Home Scarpe Running Asics Asics Gel Nimbus 26: Recensione, Caratteristiche, Prezzo

Asics Gel Nimbus 26: Recensione, Caratteristiche, Prezzo

73
0

Le Nimbus sono da anni le scarpe super ammortizzate di Asics. 

Dall’anno scorso sono state radicalmente trasformate, diventando davvero “maxi”, sia in termini di dimensioni che di ammortizzazione.

Sembra che la trasformazione sia piaciuta alla maggior parte dei runner fedeli al marchio, anche se c’è chi si lamenta, perché la trasformazione è stata troppo grande.

Come si nota da qualche tempo, però, non è solo Asics a seguire questa tendenza, ma quasi tutte le grosse aziende nel running. Le scarpe diventano più alte, con stacchi davvero importanti anche oltre i 40 mm e aumentano di volume, diventando a volte molto ingombranti.

Ma è anche vero che i materiali sono migliori, come lo è spesso anche la performance generale e il comfort di questi nuovi modelli.

In ogni caso, senza perdere altro tempo, vediamo com’è fatta la Nimbus 26 e come si è comportata durante i miei test.

UOMO

DONNA

Test delle scarpe da corsa Asics Gel-Nimbus 26

Nelle ultime due settimane ho cercato di usare le Nimbus il più possibile, per un totale di 6 uscite. Quasi tutte su asfalto, di varia lunghezza, da 5 a circa 15 km. 

In un paio di occasioni le ho usate anche su strade sterrate.

Caratteristiche tecniche

  • Marchio: Asics
  • Modello: Gel-Nimbus 26
  • Tipologia: Neutra, Ammortizzata
  • Peso: 304 gr
  • Drop: 8 mm
  • Famiglia: Nimbus

Caratteristiche generali

Come dicevo nell’introduzione, le Nimbus hanno subito una trasformazione importante con la versione numero 25. 

Ad eccezione di qualche piccola modifica, Asics ha voluto mantenere la stessa filosofia, e quindi poco è cambiato.

La tomaia è stata leggermente modificata, poi vedremo come. C’è ora una nuova intersuola, ma il feeling sembra comunque molto simile al modello precedente.

Tra gli altri aspetti positivi, si nota anche che l’aderenza è stata incrementata, grazie ad una diversa mescola.

Sulla questione peso, invece, non ci sono buone notizie. Ben 14 grammi in più di prima! E ora le Nimbus pesano 304 grammi

Se da un lato è normale che una daily trainer possa avere un peso considerevole, arrivare a 300 grammi sembra un passo indietro abbastanza grave.

E’ anche vero, però, che poi dipende da come la scarpa si comporta e dalla sensazione che trasmette mentre si corre. E infatti, come vedremo dopo, una volta indossata non è poi così male.

Suola

Inizio col riportare una cosa che vorrei cambiassero nella prossima versione: le Nimbus 26 sono rumorose!

A loro discolpa c’è da dire che non le ho usate molto, e che quindi il rumore potrebbe attenuarsi dopo alcune uscite.

Questo ha probabilmente a che fare con la nuova gomma scelta per la suola. La parte posteriore è la AHAR+, che a prima vista sembra bella spessa e che si presenta abbastanza dura. Nella parte davanti, invece, troviamo la ASICSGRIP, un tipo di gomma leggermente diverso, più morbido.

La gomma non ricopre tutta la superficie della scarpa, il che serve per limitare il peso (anche se in questo caso, non ha influito molto!) ma le parti esposte non dovrebbero dare problemi.

Il grip, come già accennato, è molto buono sulla maggior parte delle superfici. Lo stesso si può dire quando si corre sul bagnato: anche lì non ho avuto problemi.

La Nimbus 25 non era il massimo in condizioni di bagnato, quindi la nuova gomma è la benvenuta.

Intersuola

Con un’altezza di 42 mm al tallone, le Nimbus 26 non lasciano spazio ad alcun dubbio sulla categoria a cui appartengono: massimaliste, super-ammortizzate. D’altronde, basta guardarle per capirlo. Sono davvero enormi.

Il differenziale, ovvero la differenza tra l’altezza al tallone e quella in punta, è di 8 mm, che si può definire come standard, essendo una delle misure più comuni e si colloca a circa metà strada tra 0 mm e 14 mm.

Le Nimbus 26 montano l’intersuola fatta in FF Blast+ Eco, la stessa che trovavamo anche nelle Nimbus 25. A questo si aggiunge anche il Puregel, inserito nel tallone della scarpa per ammorbidirlo un po’ di più. Non so perché Asics continui a inserire il gel nelle sue scarpe, sembra un qualcosa del passato, ormai probabilmente inutile viste le nuove eccellenti intersuole.

Nei miei test quest’intersuola mi è sembrata bilanciata, né troppo soffice, né troppo dura. Avrei pensato fosse molto più morbida.

Mi viene però il dubbio che la temperatura possa aver influito sulle mie impressioni. Infatti ho usato le Nimbus prevalentemente di mattina presto, quando faceva davvero freddo, ed è noto che alcune intersuole diventano temporaneamente più dure in quelle condizioni. A volte anche del 30%.

Il comportamento mentre si corre è molto simile a quello delle Nimbus 25: sono scarpe che non ti faranno andare veloci, non sono nate per questo, perché la sensazione di spinta in avanti è solo accennata. Ma per tutto il resto, ovvero corse quotidiane a ritmi rilassati, fanno un buon lavoro.

L’impostazione della scarpa è rigida, con poca flessibilità sull’avampiede, quasi a ricordare le Hoka. Questo può agevolare chi ha problemi di fascite plantare, o dolori all’alluce, perché viene richiesto meno lavoro al piede.

L’ampiezza alla base, poi, rende la scarpa molto stabile. Pur non essendo nata per l’iperpronazione, il piede è ben sostenuto.

Tomaia

Il comfort che la scarpa riesce a trasmettere, non appena viene indossata, è straordinario.

Come dicevo prima, ora la tomaia avvolge meglio il piede e lo si sente un po’ più sicuro.

Il rivestimento interno vede la presenza di un’abbondante imbottitura, che ovviamente contribuisce in modo rilevante ad aumentare la sensazione di comfort che, ricordo, è davvero elevato.

Sul tallone la scarpa tiene il piede saldo, senza mai dare fastidio.

La traspirabilità mi è sembrata molto buona, ma nel momento in cui scrivo, essendo inverno, non ho modo di provarle con temperature elevate.

Per quanto riguarda la calzata, le Nimbus 26 sono abbastanza larghe in punta e non avranno problemi ad ospitare piedi voluminosi. Se questo non dovesse essere sufficiente, ricordatevi che esistono le versioni Wide e addirittura Extra Wide, identificate rispettivamente con le diciture 2D e 4E.

La linguetta e i lacci vanno bene e contribuiscono a rendere la scarpa super comoda.

Per quanto riguarda il design, direi che non sono male. Ma nella colorazione in cui le ho ricevute io, non sono particolarmente carine… Confido nelle altre colorazioni!

UOMO

DONNA

Pro e contro delle Asics Gel-Nimbus 26

Pro

  • Tanto comfort
  • Grip migliorato
  • Adatta a tanti runner

Contro

  • Un po’ pesante
  • Potrebbe essere troppo rigida per alcuni runner

Domande frequenti

A chi sono rivolte le Nimbus 26?

Le Nimbus 26 sono delle daily trainer, ovvero scarpe per gli allenamenti quotidiani, che offrono un comfort eccezionale, tantissima protezione, e una certa versatilità.

Perfette per uscite di tutte le distanze, sia brevi che lunghe, fino anche alla maratona. Ottime anche per i giorni di recupero, dove si corre molto lentamente. 

Sono scarpe piuttosto stabili, grazie anche alla base molto larga.

Come calzano le Nimbus 26?

Le Nimbus 26 hanno una calzata accomodante anche per piedi leggermente più larghi. 

Se però cercate una scarpa larga, avete la possibilità di scegliere tra la versione Wide e la Extra Wide.

Quanto costano le Nimbus 26?

Il prezzo ufficiale di queste calzature da running è di 160 euro.

Dove comprarle

Puoi comprarle comodamente online su Amazon, vedi l’offerta qui sotto:

UOMO

DONNA

Comparativa con scarpe da corsa simili

Asics Gel-Nimbus 26 VS Asics Gel-Cumulus 25

Anche le Cumulus, come le Nimbus, sono scarpe storiche dell’Asics. Ed entrambe hanno subito un cambiamento radicale negli ultimi tempi. Sono aumentate in volume e sono a tutti gli effetti delle massimaliste.

Quello che differisce rispetto alle Nimbus, è la loro morbidezza sotto i piedi, che è maggiore. Le Cumulus creano proprio l’effetto “correre sulle nuvole”.

Inoltre sono più basse di qualche millimetro, ma hanno sempre 8 mm di drop.

In conclusione, se cercate la massima morbidezza sotto i vostri piedi, scegliete le Cumulus. Occhio, però, se pesate più di 80 kg, le Cumulus potrebbero avere vita più breve delle Nimbus, proprio perché più morbide e quindi tendenti a deformarsi troppo presto.

Asics Gel-Nimbus 26 VS Asics Novablast 4

Come già detto in altre recensioni, ultimamente ho avuto modo di provare anche le Asics Novablast 4, uscite da poco. Sono scarpe molto, molto interessanti.

Con le Nimbus 26 condividono la medesima intersuola, la FF Blast+ Eco, ma le Novablast mi sono sembrate più morbide, e questo, accoppiato ad una rullata fluida e veloce, rende la scarpa davvero eccellente.

Se poi ci aggiungiamo che le Novablast sono comodissime e anche adatte a ritmi lenti, è difficile dire per quale motivo scegliere le Nimbus, ad eccezione della loro stabilità, che è sicuramente migliore.

UOMO

DONNA

Conclusione

Le Asics Gel-Nimbus 26 sono delle ottime daily trainer. Personalmente preferisco scarpe meno voluminose per le mie uscite quotidiane, ma devo ammettere che sono un modello riuscito, che trasmette una sensazione di qualità superiore e che ha un comfort eccezionale.

UOMO

DONNA

  • COMFORT
  • DESIGN
  • STABILITA'
  • RAPPORTO QUALITA'-PREZZO
  • PESO PERCEPITO
3.9

Summary

Le Asics Gel-Nimbus 26 sono delle ottime daily trainer. Personalmente preferisco scarpe meno voluminose per le mie uscite quotidiane, ma devo ammettere che sono un modello riuscito, che trasmette una sensazione di qualità superiore e che ha un comfort eccezionale.

Articolo precedenteScarpe chiodate da atletica: tutto ciò che occorre sapere
Articolo successivoMizuno Wave Rider 27: Recensione, Caratteristiche, Prezzo
Runner e Running Coach con la passione per le ultramaratone, la montagna, e tutto ciò che ci gira attorno. Mi trovi qui: https://www.instagram.com/gabrielezampieri/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome