Buongiorno,

mi chiamo Davide Ferro e sono un appassionato di scarpe da running, per questo ho deciso di fondare un blog di nicchia, dedicato a tutti quelli che non possono vivere senza “correre”.

In questa guida troverai una recensione completa sulle caratteristiche, tomaia, suola, pro e contro e opinioni delle Nike Zoom Streak 6.

Ti senti pronto per iniziare questa maratona?

Bene, allora pronti, attenti e via!

 

 

Recensione scarpa running Nike Zoom Streak 6

 

Progettata per offrire un comfort traspirante e il massimo sostegno per distanze brevi e lunghe, la scarpa da running Nike Zoom Streak 6 offre raccordi avvolgenti in Flywire, intersuola in phylon e unità Nike Air Zoom, che le conferiscono un’ammortizzazione leggera dalla partenza all’arrivo.

 

Nike Zoom Streak 6: Caratteristiche generali

Considerata una delle migliori scarpe da running del mondo, la Nike Zoom Streak 5 si fa riconoscere fin da subito per i suoi colori sgargianti, per la sua eccezionale trazione e per la sua capacità di rispondere ad ogni sforzo, anche al più gravoso.

È la scarpa preferita dai maratoneti, in quanto oltre ad essere molto leggera, protegge in modo efficace dal rischio di infortunio ed è adatta per la corsa sulle lunghe distanze.

 

Vedi Nike Streak su Amazon

 

Suola

nike streak 6 caratteristiche

La suola della Nike Zoom Streak 6, a differenza delle successive edizioni non presenta grandi sorprese, in quanto racchiude in sé tutti gli optional delle precedenti scarpe da running della linea.

Per la sua creazione è stato utilizzato il Duralon, un materiale molto leggero e flessibile, capace non solo di offrire un notevole grado di comfort, ma anche di assicurare una buona durabilità alla scarpa.

 

Tomaia

nike zoom streak 6 recensione

La tomaia è uno dei punti di eccellenza di questa scarpa da running, perché anche se in sé la forma non è mutata, Nike ha incluso molte altre opzioni, adatte per affrontare anche le gare di resistenza più estenuanti.

Guardandola a livello superficiale, la tomaia è molto minimal, ha un profilo pulito e ha persino abbandonato il logo (che nelle precedenti versioni si trovava proprio al centro) mantenendo solo la spunta laterale.

Questa scelta, anche se in un certo senso ha penalizzato l’estetica della scarpa, per contro ne ha migliorato le caratteristiche tecniche: il corridore, a differenza di quello che accadeva con gli altri modelli, non dovrà più fare i conti con pesi supplementari e che non fanno altro che ridurre la traspirazione del piede.

 

Nike Zoom Streak 6: Pro e Contro

Ecco i pro e i contro della scarpa da running Nike Zoom Streak 6

Pro

  • Altamente traspirante: con questa scarpa qualsiasi corridore, da quello che avvicina per la prima volta il running fino all’atleta professionista, non dovrà confrontarsi con piedi sudati né tanto meno con la preoccupazione per i cattivi odori.
  • Molto leggera, questa scarpa da running è stata concepita per volare letteralmente sulla pista e su ogni tipo di terreno, quindi il piede non viene appesantito inutilmente.
  • Dotata di un’imbottitura da premio Oscar, la Nike Zoom Streak 6 è la scarpa da running ideale per prevenire gli infortuni durante l’allenamento e, ovviamente, durante le gare più importanti.

Contro

  • Purtroppo, le pietre, proprio perché la suola è leggera e sottile, si avvertono con più facilità, quindi questa scarpa non è indicata per le corse in montagna.
  • Non è la scarpa giusta per affrontare condizioni meteo avverse, come ad esempio i temporali.
  • Controllo di pronazione minimo.

 

Nike Zoom Streak 6: A chi è rivolta questa scarpa?

Questa scarpa, viste le sue caratteristiche, è indicata sia per i maratoneti, sia per gli atleti abituati a correre sulla pista d’atletica e per i principianti del running.

Sconsigliata invece per chi pratica il trail running.

 

 

Nike Zoom Streak 6: Opinioni

La Nike Zoom Streak 6 è diventata in breve tempo una delle scarpe preferite dagli amanti del running, non solo perché è in grado di mordere la strada come poche altre, ma anche per la sua capacità di tenere i piedi freschi e all’asciutto, anche durante gli sforzi più gravosi.

Tuttavia, per alcuni runners, in particolare quelli abituati ad allenarsi per più di tre ore tutti i giorni, la suola andrebbe migliorata.

Ecco qualche opinione di chi le ha testate:

La parte negativa è che sul prodotto non è riportato il numero della versione, quindi il cliente non ha la sicurezza se il prodotto ricevuto è effettivamente la versione 6 o altro”.

Calza normalmente ma piccola come scarpa, sono molto comode e leggere, ma come dicevo sono piccole fanno sembrare i piedi piccoli”.

 

 

Conclusioni

Questa scarpa da running, pur essendo stata costruita con l’intento di affrontare tutti i terreni, nei fatti riesce a dare il massimo delle sue prestazioni soltanto sulla pista di atletica e sulla strada.

Che sia la maratona di New York, una corsa su strada o una gara tra i borghi di un paese, l’importante è che sotto la sua suola ci sia l’asfalto, perché già la minima asperità può essere avvertita chiaramente dal piede del runner.

Tuttavia, per contro, oltre ad essere leggera, la Nike Zoom Streak 6 è ottima per affrontare le lunghe distanze, pertanto la suggerisco per tutti gli atleti che affrontano, o intendono affrontare in futuro, la corsa su strada, la mezza maratona e la maratona.

E, adesso, tocca a te!

Cosa ne pensi della Zoom Streak? Lascia un commento qui sotto per farmi sapere le tue opinioni!

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here