Hey runner, benvenuto sul mio blog!

Se non mi conosci mi presento, sono Davide Ferro, ex atleta professionista e ora esperto di scarpe da corsa, e in questo articolo ti racconterò la mia esperienza e le mie impressioni sulle scarpe da trail Hoka One One Speedgoat 3.

Ti parlerò di caratteristiche, di opinioni e recensioni di chi le ha testate e di prezzi.

Sei pronto? Iniziamo!

 

 

Hoka One One Speedgoat 3: Recensione

 

Le Hoka Hoka One Speedgoat 3 offrono comfort, ammortizzazione, supporto, trazione, durata e sicurezza nell’affrontare alcuni vari percorsi.

Queste scarpe hanno un prezzo che si aggira intorno a 120 euro e sono tra i modelli più veloci e resistenti in commercio.

Il leggero cambiamento nella punta rende questa scarpa perfetta fin dal primo momento.

La suola ad alta aderenza Vibram Megagrip dà sicuramente un senso del controllo maggiore mentre si percorrono terreni tecnici.

La suola è inoltre studiata per non dare particolari problemi ai piedi se si percorrono terreni dove son presenti sassolini o altro.

 

Vedi su Amazon

 

Prime impressioni

Hoka One One Speedgoat 3 recensione

Ero un po’ titubante inizialmente nei confronti di queste scarpe, specialmente dopo aver avuto problemi con le Speedgoat 2, poiché erano troppo strette e mi provocavano un leggero intorpidimento ai piedi.

Ero nel bel mezzo di un allenamento per una gara e non potevo permettermi di fermarmi, quindi avevo portato con me un paio di altre scarpe per sostituirle nel caso fosse stato necessario. Con mia sorpresa non ho dovuto interrompere mai la mia corsa e anzi sono stato in grado di continuare tranquillamente.

Il supporto, l’ammortizzatore e la risposta di queste scarpe mi son piaciuti moltissimo.

Ho percorso diversi tipi di sentieri, con salite, discese ripide, terreni tecnici, bagnati e anche fangosi.

Queste scarpe non hanno mai accennato a perdere un colpo e mi sono sentito in controllo e stabile in ogni corsa. L’unico fattore fastidioso è che le scarpe hanno molta presa sul terreno e quindi su strada o asfalto danno un po’ la sensazione di “appiccicarsi” al suolo.

 

Protezione

Hoka Speedgoat 3 recensione

La punta è leggermente più ampia rispetto al precedente modello e dà il giusto spazio al piede.

L’ampia piattaforma e le parti in TPU danno sicuramente un senso di sicurezza mentre ci si sposta lungo i sentieri.

 

Durabilità

Hoka Speedgoat 3

Sono riuscito a fare numerosi chilometri sia in lunga distanza, sia percorrendo più corse in un giorno senza avere problemi.


L’ammortizzazione dell’intersuola in EVA e schiuma CMEVA hanno fatto sì che i miei piedi e le mie gambe non si affaticassero completamente.

Non vedo l’ora di passare al prossimo allenamento per provare un chilometraggio ancora più lungo e vedere fino a che punto posso spingermi con queste scarpe.

 

Reattività e velocità

Queste scarpe sono leggere e molto reattive tanto che sembra che ti spingano in avanti ad ogni passo.

Anche arrampicarsi non è un problema perché ti fanno sentire un abile scalatore che si arrampica su diversi terreni senza mai pesare.

Anche su sentieri non particolarmente asciutti, queste scarpe si sono dimostrate di qualità davvero elevata. Non è da tutti attraversare rocce bagnate e terreni scivolosi, e infatti con scarpe diverse su determinate superfici ho riscontrato vari problemi.

Queste scarpe invece ti permettono di attraversare qualsiasi terreno senza interrompere o modificare la tua andatura.

 

Comfort e vestibilità

Queste scarpe sono leggere, ammortizzate e sicure.

In passato ho avuto molti infortuni a fianchi, ginocchia e caviglie e poter passare un’intera stagione di allenamento senza infortuni mi fa apprezzare ancora di più queste scarpe.

Sentirsi sicuri nell’affrontare varie piste è una priorità per quanto mi riguarda, specialmente quando si sceglie una scarpa da corsa.

Sono contento di aver avuto l’opportunità di provare le Speedgoat 3.

Queste scarpe sono stabili, ma non per questo motivo sono strette o tendono a stringere il piede e immobilizzarlo.

 

Pro e contro Hoka One One Speedgoat 3

Pro Contro
Leggere Troppa aderenza su cemento o asfalto che rende non facile la corsa
Durature
Non influiscono in maniera negativa su gambe e piedi

 

Caratteristiche tecniche

  • Marca: Hoka One One Speedgoat 3
  • Tipologia: Trail
  • Drop: 4 mm
  • Famiglia: Speedgoat
  • Peso: 292 gr
  • Versione precedente: Speedgoat 2

 

A chi è rivolta: Hoka One One Speedgoat 3

Le Speedgoat 3 sono adatte a chiunque, da principianti ad esperti. Queste scarpe sono perfette per chiunque sia incline a lesioni e / o a stanchezza precoce durante i percorsi più lunghi.

Le Speedgoat 3 sono in grado di affrontare ogni tipo di distanza e di terreno, che sia erboso, roccioso, fangoso e tecnico.

 

 

Hoka One One Speedgoat 3: Recensioni

Cosa ne pensa chi possiede già la Hoka One One Speedgoat 3?

Qui ho raccolto alcune opinioni di chi l’ha provata.

 

Conclusioni

Consiglierei le Speedgoat 3 a chiunque abbia avuto in passato delle lesioni alle gambe, alle caviglie o altro, durante i cicli di allenamento.

Nel caso fossi un principiante di sicuro non ti pentirai di acquistare queste scarpe.

Mi piace particolarmente la sensazione di non avvertire il terreno su cui sto correndo, come ad esempio le rocce, radici o altro.

La durabilità, la trazione e le piattaforme larghe permettono di sfiorare la superficie del suolo senza quasi avvertirla.

Ora passo la parola a te.

Hai mai corso con un paio di Hoka One One Speedgoat 3 ai piedi? Quali sono state le tue impressioni?

Fammelo sapere lasciando un commento qui sotto.

Buon allenamento,
Davide

 

 

2 Commenti

  1. Ciao Davide,
    Ti ho già scritto in passato e voglio seguire il tuo consiglio.
    Sono un maratoneta che corre tra 5 e 530. 65/70km settimanali. 184 cm di altezza e 80 kg di peso. Masse muscolari notevoli agli arti inferiori. Tendinosi achillea sx. Haglund e tendenza a borsiti ovviamente.
    Ora sono ristabilito da problemi infiammatori acuti.
    Ho sempre usato nimbus. Con le 21 però non trovo il giusto feeling soprattutto nella parte posteriore. Anche perché usando una talloniera mi alza troppo e paradossalmente mi aggrava il problema borsite favorendo un maggiore contatto con la parte alta del contrafforte.
    Mi hai consigliato le Hoka. Quale modello in particolare pensi farebbe al caso mio? (non cerco prestazioni ma massima protezione, voglio solo correre tanto).
    Altra domanda, pensi potrei inserci un plantare noene (quale in caso positivo?)? Ed eventualmente anche una talloniera in gel di 2 mm per scaricare maggiormente il tendine?
    Attendo con ansia un tuo preziosissimo consiglio.
    Grazie.

    • Ciao Antonio,

      Come scarpa ti consiglio la Bondi 6.

      Sconsiglio assolutamente aggiunte di altre solette e spessori in gel per l’attività fisica.

      Questo perché le solette sono sempre fatte per un pubblico molto ampio e mai per le effettive necessità del singolo.

      Se devi aggiungere un plantare, affidati ad un professionista del campo e fanne realizzare uno su misura.

      Piuttosto, se fossi in te inserirei degli spessori in gel per quando vai al lavoro o sei a riposo in modo da stressare il meno possibile i tendini.

      Molte volte le infiammazioni possono derivare dalle scarpe per uso quotidiano (scarpe da ginnastica, classiche o antinfortunistiche), oppure dal lavoro stesso (movimenti ripetuti in posizione scorrette possono succedere ad esempio a chi fa l’autista).

      Fammi sapere come va.

      Buon allenamento,
      Davide

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here