Ciao runner e bentornato sul mio blog!

Se è la prima volta che visiti questa pagina ti do il benvenuto e mi presento subito.

Mi chiamo Davide Ferro e sono un ex runner professionista.

Da qualche anno ho deciso di aprire questo blog per mettere la mia esperienza a disposizione di tutti gli appassionati di running più o meno esperti.

In questo articolo voglio parlarti del modello Bondi 6 di Hoka One One in modo che questa scarpa non possa avere più alcun segreto per te.

Sei pronto a iniziare questo viaggio?

Bene. Buona lettura!

 

 

Hoka One One Bondi 6: Recensione

 

Hoka Bondi 6: caratteristiche generali

hoka one one bondi 6 recensione

Bondi è la scarpa da strada a massima ammortizzazione del brand Hoka One One.

Giunta ormai alla sua sesta versione, la scarpa ha subito molti cambiamenti nel corso degli anni.

L’aggiornamento dell’anno passato è stato amato o odiato da molti corridori senza vie di mezzo.

I lealisti della linea Bondi erano delusi dal cambiamento nell’ammortizzamento, sentivano che la scarpa era diventata troppo solida e che non era più quella di una volta.

Personalmente posso dire che ho corso con questa scarpa e l’ho trovata molto morbida e comoda.

L’ultimo modello offre un’ammortizzazione aggiornata per garantire una corsa più morbida e una tomaia ridisegnata utilizzando una combinazione di mesh ingegnerizzata e lycra.

La scarpa ha anche guadagnato peso passando da 283 a 309 grammi.

La prima cosa che ho notato quando ho indossato questa scarpa è che la tomaia era decisamente comoda.

Sono rimasto impressionato dalla sensazione di morbidezza offerta dalla lycra utilizzata nel tallone della scarpa.

La vestibilità è simile alla Clifton 5 ma è leggermente più ampia nella zona delle dita.

Il cuscino è morbido e nel complesso la scarpa è molto confortevole.

 

Vedi su Amazon

 

Hoka One One Bondi 6: Suola

hoka bondi 6

Bondi 6 presenta un’intersuola in EVA.

Questa è la scarpa più ammortizzata dell’intera gamma Hoka One One.

La suola ha visto una leggera aggiunta di gomma ad alta abrasione posizionata lungo l’intera lunghezza dell’area laterale della scarpa, ossia la zona dove di solito si verifica l’impatto.

La schiuma EVA è stata modificata per offrire una corsa più morbida.

Una modifica simile è stata apportata quest’anno nella nuova Clifton e ancora una volta mi ci è voluto molto tempo per decidere se il suo cuscino fosse effettivamente più morbido rispetto alla Bondi 5.

Ho finito per dover provare il vecchio modello su un piede e il nuovo sull’altro per cercare di trovare una risposta.

Non sono sorpreso di essere giunto alla stessa conclusione.

Il cuscino è leggermente più morbido, ma non aspettarti una corsa e una sensazione incredibilmente diverse.

Bondi 6 offre un’esperienza di corsa fluida e morbida.

La geometria funziona davvero bene, compensando l’ammortizzazione morbida e meno rimbalzante.

La scarpa risulta molto stabile grazie all’ampia base e alla posizione in cui il piede si trova nell’ammortizzazione.

I miei piedi erano molto sollevati pur avendo corso per ore e ore con questa scarpa.

La Bondi 6 è ottima per le lunghe distanze percorse a ritmi lenti e per gli allenamenti di scarico o di recupero.

La suola e l’intersuola si sono finora dimostrate a dir poco resistenti.

Le scarpe con cui ho corso hanno quasi 320km sulle spalle.

La gomma è ancora in discreta forma e l’ammortizzazione è ottima come il primo giorno.

 

Hoka One One Bondi 6: tomaia

hoka bondi 6 caratteristiche

La riprogettazione di quest’anno porta alcune nuove modifiche funzionali.

  1. La prima è un nuovo materiale mesh progettato per migliorare traspirazione e durata
  2. La seconda è un’area del tallone ridisegnata e ricostruita in lycra.

La maglia è morbida e presenta ritagli strategicamente posizionati per migliorare la traspirazione.

Devo però ammettere che la mesh utilizzata nella tomaia ha una qualità leggermente inferiore rispetto a quella della Bondi 5.

La tomaia del modello precedente era infatti più sottile e permetteva alla scarpa di respirare davvero bene.

La nuova maglia sembra leggermente meno traspirante e più assorbente.

Se corri con un clima caldo e umido, la scarpa potrebbe darti una sensazione di bagnato senza assorbire il sudore.

L’aggiunta di una zona del tallone ridisegnata della tomaia con l’utilizzo di lycra è di prim’ordine.

Oltre a renderla estremamente confortevole, dona alla scarpa una sensibilità eccezionale.

Mi ricorda la Brooks Glycerin, una scarpa che fissa spesso gli standard qualitativi di anno in anno.

La calzata è simile alle versione degli ultimi anni,  con un maggiore comfort nell’area del tallone.

La Bondi 6 sembra più fedele alle dimensioni rispetto ad altri modelli di calzature sportive Hoka ma è ancora leggermente più piccola rispetto a molti altri marchi.

Questo aspetto dipende molto dalla marca di scarpe con cui corri di solito.

Come puoi vedere, ho sentimenti contrastanti su questa tomaia.

Penso che la maglia degli anni scorsi fosse migliore, anche se su questo modello è stato fatto un lavoro innegabilmente ottimo.

Penso anche che l’area del tallone ridisegnata sia la migliore aggiunta a una tomaia Hoka One One che abbia mai visto.

Migliora davvero il comfort della scarpa.

Negli anni passati, le tomaie Bondi non si sono mai davvero distinte.

Bondi 6 mi ha fatto sentire a mio agio e mi ha permesso di percorrere centinaia di km senza l’ombra di sfregamenti o vesciche.

Ma come risponderei (sinceramente) se qualcuno mi chiedesse: “quale scarpa ha la tomaia più comoda?

Probabilmente le Bondi non sarebbero presenti nella risposta, anche se continuando a lavorare in questo modo potrebbero anche entrarci un giorno o l’altro.

Nonostante la maglia meno traspirante e più assorbente, penso che nel complesso la tomaia ridisegnata sia un miglioramento.

 

Pro e contro della scarpa Hoka Bondi 6

Pro Contro
Tomaia confortevole Materiale in mesh leggermente meno traspirante
Nuovo design del tallone Lievi problemi di durabilità
Corsa morbida

 

Caratteristiche tecniche

  • Brand: Hoka One One
  • Modello: Bondi 6
  • Tipologia: Ammortizzata
  • Peso: 309
  • Drop: 33 mm
  • Famiglia: Haka One One Bondi 6

 

A chi è rivolta la Hoka Bondi 6

Questa è una scarpa realizzata per correre su strada.

È più adatta per allenamenti quotidiani a bassa intensità, lunghe distanze a ritmi lenti e corse di recupero.

È ideale per chi ha un peso importante e cerca una scarpa che lo accompagni durante i propri allenamenti.

Nonostante la grande ammortizzazione, l’ampiezza della base conferisce a questa scarpa da corsa una grande stabilità, che la rende ideale anche per coloro che pesano oltre i 90kg.

 

 

Hoka One One Bondi 6 recensioni

Cosa ne pensa chi possiede già la Hoka One One Bondi 6?

Qui abbiamo raccolto le opinioni di chi l’ha provata.

Ho appena corso una maratona con queste scarpe. un’ammortizzazione eccezionale e nessuna vescica! Ho sempre avuto problemi a correre sulL’ASFALTO per 40 km. Questo marchio non elimina del tutto il dolore, ma aiuta.

 

Hoka Bondi 6: prezzo

Mi sento di dire che il rapporto qualitàprezzo di questa scarpa è buono.

Ha alcuni punti di forza e altri di debolezza.

Il giudizio in questo caso può variare a seconda della tipologia di runner.

 

Conclusioni

Nel complesso, penso che la Bondi 6 sia un buon aggiornamento della linea.

Nonostante le mie opinioni contrastanti sulla tomaia, nel suo insieme la comodità è stata decisamente aumentata.

Preferirei solo un materiale a rete più traspirante e meno assorbente.

Come tutte le scarpe della sua linea, la Bondi 6 è un vero e proprio cavallo di battaglia.

Trasporta più peso ma restituisce una morbidezza duratura.

Ciò lo rende un’ottima opzione per l’allenamento quotidiano a ritmi ridotti, le corse a lunga distanza e le corse di recupero.

Ho corso con questa scarpa per molte ore alla volta e non sono mai arrivato al punto di avvertire la minima sensazione di scomodità.

Ottimo lavoro, Hoka!

 

 

IN BREVE
Comfort
9
Design
6
Peso
7
Stabilità
9
Rapporto qualità/prezzo
9
Articolo precedenteNew Balance Fresh Foam Beacon: La Recensione Completa (2019)
Articolo successivoSaucony Ride ISO: La Recensione Completa (2019)
Sono nato a Genova e ci vivo ancora. Prima di passare le giornate davanti allo schermo del PC correvo per professione, mentre oggi lo faccio per passione. Ho lavorato per oltre 5 anni in un negozio di running e ho imparato tutto quello che c'è da sapere sul mondo delle scarpe da corsa. Ho creato questo blog per condividerlo con te.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here