Non è facile trovare delle scarpe da corsa che rimangano confortevoli anche dopo chilometri e chilometri percorsi quotidianamente.

In fondo, qual è la caratteristica che un runner ricerca di più in un prodotto se non questo: il comfort nonostante i tanti chilometri che vengono percorsi nel quotidiano?

Se cerchi delle scarpe sportive per un’attività quotidiana non troppo impegnativa in termini di chilometri, ma comunque costante, probabilmente le Hoka Bondi 7 sono il prodotto che fa esattamente al caso tuo.

Ma senza ulteriori indugi, ecco la mia recensione dopo averle testate per un po’ di tempo e in diverse condizioni sia di manto stradale, che di stress per il prodotto.

124,90€
disponibile
14 nuovo da 124,90€
Amazon.it
140,00€
disponibile
7 nuovo da 135,00€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il Ottobre 20, 2020 5:05 pm

Caratteristiche tecniche

  • Marchio: Hoka
  • Modello: Bondi 7
  • Tipologia: Ammortizzata
  • Peso: 298 g
  • Drop: 4 mm
  • Famiglia: Bondi 
  • Modello precedente: Bondi 6

Caratteristiche generali

La prima cosa da mettere in chiaro sulla Hoka Bondi 7 è che, al netto di quelle che possono essere opinioni soggettive, è oggettivamente una delle scarpe da running più comode in circolazione, soprattutto se devi correre piccole e medie distanze con una certa costanza.

Sin dai primi momenti del test, ho notato una vestibilità quasi unica, grazie soprattutto alla base ampia che serve ai piedi per “espandersi” quando si percorrono tanti chilometri durante il giorno. 

Ti starai chiedendo come farà il tuo piede a non scivolare all’interno della scarpa dato tutto questo spazio nella base.

La tua domanda è più che giustificata, ma la risposta è che la tomaia in mesh e il design di questo modello, impediscono l’effetto scivolamento e “avvolgono” il piede in maniera adeguata, anche e soprattutto in condizioni critiche.

A primo impatto, il modello mi è sembrato leggermente grande (ed in effetti è il più ampio sul mercato), ma durante la corsa non ho avuto alcun tipo di problema in relazione alle dimensioni.

Il comfort della massima ammortizzazione di queste scarpe da corsa, dovuto principalmente all’intersuola in schiuma EVA, è diventato ormai un punto di riferimento per quanto riguarda il marchio Bondi, scelto principalmente per questo motivo e che, anche con il modello Hoka Bondi 7, non si smentisce.

Le sensazioni durante i test e durante il normale utilizzo sono state fondamentalmente piacevoli: comfort, adattabilità del modello al piede in qualsiasi condizione e, soprattutto, sensazione di ampiezza e spazio.

Suola

hoka bondi 7 recensione
Hoka One Bondi 7: suola

Nella suola sono presenti degli inserti in gomma che minimizzano il peso e massimizzando invece la durabilità. Anche la parte del tallone, che risulta abbastanza smussata, è stata concepita anche in questo caso per migliorare la durabilità del prodotto.

La gomma che costituisce la suola è ad alta abrasione nei principali punti di contatto, il che rende questo modello particolarmente adatto alle superfici stradali (principalmente per l’asfalto).

La suola è sostanzialmente ben fatta e regge adeguatamente, con un’usura davvero minima e dovuta principalmente allo sfregamento dell’EVA esposta dell’intersuola (anche se in questo caso, l’usura può essere considerata solo un fattore estetico).

Intersuola

hoka bondi rub 10 319
Hoka One One Bondi 7: intersuola

L’intersuola è probabilmente la vera star di questo modello di scarpe da running.

D’altronde, da sempre chi utilizza i modelli Hoka lo fa per questo motivo! 

L’intersuola della Bondi 7 è composta da schiuma EVA, che probabilmente a livello estetico non è il massimo in circolazione, ma a livello funzionale, fa davvero la differenza.

Lo stack è molto alto (anzi incredibilmente alto) e questo fa si che questo modello non offra molto in termini di flessibilità.

Ma l’effetto è quello di una scarpa che non ti lascia toccare il terreno, prima di rimbalzare.

Il Meta-Rocket funziona abbastanza bene mantenendo i tuoi piedi in movimento abbastanza velocemente aiutandoti nella propulsione in avanti.

In sintesi? 

La sensazione di “morbidezza” dovuta a questa intersuola è davvero tanta, ma allo stesso tempo il modello offre a mio avviso ancora un po’ troppo rimbalzo, ma può anche non essere un problema, stanne certo!

Ricorda che ogni runner ha per forza di cose le proprie sensazioni sui vari modelli di calzature da corsa.

Tomaia

hoka bondi 7 tomaia
Scarpa Hoka Bondi 7: Tomaia

Passiamo ora alla tomaia della Hoka Bondi 7, ovvero alla parte superiore. Come detto, la tomaia in mesh offre quella sensazione di comfort e adattabilità della scarpa ai piedi che fa davvero la differenza.

Anche la traspirabilità, seppur non ottimizzata al 100%, è comunque di standard abbastanza elevato.

Un aspetto importante è rappresentato dal colletto in memory foam (che per chi non conoscesse questo materiale è utilizzato principalmente nei dispositivi per il sonno), un materiale noto per le sue caratteristiche di adattabilità al corpo. Il collo in memory si adatta in maniera eccezionale alla caviglia, uno dei “punti deboli” quando si parla di scarpe da running o di scarpe in generale. 

Con questo tipo di tecnologia e materiale, i problemi relativi all’adattamento della scarpa alla forma del piede, sono davvero ridotti al minimo.

Durante la corsa il rinforzo interno al tallone e lo strato protettivo in TPU, mi hanno dato la sensazione di una calzata avvolgente, nonché di una non trascurabile stabilità durante tutto il percorso. 

124,90€
disponibile
14 nuovo da 124,90€
Amazon.it
140,00€
disponibile
7 nuovo da 135,00€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il Ottobre 20, 2020 5:05 pm

Pro e contro

Uscendo un po’ da quello che è un contesto tecnico, ti voglio riassumere quelli che a mio parere sono i pro e i contro della Hoka Bondi 7, dopo averle testate per qualche tempo.

Pro

  • Partendo da dove avevamo concluso, ovvero dalla tomaia, pur non essendo del tutto ventilata è abbastanza traspirante, che in un tipo di scarpa da corsa come questa, è assolutamente un fattore positivo.
  • Le dimensioni, pur essendo notevoli, non sono per nulla un problema! A primo impatto ti sembrerà un modello davvero grande, ma se ti preoccupa il peso, puoi stare davvero tranquillo.
  • Dal punto di vista esclusivamente tecnico invece, la gomma è posizionata nei punti cruciali della scarpa e ciò assicura oltre alla già citata comodità, anche un’eccellente vestibilità e ammortizzazione.

In sintesi si può dire che i pro di questo modello sono tutti in direzione di una comoda esperienza di corsa e di un costante adattamento del modello ai piedi, in quasi tutte le condizioni di running.

Contro

Veniamo ora a qualche piccola nota “dolente”.

  • La suola molto spessa ha un effetto di rigidità e di poca flessibilità. Quindi se è questa la caratteristica che cerchi in un paio di calzature sportive, forse non è il modello che fa per te.
  • Un altro piccolo difetto è che non può essere ritenuta una scarpa particolarmente “veloce”, ma adatta a prestazioni più lente.

Probabilmente per i professionisti non è il tipo di scarpa da utilizzare per chilometraggi molto lunghi, ma per altri tipi di corsa, può davvero risultare un’esperienza fantastica.

Domande frequenti

A chi è rivolta?

Questo non è sicuramente un modello per tutti i tipi di corsa!

Se sei all’inizio del tuo allenamento e hai bisogno di un modello molto comodo, per percorrere distanze non particolarmente lunghe, Hoka Bondi 7 è quello che fa al caso tuo.

Allo stesso tempo, per i runner più esperti, può essere molto utile per le corse di recupero o per aumentare gradualmente il chilometraggio degli allenamenti.

Come calza?

Le Hoka Bondi 7, pur essendo davvero grandi, sono abbastanza leggere. Lo spazio all’interno di questo modello è davvero notevole, anche perché abbinato ad un’ottima vestibilità che eviterà di far scivolare il piede all’interno.

In sostanza, queste scarpe da running avvolgeranno i tuoi piedi adattandosi in quasi tutte le condizioni alla forma di questi ultimi.

Quanto costa?

Il prezzo di questo modello oscilla tra i 110 e i 130 Euro a seconda degli store online o fisici. Scopri qui le migliore offerte da uomo e donna.

Comparativa con scarpe simili

Ma quali sono le differenze, i punti di forza e i punti deboli delle Hoka Bondi 7 rispetto ai modelli che le hanno precedute?

Hoka Bondi 7 vs Bondi 6

Il confronto in questo caso è davvero complicato sia per il peso, che per la sensazione, sostanzialmente molto simile (soprattutto se sei un runner alle prime esperienze).

Sicuramente la tomaia dalla Bondi 7 ha fatto qualche passo in avanti, ma probabilmente la vera differenza e la vera “chicca” di questo modello rispetto al precedente risiede nel tallone in memory foam.

Hoka Clifton 7 vs Bondi 7

Per quanto alcune caratteristiche siano abbastanza simili, la principale differenza tra questi due modelli sta nelle distanze che si intendono percorrere.

Se si cerca un modello per distanze più lunghe, la scelta dovrebbe ricadere sulle Hoka Clifton 6. Per allenamenti di recupero o per aumentare gradualmente il chilometraggio, la più adeguata è sicuramente la Bondi 7.

Conclusioni

Siamo giunti alla fine di questa ennesima “corsa” e quindi della recensione delle Hoka Bondi 7 e voglio dirti quali sono le impressioni conclusive su questo prodotto.

Un aspetto davvero fuori discussione è la comodità e l’usabilità di questo paio di scarpe da corsa. La schiuma in EVA e il memory foam sono una combo davvero vincente in questo senso. 

La sensazione di adattamento del materiale ai propri piedi è notevole e questo non può fare altro che dare la possibilità, anche ai runner meno esperti, di iniziare questo genere di allenamento.

Un paio di scarpe da running così, allo stesso tempo, possono sicuramente far comodo anche ai più esperti per differenziare gli allenamenti e i tipi di calzature (ogni tanto fa davvero bene cambiare, credimi!).

In poche parole, con queste scarpe ai piedi, che in apparenza ti sembreranno giganti, non avrai problemi particolari in quasi tutte le condizioni di corsa. Non mi sento di consigliarle solamente per chilometraggi molto lunghi.

Ma se vuoi iniziare a correre, forse questo è proprio il modello giusto per te!

E tu? Runner più esperto, hai già messo ai piedi questo paio di scarpe? 

Fammi sapere cosa ne pensi nei commenti! 

E ricorda:

Vento sulla faccia,
rock’n’roll nelle orecchie
e chilometri nelle gambe.

Buone corse,
Davide

124,90€
disponibile
14 nuovo da 124,90€
Amazon.it
140,00€
disponibile
7 nuovo da 135,00€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il Ottobre 20, 2020 5:05 pm
IN BREVE
Comfort
Stabilità
Peso percepito
Rapporto qualità prezzo
Design
Articolo precedenteTopo Ultrafly 3: Recensione Completa
Articolo successivoSaucony Ride 13: Recensione Completa di Davide Ferro
Sono nato a Genova e ci vivo ancora. Prima di passare le giornate davanti allo schermo del PC correvo per professione, mentre oggi lo faccio per passione. Ho lavorato per oltre 5 anni in un negozio di running e ho imparato tutto quello che c'è da sapere sul mondo delle scarpe da corsa. Ho creato questo blog per condividerlo con te.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome