiarle ma trovo solo scarpe troppo morbide sul tallone.Non riesco ad usarle .Hai qualche consiglio su quale modello prendere per risolvere il problema grazie

    • Ciao David

      Il mio consiglio è quello di acquistare una scarpa ammortizzata A3.

      Le scarpe ammortizzate devono essere “morbide” sul tallone proprio per evitare che l’impatto con il terreno con un peso importante, possa essere dannoso.

      Ti chiedo però quale è il problema che hai con le scarpe troppo morbide in modo da aiutarti nella scelta.

      Buon allenamento,
      Davide

  16. Ciao Davide,
    mi serve il tuo consiglio. Sono alto 181 cm per 97kg di peso. Corro molto lentamente attorno ai 5-6 /km. (mai oltre i 10km). Ho un appoggio tendenzialmente neutro con una leggera supinazione, piuttosto simmetrico il consumo delle scarpe. I primissimi km solitamente sento le ginocchia piuttosto rigide ed a fine allenamento ho dei fastidi alla muscolatura laterale sopra iliaca (più a sx che a dx).
    fermo restando il concetto delle A3 quale scarpa in particolare consigli? pianta abbastanza larga aggiungo.
    grazie mille e buona giornata

    • Ciao Simone

      A quanto mi dici più ti serve
      Una scarpa più per la leggera supinazione che per la corsa in se.

      Il chilometraggio è ancora contenuto.

      Puoi andare sulle Nike Pegasus, le uniche che hanno un sistema per la correzione della supinazione.

      Questa la recensione completa con i link per acquistarle al miglior prezzo su Amazon: https://www.scarperunning.org/nike-pegasus-35/

      Ti consiglio di cambiarle sui 500/600km.

      Cerca di scendere di peso e vedrai che i dolori passeranno sempre di più ogni chilogrammo.

      In bocca al lupo e un grande saluto!

      Buon allenamento,
      Davide

  17. Ciao Davide volevo un consiglio,io ho piedi piatti pronati,l’ortopedico mi ha prescritto plantari ecoidali con scarico tallone per speroni calcarei e talalgia bilaterale. Mi trovo molto bene con questi planetari e i piedi non mi hanno più fatto male..Peso 90 kg vado in palestra faccio 3 volte a settimana pesi e 2 volte corro su tapiroulant.Quale scarpa mi consiglieresti per andare in palestra?per strada non le userei.Mi piacciono esteticamente Asics Gel Nimbus21,Asics Gel Kayano 25, New Balance Fresh Foam 1080v9 e varie nike structure e adidas ultrabot st.Tu cosa mi dici,sono sprecati questi modelli x l’uso che ne faccio 2 ore al di?Grazie x i consigli buona serata.

    • Ciao Luigi,

      Non so quanto km fai, dal peso che hai correndo sul tapis roulant e avendo un plantare non ti consiglio una scarpa che abbia una tecnologia di controllo della falcata.

      Vai tranquillamente sulla Asics Nimbus prendendo un numero in più a causa del plantare.

      Questa la mia recensione completa dogs trovi anche i link per acquistarla: https://www.scarperunning.org/asics-nimbus-20/

      A mio avviso quando si tratta di salute non sono mai sprecati i soldi.

      Servono ad evitare di spenderli per curarsi. 😉

      Buon allenamento,
      Davide

  18. Ciao io peso 121 kg e corro 4/5 km tre volte la settimana con le glycerin 16 che sono definite A3. Sarebbe meglio passare alle A4 o nella mia situazione non cambia niente?
    Grazie mille per la disponibilita.

    • Ciao Stefano,

      senza l’indicazione del l’altezza non ti posso dare una risposta esatta.

      Comunque devi sapere che le scarpe non riescono a soddisfare da sole quanto richiesto e quindi smorzare in modo adeguato le sollecitazioni.

      Ti consiglio di rimanere sulle A3 e di perdere peso.

      Se aumenti la distanza allora puoi andare sulle A4.

      Buon allenamento,
      Davide

  19. Ciao Davide e complimenti per la tua preparazione,
    Ho 42 anni, 180 cm in 104 kg. Premetto che fino a 7/8 anni fa correvo con 3 uscite settimanali di circa 1 ora , poi ho abbandonato e ho messo su 20 kg. Da circa 1 anno sono a dieta ed ho perso già 13 kg. Ora finalmente nella mia psiche è rinata la voglia di correre, ho dato una guardata tra recensioni e consigli e vorrei optare per una A4 stabile tipo tra ASICS Nimbus 21 o MIZUNO wave Horizon3 per corsa lenta su asfalto e leggermente pronatrice (dovuto al peso soprattutto). Quale mi consigli? O eventualmente anche altri marchi. Grazie e buona vita.

    • Ciao Massimo.

      Ti consiglio innanzitutto di non ricominciare a correre immediatamente (perché il tuo peso andrebbe a sollecitare troppo le tue articolazioni) ma di fare una fase in cui alterni corsa e camminata veloce fino a quando raggiungerai i 95kg circa.

      Devo inoltre dirti che non possiamo pensare che la scarpa possa scaricare qualunque tipo di sollecitazione.

      Come scarpa la Nimbus non va bene perché è neutra, per avere una scarpa stabile ti consiglio l’Asics Gel Kayano.

      Questa la mia recensione completa: https://www.scarperunning.org/asics-kayano-25/

      Un caro saluto e continua a darti degli obiettivi!

      Buon allenamento,
      Davide

  20. Buongiorno David!
    Complimenti per la preparazione ed il modo esaustivo con cui rispondi.
    Brevemente, sono alto 1.80 e peso 95 kg corro 8-10 kmq due volte la settimana da circa 1 anno. Da qualche mese soffro di problemi di tendinite soprattutto sul piede destro. Potresti darmi qualche suggerimento in merito alla scarica adatta alle mie esigenze! Grazie mille e buona giornata. Luca

    • Ciao Luca e grazie per i complimenti che mi prendo molto volentieri 😂😂😂

      La tendinite può essere provocata da diversi fattori.

      La prima cosa che mi viene in mente è: quanti km ha fatto la tua scarpa? Se la scarpa è vecchia, è possibile sia questo il problema.

      Altrimenti è dovuta a qualche comportamento che l’ha scatenata o la scatena tutt’ora.

      Oltre ai classici rimedi, prova anche nelle scarpe da riposo (soprattutto in quelle), a mettere un piccolo spessore in gel che aiuti a scaricare il tendine nella routine giornaliera.

      Controlla che le scarpe che usi quotidianamente non siano anch’esse troppo vecchie!

      Buon allenamento,
      Davide

  21. ciao Davide
    sono 1.85 per 105 kg (con intenzione di dimagrire con la corsa)
    sto ricominciando a correre e ho bisogno di un consiglio sulle scarpe, pensi che le Mizuno wave rider 22 siano adatte a me o dovrei prendere qualcosa tipo Adidas boost o similari?
    grazie

    • Ciao Luca,

      Purtroppo devo essere professionale e corretto.

      Attualmente questi tipi di scarpa non vanno bene per il tuo peso, sono modelli da runner evoluti.

      Se il tuo intento è quello di iniziare e di fare sul serio, inizia con le Asics Nimbus o Nike Vomero e fai camminata veloce associata ad una dieta sana e costante fino a quando non raggiungerai i 95kg.

      Una volta raggiunto questo primo obiettivo poi riscrivimi e vediamo come procedere!

      Spero di non essere stato troppo diretto ma è giusto scriverti quello che penso sia giusto.

      Buon allenamento,
      Davide

  22. Buongiorno Davide e complimenti per la grande competenza e professionalità.
    Spero tu possa aiutarmi a trovare una scarpa adatta alle mie esigenze.
    Ho 42 anni, sono alto 185cm, peso 105kg e ho i piedi piatti (arco plantare molto poco pronunciato). Fino a dieci anni fa riuscivo a tenermi abbastanza in forma ma da allora, per motivi di lavoro, ci riesco sempre meno.
    Premesso ciò, non sono mai riuscito a trovare una scarpa confortevole nemmeno per corse blande (30 minuti). Alcune mi hanno provocato delle talloniti, altre dei dolori ai muscoli della tibia dopo appena 10 minuti di corsa.
    Ho cercato di incrociare i tuoi interessantissimi articoli su scarpe per iperpronatori e scarpe per persone pesanti ma ho preferito chiederti direttamente.
    In particolare, ti segnalo di aver provato le ASICS Kayano 25 trovandole, però, troppo morbide sul dorso nella parte anteriore (si deformano troppo durante il movimento).
    Probabilmente, mi troverei meglio con una scarpa un po’ più rigida ma apprezzerei molto un tuo consiglio.
    Grazie in anticipo.

    • Ciao Paolo,

      Purtroppo tutti i modelli per pronatore devono avere una certa elasticità e sono comunque fatti su larga scala, cioè per prendere una certa fascia di persone.

      Qui le situazioni che si vanno ad intrecciare sono molteplici: il piede piatto, il peso, i km percorsi.

      Il piede piatto è solo una parte del problema perché anche il peso porta ad avere un maggiore schiacciamento dell’arco già piatto, quindi tutto il peso dovrebbe essere sostenuto dalla scarpa che però non può riuscire a sostenere nell’arco di tutto l’allenamento.

      Io procederei con i seguenti passi.

      Inizierei con una camminata veloce fino ai 95/98km.

      Questo ti permetterebbe di allenarti e di rafforzare anche i piedi che resisterebbero per più tempo una volta iniziato a correre.

      Dai 95 ai 90km alternerei corsa e camminata e vedrei come va.

      Sotto i 90 kg farei tranquillamente corsa.

      In tutto ciò dovresti vedere se la sensazione di cedimento migliora.

      Se non dovesse migliorare, ti propongo di farti fare un plantare e di andare su una scarpa A3 neutra.

      Buon allenamento,
      Davide

  23. Ciao Davide, complimenti per le info dettagliate, domanda:
    Peso 92 kg alto 180 cm e da poco ho ricominciato a correre, su asfalto,
    tenendo presente che ho tutte 2 le ginocchia con i menischi non in buone condizioni, che tipologia di scarpe mi consigli?
    Grazie

    • Ciao Luigi e grazie per i complimenti,

      Il problema ai menischi deve tenere presente 2 discriminanti imprescindibili.

      La prima che riguarda le scarpe (ti consiglio una scarpa da running A3 neutra, magari da vedere nel tempo se necessiti di plantari), la seconda che riguarda il tuo peso.

      Non so che corporatura tu abbia ma fino agli 85kg cerca di alternare corsa e camminata veloce per non “stressare” troppo le articolazioni.

      Buon allenamento,
      Davide

  24. Buongiorno Davide.
    Complimenti per le competenze e la professionalità.
    In breve. Alto 184cm peso 103kg. Ho piedi leggermente piatti. Faccio 50 km a settimana di camminata di qui 4-5 km di corsa leggera. L’anno scorso in 6 mesi sono sceso da 106 a 90 kg. Poi mi sono rilassato durante l’inverno. La scarpa che ho usata (ghost 8) e stata ideale per le mie esigenze ma purtroppo dopo più di 1000km fatti si e consumata. Ho provato Neuro1, salomon speedcross, Ravenna 10, ghost 11 ma non si può paragonare con ghost 8. Purtroppo non le trovo più in vendita. Mi potrebbe consigliare gentilmente una scarpa adatta a me.
    Grazie mille. Buona giornata.

    • Ciao Andrea e grazie per i complimenti,

      Purtroppo le scarpe da running sono in continua evoluzione e alla ricerca di essere confortevoli ma allo stesso tempo di perdere il meno possibile in quanto reattività.

      Chi corre vuole delle scarpe che ammortizzino l’impatto ma che rilancino la corsa in modo da poter fare prestazioni sempre migliori.

      In effetti, non sempre i cambiamenti sono migliorativi nelle scarpe.

      Come nel tuo caso, nonostante tu abbia preso a distanza di pochi anni la stessa scarpa, non hai avuto lo stesso riscontro.

      Questo è dovuto ai cambiamenti dei materiali e di scelte tecniche dei vari brand.

      Il primo consiglio che ti do, è quello di cambiare scarpa dopo 500/600km: le scarpa da running oltre queste distanze si esauriscono.

      Magari camminando puoi fare qualche km in più ma lo sconsiglio.

      Come scarpe puoi provare le Nike Vomero o Lunarglide, se invece vuoi una scarpa molto morbida e ammortizzante puoi provare le Hoka.

      Buon allenamento,
      Davide

  25. Ciao Davide,
    mi chiamo Vincenzo e ho letto con molta attenzione il tuo articolo.
    Peso 95 KG ma nonostante questo corro da circa 4 anni e sto iniziando la preparazione alla maratona di Roma del prossimo anno…ultimo traguardo da raggiungere.
    Vorrei cambiare scarpe ma vorrei qualcosa che sia differente da quelle che attualmente uso, Asics Cumulus 19 con cui purtroppo dopo un allenamento intenso mi fanno male le gambe.
    Sono rimasto affascinato dalla Adidas che m hanno detto consento anche di arrivare a fare 1200 KM che per la preparazione per la maratona dovrebbero essere ok.
    Cosa ne pensi ?
    Grazie ancora e complimenti per il blog.

    • Ciao Vincenzo e grazie per i complimenti!

      Sarò molto diretto e mi perdonerai la schiettezza con il quale ti scrivo, però quando si tratta di preparazione per una maratona bisogna parlare in modo molto chiaro per evitare delle conseguenze che potrebbero portare ad avere problematiche a livello salutistico.

      L’indicazione del tuo peso, senza l’altezza non mi fa capire effettivamente quanto e se sei in sovrappeso.

      La premessa oltre a quella di prendere una buona scarpa è quella di rientrare nel peso forma (o almeno di avvicinarlo il più possibile).

      Non possiamo pensare che la scarpa riesca a scaricare tutta l’energia che un peso molto importante assieme alla velocità accumula nella fase di corsa.

      Quindi il primo consiglio è quello di arrivare ad un peso compatibile all’obiettivo che ti sei dato.

      Per la scarpa invece, se stiamo parlando delle Adidas Ultraboost, si tratta di un modello sviluppato principalmente per atleti evoluti che oltre all’ammortizzamento, sfruttano la dinamicità della scarpa.

      Non è un modello indicato per chi ha una corporatura robusta e l’indicazione della durata fino a 1200 km è sempre in relazione all’atleta (stiamo sempre parlando di atleti evoluti e agonisti, se non addirittura professionisti).

      Nel tuo caso, la Cumulus non è consigliata, ma rimanendo sull’Asics puoi provare le Nimbus che sono un modello protettivo e adatto all’attività che dovrai affrontare.

      I miei sono solo consigli per tutelare anche il tuo fisico, soprattutto in un periodo molto caldo come quello che andremo ad incontrare dove è molto difficile allenarsi per fare lunghe.

      Spero di esserti stato d’aiuto.

      Buon allenamento,
      Davide

      • Ciao Davide,
        come prima cosa grazie mille per la tua risposta.
        La mia altezza è poi a 180 cm
        Mi fa piacere che la Cumulus per la mia “corporatura” non sia indicata e pensare che l’ho presa proprio al negozio dell’ascis ma non mi hanno mai perfettamente convinto.

        • Si, Vincenzo.

          Dopo i miei test, ho indicato la Cumulus come una scarpa indicata per tratti brevi di 30/45 minuti per 2/3 volte a settimana, ma non è un prodotto che ti consiglierei anche per queste attività.

          Buon allenamento
          Davide

  26. Ciao Davide, complimenti per la tua competenza! Ne approfitto…sono fermo da molto tempo, per pigrizia non per problemi o altro. Ora sono piuttosto sovrappeso: 88kg a fronte di un peso forma di 78, ho ripreso a camminare regolarmente da un mese, alterno passo veloce a corsa tranquilla su terreni misti, asfalto e sterrato, anche piuttosto sconnesso. Che scarpa mi consiglieresti? Ho letto in altri articoli che per il mio peso sarebbero meglio stabili (a4), ma che per i terreni sconnessi sarebbero meglio delle a5 che però sono più leggere e forse non indicate per un peso come il
    Mio…puoi aiutarmi a dissolvere la confusione?
    Grazie! Luca

    • Ciao Luca,

      In realtà per ciò che fai va bene una qualunque scarpa da corsa A3.

      Le scarpe stabili o A4 sono consigliate a chi è in sovrappeso e corre lunghe distanze.

      Questo perché i muscoli del piede dopo molti km si affaticano, l’affaticamento fa appiattire l’arco plantare facendo andare il runner in pronazione.

      Nel tuo caso, alternando corsa e camminata puoi andare serenamente su una A3.

      Quando correrai per più di 10km e sicuramente il tuo peso sarà nuovamente sceso, riscrivimi per poter individuare una scarpa più adatta a ciò che starai facendo!

      Buon allenamento,
      Davide

  27. …continuo dal messaggio precedente…Approfitto per ampliare le informazioni: sono alto 1,80m, nella corsa appoggio prima la punta, ho la pianta del piede piuttosto larga, piede non piatto, ma quasi…e mi infastidiscono le scarpe che stringono troppo sul collo del piede. Grazie ancora!
    Luca

  28. Sono un camminatore, peso poco più di 90 kg e intendo comprare delle scarpe adatte al mio peso e conformazione . Ho il piede sinistro con una certa piattezza e la caviglia dx abbastanza debole . Le scarpe che attualmente uso sono le mizuno wave legend 4, ma le sento rigide e mi danno dei dolori alle anche che penso sia una infiammazione del trocantero. Inserendo delle solette gel il fastidio è sostanzialmente diminuito ma comunque sono più strette e meno stabili.
    L’arco plantare del piede sinistro è molto basso quindi sulla sx sono sicuramente pronatore ed ho fatto caso che il dolore all’anca dx diminuisce molto se sposto il peso sull’esterno del piede destro . Penso di essere decisamente pronatore a causa del piede sx che poi influenza tutta la camminata. Insomma ho bisogno di scarpe per atleti pesanti, che compensino la piattezza del piede sx ma ache morbide e stabili perchè giro essenzialmente sull’asfalto sconnesso di Roma e sterrrati battuti.
    Vorrei cambiarle e sono indeciso tra le mizuno horizon 3 e le saucony reedemer ISO2 : secondo voi quale delle due sarebbe meglio? O avete altre soluzioni?

    • Ciao Ambrogio,

      Non ti consiglio nè le Mizuno Horizon nè le Saucony Reedemer in quando entrambi i modelli sono per pronatori o iperpronatori e tu ad un piede non lo sei quindi questo comporterebbe comunque uno squilibrio sul piede che non ha problemi.

      Risolveresti un problema per poi crearne un altro.

      Vista la componente di situazioni che vanno a sommarsi, la cosa più giusta e quella di farsi fare un plantare su misura che possa equilibrare i vari scompensi.

      Poi dovrai scegliere una scarpa A3 (quindi ammortizzata e neutra) dove il tuo plantare possa stare bene senza creare troppi fastidi.

      Conta che con plantare sarà sempre necessario prendere un numero in più.

      Buon allenamento
      Davide

  29. ciao Davide, sono Luca ed ho scoperto da poco il sito scarperunning.org e vi devo fare i complimenti per le ottime info e suggerimenti.
    ho 42 anni e sono 110kg per 1.90 e da quando ho smesso di fumare (circa 7 anni fa) corro 1 volta la settimana circa 10km in media sui 6.10 al km più per rilassarmi che per altro visto anche il mio lavoro da impiegato. ogni tanto vado anche in palestra (ho altre scarpe). il mio è più un passatempo e sfogo. ho qualche ernia discale e nell’ultimo anno un ginocchio, causa artrosi già diagnosticata, ha riversato un po’ di liquido ma senza ulteriori disagi.
    so che non dovrei correre e dovrei prima buttare giù un po’ di peso me lo dicono tutti i medici…. ma non dovrei nemmeno mangiare le fritture di pesce visto il colesterolo 😀😀😀
    ho corso con numerose scarpe ed ora vorrei passare ad un altro paio. leggendo qua e la sono tentato dalle brooks glycerin 16 che mi sembrano un buon compromesso e giuste per me. che ne dici? altri consigli?

    • Ciao Luca e grazie per i complimenti.

      Capisco quanto mi scrivi ma anche se ti è stato detto, a causa del peso e delle potenziali problematiche che potrebbero sorgere, devo necessariamente sconsigliarti di correre.

      Vorrei essere più chiaro: il tuo peso potrebbe compromettere irreversibilmente e seriamente la tua struttura.

      Purtroppo non si torna indietro e le eventuali cure sono assai invasive.

      La medicina non è il mio campo e spetta ad altri dire ciò che è giusto fare, ma mi sta particolarmente a cuore specificarlo.

      Prima di iniziare a correre, ti consiglierei di allenarti su camminate veloci e iniziare una dieta.

      Concordo con il fatto che mangiare sia una delle cose più belle che ci siamo (anche io sono un gran mangione 🙂 ), ma qui si tratta di tutelare la propria salute, attuale e futura.

      Passando alle scarpe, le Glycerin possono andare bene ma non risponderanno appieno a ciò di cui hai bisogno.

      Ti consiglio le Hoka One One Bondi, che sono scarpe molto più ammortizzanti in grado di assicurare un maggiore assorbimento degli urti.

      Spero capirai ciò che ti voglio dire (anche se preferirei dirti di correre quanto vuoi), ma devo essere onesto ccon te visto che in fondo mi chiedi un consiglio!

      Un abbraccio
      Davide

      • grazie mille. non ti prometto che seguirò i tuoi consigli appieno ma farò del mio meglio 😏.

        per le scarpe mi hai messo un bel tarlo ora mi documenterò e poi comprerò per….. emh… camminare veloce 😂😂😂

        grazie mille davvero. ciao

        • Qualunque cosa farai (corsa o camminata veloce) sarà sempre meglio che non fare nulla!

          Tienimi aggiornato!

          Buon allenamento,
          Davide

  30. Ciao Davide, negli ultimi anni mi sono lasciato un Po andare e vorrei ricominciare ad allenarmi facendo corsetta… peso 105 kg ho un problemino al ginochio e uso un plantare di sostegno per l’arco del piede … Quale modello di scarpa mi consigli ???

    • Ciao Nink,

      Non consiglio mai di correre quando abbiamo dei chili di troppo soprattutto se si è già in sofferenza su alcune articolazioni, nel tuo caso il ginocchio.

      Consiglio di perdere peso e di fare della camminata veloce.

      Se invece vuoi rischiare puoi andare su dei modelli A3 neutro che consiglio nel blog oppure sulle Hoka che sono una nuova generazione di scarpe pensate appositamente per dare un maggiore confort e per pesi importanti.

      Ribadisco che, comunque, la cosa migliore sarebbe quella di perdere prima un po’ di peso.

      Buon allenamento,
      Davide

  31. Ciao Davide
    ho iniziato a “correre” da poco, dopo anni di cammninata sportiva.
    Devo ora scegliere attentamente le scarpe adatte in quanto:
    – ho 61 anni, non vecchio ma certo non di primo pelo
    – sono sovrappeso (1.85 x 98kg)
    – ho un leggero enfisema
    – sono supinatore
    quindi non posso fare distanze né velocità degne di nota, posso solo divertirmi.

    Devo però proteggere i tendini con i quali ho già avuto qualche problema in passato.
    Le mie ricerche su internet mi hanno confuso ulteriormente le idee. Suggerimenti sulle scarpe più adatte?

    Grazie in anticipo

    Ciao

    Ennio

    • Ciao Ennio,

      Dato il peso, dovrei sconsigliarti di correre fino a quando non arriveresti almeno sui 90kg.

      Questo per evitare sovraccarichi alla parte scheletrica e ai tendini che, da come mi dici, hanno già qualche risentimento.

      Io consiglierei di proseguire con la camminata veloce, scegliendo una scarpa A3 che sia confortevole per le tue caratteristiche.

      Se invece vuoi correre, gli unici modelli che hanno una leggera correzione per la supinazione sono i seguenti:
      1) Nike Pegasus (Leggi la mia recensioneAcquista su Amazon);
      2) Asics Kinsei (Leggi la mia recensioneAcquista su Amazon);

      Se la tua supinazione è importante, ti consiglio allora un A3 neutra e di inserivi un plantare fatto su misura.

      Buon allenamento,
      Davide

  32. Ciao Davide,
    Non so se ti ricordi di me, ormai e’ passato un po’, sto finalmente uscendo da un problema di fascite plantare che mi sta attanagliando ormai dalla fine dello scorso ottobre.
    Ti scrivo perché ormai devo riflettere su che scarpa acquistare per sostituire le mie mizuno prophecy 7.
    Tieni conto che ora il mio peso è sui 92 kg ma in piena forma tocco gli 88 ed ero arrivato ad un passo di 4’50” sulla mezza, ora sto alternando glycerin 16 ed appunto le prophecy 7 .
    Ti dico ero in dubbio su :
    New balance 1080 v9
    Mizuno Prophecy 8
    Mizuno wave sky 2
    Tu che pensi di queste scarpe?
    Poi ho letto da un libro di Fulvio Massini che prendere il modello precedente quando esce una nuova scarpa non è una buona abitudine perché si rischia che l’intersuola non ammortizzi per via del fatto che diventino vecchie.
    E toglimi un dubbio, ho letto ovunque che le mizuno wave rider 22 sono scarpe per runner leggeri e “veloci” tranne qui su scarpe running, come mai?
    I miei commenti sono sempre prolissi Davide, perdonami.
    Grazie

    • Ciao Daniele

      Certo che mi ricordo!

      Partiamo dal discorso dell’indurimento dei materiali.

      Diciamo che in parte i materiali induriscono, questo è vero… non posso dare torto a Fulvio Massini, ma non darei una scadenza così breve.

      Se paliamo di scarpe che hanno più di 2/3 anni forse si, però se parliamo di prodotti che trovi in un outlet, difficilmente troverai scarpe con più di 1 o 2 anni.

      Conta per molti modelli i numeri cambiano di 6 mesi in 6 mesi, quindi quando prendiamo un modello precedente parliamo di un arco di tempo di 6 mesi.

      Questo non comporta nessuna alterazione nella scarpa.

      Piuttosto bisogna prestare attenzione a non lavare le scarpe in lavatrice o esporle ad alte temperature.

      Per quanto riguarda i modelli, invece, la Wave Sky 2 è una scarpa che si pone come alternativa alle Nimbus e alle Glycerin.

      Visto che utilizzi le Mizuno forse potresti provare a cambiare modello rimanendo sempre nel marchio.

      Per l’ultima domanda relativa alle Rider, ognuno può dire la propria.

      Sta di fatto che sono scarpe A3 progettate per il massimo ammortizzamento.

      Mizuno ha voluto creare un modello leggero in grado di dare oltre all’ammortizzamento anche una grande dinamicità.

      Sicuramente è indicata a runner più leggeri perché in grado di sviluppare velocità più elevate, ma rimane un prodotto di massimo ammortizzamento.

      Buon allenamento,
      Davide

        • La New Balance 1080 v9 è una scarpa da corsa A3 pesante ma che offre una buona ammortizzazione e una grande protezione.

          Se cerchi una scarpa ammortizzata che ti protegga, la New Balance è perfetta!

          Tuttavia, la considero una scarpa di fascia medio-alta (non la reputo un top di gamma).

          Buon allenamento,
          Davide

          • Top di gamma New balance per noi runner sopra i 90 kg ma che vogliono anche poter accelerare un pochino il passo?

          • Richiedere dinamicità a una scarpa che ammortizza è molto difficile, Daniele.

            Tuttavia, la New Balance che risponde alle tue esigenze (ossia che garantisce un buon ammortizzamento e dinamicità) è quella che hai citato un attimo fa: la 1080.

            Buon allenamento,
            Davide

  33. Ciao Davide, un consiglio, ho corso con le Nike Vomero 13 con cui ho fatto anche una maratona, poi sono passato alle Hoka Bondi 6, premetto che sono 95 kg e faccio circa 230 km mese, ma di entrambe non sono pienamente convinto, che consiglio mi puoi dare per il prossimo acquisto? grazie

    • Ciao Massimo,

      Le scarpe che mi hai elencato non sono particolarmente responsive:
      – La Vomero è una scarpa A3 molto ammortizzata utilizzata dai runners in fase di scarico o durante le lunghe corse
      – La Hoka Bondi fornisce una grande protezione a discapito però delle prestazioni.

      A tal proposito, da quel che ho capito, cerchi una scarpa che protegga al massimo, senza pensare alle prestazioni, corretto?

      Non avendo informazioni sul tuo fisico (pianta del piede larga o stretta? arco plantare alto o basso? collo alto?) o sui tuoi obiettivi, non posso darti un consiglio preciso al 100%, tuttavia, dato che non ti sei trovato bene con Nike e Hoka, mi sento di consigliarti di provare altri brand, in particolare Asics Gel Nimbus.

      Buon allenamento,
      Davide

  34. Buongiorno Davide,
    Ho dato un occhio alle varie risposte che hai dato e mi sono già fatto un idea su che genere di scarpe prendere, ma visto ci siamo ti scrivo sia per il mio particolare caso che per farti i complimenti.
    Ho iniziato la preparazione per la 100km del passatore che farò per lo più camminando, ti chiedo un paio di nomi per me che sono 100kg un ginocchio con legamento rotto che non mi da particolari problemi ( per fare 20 km …..) !
    Grazie per le eventuali risposte

    Saluti
    Lapo

    • Ciao Lapo,

      Purtroppo non posso darti un consiglio preciso non disponendo di tutte le informazioni (mi hai detto solo il peso ma non l’altezza).

      La mia raccomandazione è comunque di chiedere un parere medico prima di eseguire questa attività (non è il massimo preparare una 100km con un ginocchio senza crociato 😉 ).

      A proposito di scarpe, ti consiglio di acquistarne due paia da alternare durante i tuoi allenamenti, per dar tempo al materiale di “riposarsi”.

      Potresti optare per:
      1) Hoka Bondi, che sono scarpe molto ammortizzate.
      2) Un paio di scarpe A3 fra quelle che trovi in questa lista

      Buon allenamento,
      Davide

  35. Ciao Davide e complimenti per l’articolo.
    Anche se da sempre sovrappeso sono sempre stata dinamica e con una ottima massa muscolare, negli ultimi 10anni sono riuscita ahimè ad arrivare a 114 kg. L anno scorso ho ricercato le migliori scarpe(da ignorante quale sono) per iniziare a camminare e ho comprato delle asics culumus 19. Non ho particolari problemi di scarico sulla pianta del piede, a parte una lieve pressione esterna data dal mio peso eccessivo, e le ho trovate abbastanza comode, se non che dopo esattamente 16 km di camminata, nonostante non calzasse stretta, l’unghia del mio alluce é diventata nera. E ho smesso di camminare per il dolore. Situazione che pare si stia risolvendo ora, dopo 7 mesi, con la ricrescita di una nuova unghia sottostante.
    Scusa il papiro, ma potresti consigliarmi una calzatuta più adatta? Un venditore mi consigliò (e mi fece acquistare) delle new balance. Al terzi utilizzo erano praticamente sformate, nessun dolore ma continue storte mentre camminavo.
    Grazie mille

    • Ciao Tiziana, ti ringrazio per avermi scritto e per i complimenti all’articolo 🙂

      Partendo dal presupposto che nessuna scarpa è in grado di proteggerti totalmente, ecco le mie considerazioni:

      Le storte molto probabilmente non sono dovute alla scarpa, ma al peso superiore ai 90kg: durante le corse più lunghe, le tue caviglie si potrebbero stancare facilmente, e dopo alcuni chilometri potrebbero risentirne, e cedere.

      Una scarpa più larga sulla pianta potrebbe fornirti maggiore stabilità, ma non eliminerà del tutto la possibilità di storte.

      Per venire incontro alle tue esigenze, ti consiglierei le Hoka Bondi, scarpe dotate di una buona ammortizzazione appositamente create per chi ha un peso superiore ai 90kg.

      Spero di esserti stato d’aiuto. Per qualsiasi informazione non esitare a scrivermi ancora.

      Buon allenamento,
      Davide

  36. Ciao Davide,

    complimenti per l’articolo. Ho 31 anni, peso 110kg circa e alto 188cm.
    Vorrei iniziare con la corsa (o camminata veloce come consigli sopra), tuttavia dalle prime uscite sento un dolore alla tibia anteriore, che non so se sia dovuta semplicemente a una scarsa condizione fisica o può essere ad una scarpa sbagliata.
    Tu che modello mi consigli?

    Grazie
    Marco

    • Ciao Marco e grazie per i complimenti,

      Innanzitutto, prima di iniziare a correre, ti consiglio di fare delle camminate veloci di 1h / 1.30h due o tre volte a settimana, perchè iniziando subito a correre rischieresti di creare infiammazioni tendinee o danneggiare la struttura scheletrica.

      Detto ciò, per quanto riguarda la tibia anteriore, dovrebbe trattarsi di periostite (infiammazione della tibia) che viene a formarsi quando non si è abituati a correre. Per risolvere dovresti abituare il tuo fisico al fare attività.

      Per quanto riguarda le scarpe, invece, ti consiglio le Hoka Bondi 6, scarpe indicate per chi ha dei kg in più, desidera fare attività fisica e tutelare nello stesso tempo il proprio fisico.

      In alternativa, puoi optare per una qualunque A3 che trovi in questo articolo: calzature A3 da corsa.

      Buon allenamento,
      Davide

  37. ciao davide, sono un ragazzo di 23 anni, 135 kg per 190 cm. Ho iniziato a camminare per cercare di dimagrire (cambiando anche alimentazione) ottenendo discreti risultati con grandi sacrifici ma anche tanta costanza. Vorrei passare alla corsa ma ho paura che essendo pesante le articolazioni ne soffrirebbero, hai qualche modello di scarpa da consigliarmi per evitare di danneggiare le articolazioni?
    Grazie mille e complimenti per l’articolo.
    Andrea

    • Ciao Andrea!

      Sai sono in molti ad essere nella tua stessa situazione ma in pochi che si fanno le domande giuste per evitare di dover rimediare a dei problemi solamente dopo aver subito delle conseguenze… un vecchio spot televisivo diceva “prevenire è meglio che curare” ed è proprio quello che voglio fare attraverso questo blog e le risposte che dó.

      Come avrai potuto leggere nelle risposte che ho dato ad altri runners, la cosa peggiore che si può fare quando il nostro peso è distante dal peso forma è quella di correre.

      La parola d’ordine per arrivare al peso forma è la costanza.

      Quindi continua, se la stai già facendo con sessioni di camminata veloce, associati ad una dieta adeguata e vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare.

      Se tu domani andassi a correre (al di là del fatto che correre non vuol dire perdere più peso), potresti rischiare di compromettere, come hai giustamente scritto, le articolazioni o la colonna vertebrale nel tempo in modo irreversibile e questo ti porterebbe a non poter più correre.

      Quindi costanza fino a quando il tuo peso non sarà almeno al di sotto dei 100kg (ovviamente il peso è in funzione dell’altezza, ed io ho detto questo peso perché sei alto 1,90).

      Per il modello di scarpa, ti consiglio le Hoka.

      Andrei comunque su una scarpa da corsa A3 e punterei se ne hai bisogno su di un plantare.

      Un altro punto importante sarà poi, una volta raggiunto il peso forma, iniziare a correre con la tecnica giusta e nel modo giusto.

      Ti informo in anteprima che stiamo progettando delle giornate a numero chiuso per un pubblico di lettori selezionati, dove sarà possibile incontrarci e passare del tempo insieme in modo da aiutare le persone a correre nel modo corretto.

      Fammi sapere come procede.

      Buon allenamento,
      Davide

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here