Bentornato sul mio blog!

Chi mi segue da tempo mi conosce bene, ma se è la prima volta che visiti questo sito mi presento: sono Davide Ferro, ex runner professionista e ora esperto di scarpe running, e in questo articolo ti parlerò del modello Ultra Boost ST di Adidas.

Buona lettura!

 

 

Adidas Ultra Boost ST: Recensione

 

 

Che sorprese mi riserverà il tallone?

Per quale strano motivo la tomaia sembra un maglione?

Queste erano alcune delle domande che mi frullavano in testa quando ho tirato fuori le Adidas Ultra Boost ST dalla loro scatola.

Naturalmente, la schiuma ricorda la Styrofoam, ma è composta in realtà da cellule TPU che sembra un marshmallow.

Ero davvero curioso di provare queste scarpe e sono rimasto piacevolmente sorpreso dai risultati.

In realtà ho notato che la schiuma ha un aspetto elastico.

È raro che un’azienda esca con una nuova schiuma che dia una sensazione diversa dalla EVA, anche se questo non sorprenderà chi ha già usato delle scarpe Adidas running in passato.

Nel complesso tuttavia la corsa e la calzata della scarpa non sono troppo diverse rispetto alla concorrenza.

Non siamo di fronte ad una rivoluzione del mercato, ma le Ultra Boost ST potrebbero rappresentare l’opportunità di provare qualcosa di diverso.

 

Adidas Ultra Boost ST: caratteristiche generali

Adidas Ultra Boost ST Black

Le Adidas Ultra Boost ST sono le cugine palestrate del modello precedente: le Adidas Ultra Boost.

È fondamentalmente la versione stabilizzata dell’Ultra boost, il che significa che è più pesante del 14 % circa. Ha un supporto maggiore e delle riempiture anteriori e posteriori circa 3 mm più spesse.

Non avevo le Ultra Boost a portata di mano per fare un confronto, ma avevo le Saucony Hurricane ISO 2 (una scarpa molto stabile) e posso dire che le Ultra Boost ST erano molto simili, oserei addirittura dire con più supporto nell’arco.

 

Vedi su Amazon

 

Adidas Ultra Boost ST: Suola

Adidas Ultra Boost ST uomo

Ecco l’aspetto che contraddistingue le scarpe Adidas dalla concorrenza. A differenza di tutti i competitor, Adidas usa la schiuma Boost. Perché anche le altre marche non si decidono a utilizzarla?

Non è sicuramente a causa dei brevetti (anche se sono certo che l’Adidas cercherebbe di stroncare sul nascere eventuali concorrenti), è piuttosto perché Adidas copre l’offerta mondiale di questo tipo di schiuma.

Sei curioso di conoscere il segreto di questa schiuma, vero? È reattiva, molto più reattiva rispetto alla maggior parte della concorrenza che ho provato. Gli ingegneri di Adidas affermano che con queste scarpe ai piedi non c’è alcuna differenza tra correre 500 km o correrne 5. Ho percorso oltre 300 km con queste scarpe e sono ancora elastiche come quando sono partito. Per rendere l’idea, con la schiuma Lunarlon di Nike (estremamente comoda) dopo un percorso simile cominciavo ad avvertire un certo affaticamento all’avampiede

Inoltre, la schiuma Boost offre un’esperienza di corsa costante in un range di temperature molto ampio. Alcune schiume diventano più rigide sulle piste fredde mentre altre iniziano addirittura a congelarsi, ma la schiuma Adidas Boost rimane elastica anche quando le temperature scendono sotto zero.

Sotto la soletta c’è un intelligente ritaglio di tessuto per richiamare lo stesso motivo della suola.

Questi ritagli sono più estetici che funzionali, e mettono in mostra la schiuma Boost.

La suola assomiglia a una rete squadrata di gomma.

È molto sottile ma altrettanto resistente.

Questa suola è stata realizzata da Continental (si, quelli che producono pneumatici per bici e auto), e ti posso assicurare che durerà per almeno 500 km.

Questa gomma resistente è però terribilmente cigolante sul terreno piastrellato.

Questo è solo un aspetto in cui ti imbatterai nel caso in cui volessi indossarle come scarpe casual per tutti i giorni, o se per prendere una scorciatoia dovessi attraversare l’atrio di un centro commerciale.

L’ultimo grande pregio della suola è il “Torsion System“: un ponte di plastica incorporato sotto il mesopiede.

Riduce i movimenti di torsione della scarpa, impedendo che l’avampiede e il tallone si diano fastidio l’un l’altro.

Molte scarpe di stabilità hanno un’unità di plastica simile sotto l’area mediale per stabilizzare il movimento rotatorio, come le New Balance 880V5s.

 

Adidas Ultra Boost ST: tomaia

Ultra Boost ST recensione

In precedenza ho detto che la tomaia sembrava un maglione.

Questa è stata la mia prima impressione, ma dopo aver corso circa 300 km con queste scarpe, la paragonerei di più a una corda da vela!

Questo tessuto altamente resistente e tecnologico che Adidas chiama “Primeknit” è molto simile nello stile al Flyknit di Nike, ma è più resistente.

Sono curioso di sapere quanto durerà questa tomaia Primeknit, non ho ancora visto segni di usura! Un problema con tutto questo tessuto nella tomaia è che stringe maggiormente il piede rispetto alle scarpe con una zona delle dita più aperto.

Una complicazione classica di questo tipo di tomaia è che lascia una sensazione di afflosciamento sulla zona delle dita. Problema che Adidas ha risolto stampando un materiale rigido attorno a questa zona per mantenere meglio la forma.

La tomaia presenta anche una sovrapposizione in plastica con logo Adidas per mantenere i piedi comodi.

Sembra quasi una cintura di sicurezza per piedi. Speravo che avesse più elasticità, ma si allenta facilmente con i lacci più morbidi.

Sempre parlando di plastica, sulla parte superiore è presente un controtacco esterno a doppia ala per garantire maggiore stabilità al tallone.

Non è neanche lontanamente rigido come quello delle Saucony Hurricane Iso 2, caratteristica che considero molto buona.

A completare la tomaia è una linguetta fissata su entrambi i lati da un nastro di tessuto elastico che corre lungo la scarpa.

Questo sembra bloccare l’orientamento della linguetta e fornisce un’imbottitura extra ai lati del piede.

 

Pro e contro della scarpa Adidas Ultra Boost ST

Pro Contro
Buon rimbalzo elastico grazie all’intersuola Boost La linguetta del tallone potrebbe dare un po’ di fastidio
Suola sottile ma resistente Costo elevato
Tomaia in tessuto liscio

 

A chi è rivolta la Adidas Ultra Boost ST

Questa scarpa è rivolta al runner alla ricerca un supporto moderato per l’allenamento quotidiano su strada senza dover rinunciare a un design elegante.

 

 

Adidas Ultra Boost ST recensioni

Cosa ne pensa chi possiede già l’ Adidas Ultra Boost ST?

Qui abbiamo raccolto le opinioni di chi l’ha provata.

Estremamente comoda, proprio come dicevano nelle varie recensioni che avevo visto! Spero sia solo l’inizio di una lunga serie di acquisti Ultra Boost!

Adidas Ultra Boost ST: prezzo

Il prezzo di questa scarpa è sicuramente elevato, ma lo è anche la sua qualità.

Il rapporto qualità-prezzo a mio avviso è quindi buono, dipende tutto dalle priorità che si vogliono dare alla propria scarpa da running.

 

Conclusioni

Un prezzo che si aggira intorno ai 160 € scoraggerà molti corridori dal provare queste scarpe, ma penso che le Adidas Ultra Boost ST valgano esattamente quello che costano.

La schiuma Boost, la tomaia Primeknit e la suola Continental sono tutte progettate per durare nel tempo, quindi è possibile che queste scarpe superino nettamente in durata le scarpe meno costose e ti facciano risparmiare sul lungo periodo.

D’altronde chiunque abbia un minimo di esperienza sa benissimo che “Chi più spende meno spende”, quello che conta alla fine è la qualità.

Al di là dell’aspetto economico, è stato veramente piacevole correre con queste scarpe e consiglio vivamente a chiunque sia alla ricerca di un prodotto di qualità di prenderle per lo meno in considerazione.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here