Home Scarpe Running Asics Asics Novablast 4: Recensione, Caratteristiche, Prezzo

Asics Novablast 4: Recensione, Caratteristiche, Prezzo

58
0

Le Asics Novablast 4 fanno parte della categoria intermedia in casa Asics.

Sin dalla prima versione, sono state scarpe super ammortizzate, massimaliste, estremamente comode e anche morbide, adatte ad allenamenti a ritmo sostenuto, come le cosiddette “tempo run”, ma anche versatili da poter essere usate come scarpe per tutti gli altri allenamenti settimanali.

L’ultima versione aveva forse un unico neo: era troppo instabile. Per molti runner queste scarpe erano già perfette, ma per quelli che avevano bisogno di un po’ più di supporto non era proprio il massimo. Io ero uno di quelli, e nonostante le abbia apprezzate molto, mancava qualcosa per renderle veramente ottime.

Con questa nuova versione è arrivata anche più stabilità, e sono state accentuate ancor di più le caratteristiche di daily trainer. Quindi risultano essere un modello probabilmente meno veloce. Ma vi posso garantire che sono molto interessanti.

Vediamo perché.

UOMO

DONNA

Test delle scarpe da corsa Asics Novablast 4

Ho provato le Novablast 4 in uscite brevi e lunghe, variando i ritmi per testarne le potenzialità, indicativamente da 5:30 fino a 4:00/km. Come sempre, le ho portate soprattutto su asfalto, ma senza disdegnare gli sterrati.

Caratteristiche tecniche

  • Marchio: Asics
  • Modello: Novablast 4
  • Tipologia: Neutra, Ammortizzata
  • Peso: 258 gr
  • Drop: 8 mm
  • Famiglia: Novablast

Caratteristiche generali

Iniziamo col dire che Asics non ha stravolto la scarpa, e questo è un bene, perché le Novablast 3 non erano affatto male. Hanno solo sistemato quei dettagli che dovevano essere migliorati.

Nella nuova versione abbiamo una base più larga di ben 5 mm. Si potrebbe pensare che non siano molti, ma in realtà in una scarpa da running lo sono eccome.

Sono molte le scarpe che recentemente stanno costantemente aumentando i millimetri di larghezza, è successo recentemente anche alle Saucony Ride 17, per esempio.

A volte questo viene fatto per bilanciare e rendere più stabili le scarpe, che montando intersuole morbide, potrebbero essere carenti sotto questo aspetto.

Le Novablast precedenti lo erano di sicuro.

Tra le tecnologie impiegate, a saltare all’occhio è la schiuma FF Blast+ Eco, che non è solo un ottimo materiale, ma è anche composto per il 20% da materiale organico. Non basterà a cambiare il mondo, ma è pur sempre qualcosa.

La versione numero 4 risulta essere un po’ più pesante della precedente, di quasi 20 grammi. Ma alla prova dei fatti non si sentono. Anzi, le scarpe hanno un che di eccitante, come vedremo dopo.

Suola

La suola delle Novablast 4 si concentra principalmente sui bordi della scarpa, e aggiunge una piccola parte centrale sull’avampiede. 

Sembra essere un po’ più spessa di quella delle Novablast 3. Inoltre, il design è ora segmentato, probabilmente per dare più aderenza.

E infatti la scarpa ha un buon grip su quasi tutti i fondi in cui le ho provate, quindi su asfalto, cemento e anche ghiaia. Ho sentito che alcuni runner non le hanno trovate molto efficaci su fondo bagnato, ma finora non ho avuto modo di provarle in quelle condizioni.

Non è una gomma troppo rigida, e credo che questo contribuisca a dare una certa flessibilità sull’avampiede.

Non c’è molto altro dire su questo punto, mi pare che la suola faccia il suo!

Intersuola

Iniziamo col dire la solita cosa che ormai si usa citare in queste situazioni: le Novablast 4 sono illegali! 

Battute a parte, come capita sempre più spesso negli ultimi anni, la tendenza ad elevare l’altezza dell’intersuola ha fatto sì che la World Athletics (la federazione internazionale di atletica) mettesse delle regole precise.

Se le scarpe sono più alte di 40mm, non possono essere usate nelle competizioni della federazione. Il perché è presto detto: porterebbero, probabilmente, un vantaggio troppo grande per chi le indossa.

Ecco perché si legge in giro che sono illegali…

Le Endorphin Rift hanno rispettivamente 41,5mm sul tallone e 33,5 mm sull’avampiede. Ma a meno non dobbiate gareggiare in quegli eventi, non avete nulla da temere. Anzi, apprezzerete (e forse tanto) che ci sia tutta quell’ammortizzazione sotto ai vostri piedi.

A me è piaciuta tantissimo. Non sempre apprezzo queste caratteristiche esagerate. Anzi, nei miei allenamenti quotidiani su strada, uso scarpe come le Saucony Ride 16, o le Topo Athletic Phantom 3, entrambe con un’ammortizzazione bilanciata, nient’affatto morbidosa…

Ma devo ammettere che le Novablast 4 mi hanno stregato… Mi sono ritrovato a sorridere mentre correvo. Perché non me l’aspettavo.

Sono morbide, ma un po’ meno della versione numero 3. Probabilmente Asics ha voluto togliere un po’ di morbidezza per avere più reattività, e infatti sono scarpe che danno un bel ritorno di energia.

Le ho trovate fantastiche sia quando andavo a 5:00/km che a 4:00/km. Merito anche del rocker molto accentuato, ovvero la forma smussata di punta e tallone, che agevola il passo.

Come dicevo prima, ho apprezzato anche le versioni precedenti, ma erano un po’ instabili, e avendo una tendenza a iperpronare, non le avevo amate.

La versione numero 4 aggiunge proprio la stabilità che prima mancava. Il tallone non è ballerino, merito anche della base molto larga. Stiamo comunque parlando di una scarpa per chi ha appoggio neutro, o per iperpronatori che non vogliono avere quel supporto in più che le scarpe stabili danno.

Il drop è di 8 mm. Asics ha poche scarpe con drop bassi. Se penso alla loro linea da strada, non me ne viene in mente neanche una…

Per concludere questa sezione, la sensazione che mi danno le Novablast 4 è quella di poter fare chilometri e chilometri senza stancarsi.

Non saranno veloci come le scarpe con la piastra, ma io le preferisco così come sono. Anche perché le scarpe col carbonio hanno spesso la tendenza ad essere estremamente rigide, mentre le Novablast sono piuttosto flessibili.

In sintesi, perfette per essere usate ogni giorno, che sia per un lungo lento ma anche per delle ripetute.

Tomaia

La tomaia delle Novablast 4 contribuisce non poco a rendere questa scarpa confortevole. Il materiale usato è simile al knit, ovvero materiale intrecciato, ma sottile e soprattutto molto traspirante.

È anche morbido e piacevole sul piede. Non ho avuto alcun problema di sfregamenti fastidiosi. Il tutto è davvero molto comodo.

La tomaia tiene molto bene il piede, lo avvolge senza costrizioni. La calzata non è stretta, e la scarpa può accomodare anche piedi leggermente più larghi.

La linguetta è, per dirla all’inglese, “gusseted” (a soffietto), ovvero collegata su entrambi i lati alla tomaia. Inoltre è fornita di fori di aerazione sulla parte anteriore, per incrementare la traspirabilità.

Tanta l’imbottitura sul tallone, che infatti risulta essere comodissimo. Nel mio caso, pur indossando una soletta diversa e un po’ più alta, il tallone è ben tenuto e non si alza.

I lacci sono forse troppo lunghi, tanto che ho dovuto incastrarli sotto la tomaia per non farli sventolare. Ma è un difetto quasi insignificante, facilmente risolvibile.

Il paio che ho ricevuto, come si vede anche dalle foto, è di un colore verde fluo che non so se metterei sempre volentieri! Ultimamente ho testato un’altra scarpa dai colori vivaci, le Saucony Endorphin Rift, che hanno un verde ancor più acceso, ma stranamente più carino.

UOMO

DONNA

Pro e contro delle Asics Novablast 4

Pro

  • Estremamente versatili
  • Reattive
  • Davvero confortevoli
  • Più stabili di prima
  • Non troppo care

Contro

  • Meno adatte ai ritmi veloci

Domande frequenti

A chi sono rivolte le Asics Novablast 4?

Considerando l’ammortizzazione davvero abbondante, la reattività e la leggerezza, possiamo dire che queste scarpe sono indicate per il runner che cerca un prodotto per gli allenamenti quotidiani, sia a ritmo lento che a ritmo sostenuto, per competizioni come la mezza maratona o la maratona, o anche per distanze più lunghe.

Sono scarpe estremamente comode, ma anche divertenti, e la loro versatilità è evidente.

Come calzano le Asics Novablast 4?

Le Novablast 4 hanno una calzata accomodante, leggermente più ampia del normale, e possono quindi essere adatte anche per chi ha piedi un po’ più larghi

Quanto costano le Asics Novablast 4?

Il prezzo ufficiale di queste calzature da running è di 150 euro.

Dove comprarle

Puoi comprarle comodamente online su Amazon, vedi qui sotto l’offerta:

UOMO

DONNA

Comparativa con scarpe da corsa simili

Asics Novablast 4 VS Asics Superblast

Le Superblast sono di una categoria superiore rispetto alle Novablast. Lo si deduce anche dal prezzo, che è ben più elevato.

Le Superblast sono sicuramente più rigide e anche più leggere. Hanno inoltre uno stacco al tallone di ben 45mm… Sono, semplicemente parlando, altissime! 

Sono più adatte a lavori di velocità rispetto alle Novablast, ma non sono necessariamente scarpe migliori. Anzi, con l’uscita delle nuove Novablast 4, che sono meno aggressive, costano molto meno e offrono quasi gli stessi vantaggi, le Superblast non sono per forza la scelta migliore.

Conclusione

Le Asics Novablast 4 sono scarpe che, molto probabilmente, adorerete. L’ammortizzazione perfettamente bilanciata tra morbidezza e reattività, la sensazione piacevolissima appena le si mettono ai piedi, e la loro spiccata versatilità, le rendono molto, molto attraenti. 

Mi sono divertito ad usarle, davvero tanto. Nonostante possa sembrare uno slogan pubblicitario, devo proprio dire che mettono voglia di correre.

UOMO

DONNA

  • 9/10
    COMFORT - 9/10
  • 8/10
    STABILITA' - 8/10
  • 7.5/10
    DESIGN - 7.5/10
  • 9/10
    PESO PERCEPITO - 9/10
  • 9.5/10
    RAPPORTO QUALITA'-PREZZO - 9.5/10
8.6/10

Summary

Le Asics Novablast 4 sono scarpe che adorerete. L’ammortizzazione perfettamente bilanciata tra morbidezza e reattività, la sensazione piacevolissima appena le si mettono ai piedi, e la loro spiccata versatilità, le rendono molto, molto attraenti. 

Articolo precedenteSaucony Endorphin Rift: Recensione, Caratteristiche, Prezzo
Articolo successivoAltra Lone Peak 8: Recensione, Caratteristiche, Prezzo
Runner e Running Coach con la passione per le ultramaratone, la montagna, e tutto ciò che ci gira attorno. Mi trovi qui: https://www.instagram.com/gabrielezampieri/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome