Home Guide Scarpe chiodate da atletica: tutto ciò che occorre sapere

Scarpe chiodate da atletica: tutto ciò che occorre sapere

17
0

Fare sport è decisamente importante per la cura di sé stessi, poiché non solo è possibile raggiungere il peso forma ideale, bensì ci si sente meglio sul piano mentale. Per non restare con le mani in mano mentre si svolge un lavoro qualunque, che sia da remoto o in ufficio, è essenziale bilanciare con del sano movimento. Si può scegliere tra un’ampia selezione di attività fisiche, ognuna con le sue caratteristiche, regole e abbigliamento. Quest’ultimo è un aspetto essenziale a cui far fronte per realizzare delle sessioni di allenamento ideali, avvalendosi di comodi strumenti per non incorrere in spiacevoli infortuni. Nell’ambito sportivo, la preferenza per indumenti personalizzati emerge come espressione della propria individualità, mantenendo, al contempo, rigorosi standard qualitativi in termini di performance.

Nello sport agonistico si ricorre sempre più alla personalizzazione sia per una questione di estetica o branding (anche se attraverso siti ecommerce come fullgadgets.com, specializzato nella customizzazione, pure i non agonisti hanno la possibilità di creare indumenti sportivi personalizzabili) sia per ragioni legate alle performance, e in merito a questo aspetto le scarpe sono indubbiamente le attrezzature più soggette a adattamenti funzionali alle esigenze degli atleti. Infatti, le calzature sportive non sono soltanto un’occasione per i brand di essere ‘indossati’ dai professionisti, ma in realtà abbinano perfettamente l’estetica con la funzionalità e il comfort. Un esempio su tutti lo sono le scarpe chiodate da atletica, le quali rendono questo sport incredibilmente pratico. Ma per approfondire: ecco tutto ciò che occorre sapere sulle scarpe chiodate da atletica.

Scarpe chiodate da atletica: prestazioni migliorate e comfort assicurato

Con le scarpe chiodate da atletica si ha accesso a una serie di vantaggi non di poco conto, e ciò vale sia per gli sportivi professionisti che per quelli amatoriali. Chiunque può acquistare un paio di scarpe di questa tipologia, poiché la convenienza è davvero troppo evidente. Al pari di chi pratica la corsa leggera, anche chi si dedica all’atletica ha il dovere di selezionare un modello di calzature ideali per sé e per lo sport in questione. Le scarpe chiodate offrono un supporto eccellente al piede durante la camminata, la corsa, l’elevazione e così via. Si tratta del medesimo procedimento concretizzato dalle scarpe da trekking, ovvero si sostiene il movimento accompagnando il piede gradualmente. Occhio però che il numero sia corretto, altrimenti con delle scarpe troppo strette o eccessivamente larghe si rischia di andare incontro a infortuni come le storte e gli stiramenti.

Ma da cosa deriva il nome? Le scarpe chiodate da atletica sono così chiamate perché in primo luogo sono state progettate appositamente per il suddetto sport (qualsiasi disciplina o declinazione), e poi presentano una suola grossomodo rigida riempita da chiodi di dimensioni diverse. Grazie a questi ultimi, la scarpa riesce nella pratica ad aderire al terreno e al piede dello sportivo, offrendo un alto livello di comfort e delle prestazioni decisamente migliorate in termini di velocità e risultati.

Le caratteristiche delle scarpe chiodate da atletica

Ci sono molteplici tipologie di scarpe chiodate da atletica, le quali vengono realizzate con materiali differenti e con delle punte di diversa lunghezza. Ci sono quelle da velocità, decisamente più leggere e progettate per spingere con dinamicità il piede in avanti, semplificando il movimento. Infatti, è la suola a svolgere il passaggio cruciale supportando il movimento, e rendendolo meno faticoso. Tuttavia, è bene sapere che per ciò che concerne le gare su pista, le dimensioni dei chiodi non possono superare assolutamente i 9 millimetri.

Un altro modello conosciuto è rappresentato dalle scarpe chiodate da mezzofondo, che presentano una suola morbida in grado di ammortizzare il movimento del piede una volta toccato il terreno. Ciò potrebbe risultare un vantaggio decisivo nelle gare lunghe, perché sono delle scarpe chiodate abili nel supportare il muscolo e il piede durante lo stimolo prolungato. Le lunghezze dei chiodi variano a seconda del tipo di atletica praticata: per la corsa è stato stabilito un massimo di 9 millimetri; per i lanci 11 millimetri al massimo; per terreni eccezionalmente scivolosi e tortuosi si possono adoperare i 12 millimetri.

Quanto costano le scarpe chiodate da atletica?

I costi delle scarpe chiodate variano a seconda di più fattori, quindi risulta piuttosto complesso stabilire un prezzo fisso. Ci sono, infatti, molte fasce di prezzo da poter osservare quando ci si è convinti di voler procedere con l’acquisto di questa tipologia di scarpe. Una volta stabilite le proprie esigenze, si cercano delle scarpe chiodate con delle caratteristiche ben precise e ci si informa sul costo. Altre varianti sono i brand produttori e i materiali adoperati per la realizzazione delle scarpe, nonché la presenza o meno di ulteriori elementi confortevoli. Per delle scarpe chiodate ottimali si può arrivare a pagare circa 70 euro, mentre per quelle appartenenti a marchi rinomati e professionali si va oltre i 100 euro.

I fattori da valutare prima dell’acquisto

Per poter riscontrare i benefici legati alla pratica dell’atletica, è fondamentale avvalersi non solo del corretto abbigliamento, ma anche e soprattutto delle calzature sportive. Prima di procedere con l’acquisto, ci sono alcuni fattori da valutare per non cadere in errore. Le scarpe chiodate da atletica si dividono in molteplici categorie in base alla tipologia di corsa da svolgere e su quale terreno nello specifico. Alcune sono studiate per articolare al meglio il piede, altre risultano super leggere e quindi fluide, altre presentano degli efficienti ammortizzatori per non avvertire la fatica dei passi, mentre alcune hanno la capacità di stabilizzare il piede quando si affronta un terreno piuttosto tortuoso.

Non bisogna solo prendere in considerazione la corsa e il terreno, ma anche le caratteristiche dell’individuo praticante. Con questo si intende esaminare la forma del piede, l’esperienza accumulata, il grado di allenamento (specialmente quando più intenso) e il numero ideale per sé stessi, poiché ogni piede ha la sua larghezza. Inoltre, è bene sapere che c’è chi corre appoggiando il tallone, chi l’esterno e chi l’avampiede, perciò è necessario scegliere consequenzialmente il corretto livello di ammortizzazione. Infine, attenzione al peso del proprio corpo, perché le scarpe chiodate da atletica devono sostenerlo in maniera adeguata.

Articolo precedenteQuali sono le migliori scarpe da running su asfalto?
Articolo successivoAsics Gel Nimbus 26: Recensione, Caratteristiche, Prezzo
A differenza degli altri blog che parlano in generale del mondo della corsa, Scarperunning.org è specializzato in scarpe da running. Questo significa che troverai sempre informazioni dettagliate e recensioni sulle migliori scarpe per correre in commercio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome