Home Scarpe da Corsa Adidas Adidas Supernova Rise: Recensione, Caratteristiche, Prezzo

Adidas Supernova Rise: Recensione, Caratteristiche, Prezzo

39
0

Credo siano passati anni da quando ho messo ai piedi una scarpa da running Adidas l’ultima volta… Per qualche motivo non mi hanno mai particolarmente attratto, e l’avvento di tanti nuovi brand negli ultimi tempi ha fatto sì che le Adidas passassero inosservate. 

Intendo per me, ovviamente.

Perché in realtà i prodotti running di questa famosa azienda non sono mai mancati. Soprattutto per quanto riguarda la strada, un po’ meno nel trail running. Ma anche in quel settore Adidas sta facendo passi degni di nota.

Tra le scarpe ben conosciute del marchio, ci sono le Supernova, che ora si rivedono in una veste completamente nuova, nella versione Rise che vedremo in questa recensione.

Per chi avesse poco tempo, posso dire fin da subito che si tratta di buone scarpe, sono infatti delle daily trainer che possono far felici tanti runner amatoriali.

Per chi invece vuole saperne di più, basta continuare a leggere…

UOMO

DONNA

Test delle scarpe da corsa Adidas Supernova Rise

Ho provato queste scarpe principalmente su asfalto, in 4 uscite di varie distanze, dai 5 ai 15 km circa. Come sempre, le ho portate anche su fondi sterrati, anche non sono nate per quello, ma per vedere come si comportano anche in quelle situazioni.

Caratteristiche tecniche

  • Marchio: Adidas 
  • Modello: Supernova Rise
  • Tipologia: Strada, Neutra
  • Peso: 277 gr
  • Drop: 10 mm
  • Famiglia: Supernova

Caratteristiche generali

Tra le tecnologie impiegate in questa rivisitazione delle Supernova, troviamo l’intersuola Dreamstrike+, vero cardine di questo modello e forse la parte più riuscita. 

Ma anche il Support Rod System, che sembra essere eccellente nell’aumentare la stabilità della scarpa.

Sul versante del peso abbiamo circa 277 grammi nella versione maschile. Il dato si riferisce, come spesso accade, al numero 42. Non si tratta di una scarpa leggera, ma non si può nemmeno dire che sia drammaticamente pesante.

Suola

Ci sono scarpe che nascono con una buona suola e altre no. Non è per niente scontato avere una buona aderenza, perché succede più di qualche volta di trovare una suola mediocre.

Per fortuna le Supernova Rise fanno parte di quelle scarpe ben riuscite a 360°. 

Sull’asciutto si sono comportate egregiamente. Si sente che c’è una trazione affidabile. Ma grazie ai molti giorni di pioggia di questo periodo, ho potuto testarle anche su asfalto bagnato e l’aderenza è stata impeccabile. 

Purtroppo non posso esprimermi sulla durabilità. Ultimamente ho diverse scarpe da provare e temo passeranno alcuni mesi prima di consumare le Supernova a sufficienza per potermi esprimere.

Intersuola

L’intersuola misura 35.5mm sul tacco e 25,5 mm di altezza in punta. Si tratta, quindi, di misure nella media. Niente a che vedere con modelli da 40mm e oltre. 

Il differenziale è quindi di 10mm, e in questo si avvicinano ad altre daily trainer come le Brooks Ghost (12mm) o le Saucony Triumph (10mm). 

L’ammortizzazione si sente. E’ una scarpa molto protettiva e offre una sensazione di corsa ben bilanciata, morbida ma senza esagerare.

Se fosse uscita 5-6 anni fa, l’avrei probabilmente definita come molto morbida, ma la tendenza degli ultimi anni ha prodotto scarpe davvero più soffici.

In ogni caso, è molto comoda. La rullata è fluida, la scarpa accompagna il piede senza farsi sentire. E c’è anche un pizzico di reattività, che la fa apprezzare ancora di più.

La struttura della scarpa vede un rocker accentuato, ovvero è ben smussata sul tallone, sulla parte laterale, e soprattutto sulla punta. Questa forma, che mi viene sempre da definire “a gondola”, è una caratteristica della maggior parte delle scarpe da running, che serve a dare maggiore fluidità alla rullata e a “spingere” un po’ in avanti.

Intendiamoci, non è particolarmente eccitante. Ma mentre correvo mi son dimenticato di averla. 

Altro aspetto che ho trovato degno di nota è la stabilità delle Supernova. Sembra che il Rod System che ho citato prima funzioni molto bene. E a dirlo è un iperpronatore.

Il marketing a volte esagera, come è ovvio che sia, e deve dare un nome figo a cose che tanto fighe non sono. Questo Rod System non è altro che uno strato di schiuma EVA più dura, però fa un lavoro eccellente.

Molte volte mi sono ritrovato ad amare una scarpa per la sua ammortizzazione, per la reattività, etc. ma ad odiarla per la mancanza di stabilità. Certo, non tutti ne hanno bisogno allo stesso modo, ma il fatto che molte scarpe sono ora molto morbide e alte ha come conseguenza una scarsa stabilità.

Le Supernova sono anche flessibili, il che non guasta affatto in un mondo che guarda sempre più ad irrigidire la struttura (specialmente nelle scarpe con piastra in carbonio). La rigidità può essere utile per chi ha iperpronazione grave e anche per attenuare altre problematiche, come l’infiammazione del tendine d’Achille, la fascite plantare, etc. 

Ma fa lavorare meno il piede, e questo non sempre è positivo perché diminuisce la sua forza e può diminuirne anche la propriocezione.

Le Supernova sono certamente delle daily trainer, ovvero quelle scarpe che puoi usare tutti i giorni per gli allenamenti di corsa lenta, ma anche per qualche uscita un po’ più veloce

Nei miei test ho provato a spingerla su tempi che, nel mio caso, corrispondono a ritmo gara da 5km e l’ho trovata comunque buona, anche se chiaramente non è stata creata per questo scopo.

Secondo me è un modello adatto a tutte le distanze e a riprova di questo, lo conferma anche la stessa Adidas che tra i dettagli della scarpa ha aggiunto anche il chilometraggio ideale, che va da 0 a 42km.

Tomaia

Mi pare di aver già detto che ho trovato la scarpa molto comoda e anche senza indossarle si può intuirlo, guardando la quantità di imbottitura sul tallone e sulla linguetta

Ottima anche la tenuta sul piede. La tomaia avvolge bene, si ha una sensazione di sicurezza, nonostante non sia una scarpa per lavori di velocità.

Però lo fa bene e anche qui si conferma essere ben fatta.

Non sono (più) un fan delle scarpe strette. Da quando ho iniziato ad usare le Topo Athletic mi viene sempre da fare il confronto e appena indosso una scarpa che non mi lascia libertà sulle dita dei piedi, ne soffro…

Ma le Supernova offrono una buona dose di spazio sull’avampiede, e non ho avvertito fastidio alcuno. 

Tra le tecnologie impiegate per realizzare le Supernova, Adidas cita anche il Comfort Heel Fit. Non stiamo parlando di nulla di rivoluzionario, ma semplicemente del fatto che sul tallone la scarpa è strutturata in maniera da dare comfort e non far sollevare il piede. 

Sono davvero un modello comodo, da usare anche per ore.

Infine, un accenno alla traspirabilità di questa tomaia. Nonostante sia febbraio, e quindi per me non è di vitale importanza avere una scarpa ben ventilata, ho trovato il tutto molto buono. 

Credo non si avranno problemi anche nei giorni estivi più caldi, ma sarà da vedere.

UOMO

DONNA

Pro e contro delle Adidas Supernova Rise

Pro

  • Rullata fluida
  • Stabile
  • Molto comoda
  • Ottimo grip

Contro

  • Non particolarmente reattive

Domande frequenti

A chi sono rivolte le Adidas Supernova Rise?

Le Supernova Rise sono scarpe ideali per chi ha bisogno di un paio di daily trainer, per gli allenamenti quotidiani a ritmi lenti e per quelli un po’ più sostenuti, come può essere una tempo run. 

Non sono scarpe specifiche per lavori di velocità, per quello esistono modelli più adatti, più leggeri e reattivi, ma possono comunque essere usate occasionalmente anche per quello scopo.

Nessun problema se si vuole usarle per distanze fino alla maratona.

Come calzano le Adidas Supernova Rise?

Le Supernova Rise offrono una calzata davvero comoda, fasciante sul collo del piede e sul tallone, ma abbastanza larghe sull’avampiede. Possono quindi essere adatte anche per chi ha piedi un po’ larghi.

Quanto costano le Adidas Supernova Rise?

Il prezzo ufficiale di queste calzature da running è di 150€

Dove comprarle

Puoi comprarle comodamente online. Vedi l’offerta qui sotto:

UOMO

DONNA

Comparativa con scarpe da corsa simili

Adidas Supernova Rise VS Asics Novablast 4

Le Novablast 4 sono state una bella sorpresa per me (trovate la mia recensione qui). 

Comparate alle Supernova Rise vincono a mani basse in quanto a divertimento. Sono davvero scarpe fantastiche e vien voglia di metterle ogni giorno.

Ma le Supernova Rise vincono sul versante della stabilità, che seppur migliorata nelle Novablast 4, non è buona quanto quella delle Supernova. 

La scelta è ovviamente soggettiva, dipende un po’ da cosa si cerca.

UOMO

DONNA

Conclusione

Le Adidas Supernova Rise sono, a mio avviso, ottime scarpe. Non sono sorprendenti, non sono particolarmente eccitanti, ma se dovessi dare un voto da 0 a 10, prenderebbero 8.

Tutto quello che devono fare lo fanno bene, a partire dall’intersuola che offre una rullata piacevolmente fluida e un tocco morbido senza essere eccessivo. 

La tomaia offre tantissimo comfort, e la suola, efficace anche sul bagnato, completa questa scarpa ben fatta.

E sono anche relativamente versatili, ideali per tutte le distanze, sia per uscite di pochi chilometri che per gare di mezza maratona o per i 42km.

UOMO

DONNA

  • DESIGN
  • COMFORT
  • STABILITA'
  • RAPPORTO QUALITA' PREZZO
  • PESO PERCEPITO
3.9

Summary

Le Adidas Supernova Rise sono, a mio avviso, ottime scarpe. Non sono sorprendenti, non sono particolarmente eccitanti, ma quello che devono fare lo fanno molto bene. Da 0 10, darei 8.

Articolo precedenteAltra Lone Peak 8: Recensione, Caratteristiche, Prezzo
Runner e Running Coach con la passione per le ultramaratone, la montagna, e tutto ciò che ci gira attorno. Mi trovi qui: https://www.instagram.com/gabrielezampieri/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome