Gli ultimi anni della famiglia Nike, relativamente al mondo del running, sono stati molto movimentati. Potremmo definirli letteralmente anni super dinamici: la tanto amata linea Epic React si è evoluta nella React Infinity. Poi l’uscita della fantastica NEXT% di Alphafly è stata rapidamente seguita dalla React Miler.

Insomma, Nike continua a scuotere il mercato del running ma questa volta lo scossone è veramente forte e non ti potrà lasciare indifferente.

Seguendo la filosofia della React Infinity Run, una scarpa che prometteva di prevenire il rischio di lesioni, nasce la nuova Nike Zoom X Invincible Run.

Una scarpa pensata principalmente per l’allenamento quotidiano, la calzatura tipica che ogni runner dovrebbe avere nell’armadio per correre i suoi chilometri settimanali.

Dopo diverse settimane di allusioni e immagini non ufficiali sui social media, la nuova scarpa da corsa più attesa di Nike per il 2021 è ora una realtà. La ZoomX Invincible Run è una delle proposte che il brand americano ha pensato per i runner più ambiziosi.

Io sono Davide Ferro e corro per passione e per recensire in anteprima per te le migliori uscite sul mercato del running. Ho provato recentemente la Zoom X Invincible Run.

Vuoi sapere se mi sono sentito veramente invincibile con queste calzature ai piedi? Continua a leggere e la tua sete di curiosità verrà appagata.

Prima allaccia come sempre le scarpe perché noi, oltre alle parole, facciamo sempre anche i fatti.

Test delle scarpe da corsa Nike Zoom X Invincible Run

Il motivo principale per cui questa scarpa è stata creata è l’allenamento per le lunghe distanze riducendo il rischio di infortuni (dimostrato da uno studio esterno). In effetti, è così che Nike le annuncia in tutte le pubblicità riguardanti queste nuove Zoom X Invincible Run.

Vedremo se sarà in grado di attirare l’attenzione su di sé e lasciare un segno indelebile o se semplicemente verrà ricordata come un modello in più dei tanti prodotti dal colosso americano.

Dopotutto, questa era una scarpa nata dai desideri degli atleti che testavano le iterazioni Vaporfly senza la piastra. Dopo tre anni questi runner sono stati accontentati.

Penso che questa scarpa da corsa sia speciale come lo è stato indossare la tua prima Vaporfly o Alphafly: nel momento in cui la metti ai piedi, sai che c’è qualcosa che ti protegge. C’è qualcosa che ti tiene davvero ammortizzato ma non a scapito del peso o di una transizione graduale.

La Invincible Run è ancora estremamente efficiente e garantisce quell’equilibrio magico che la schiuma Zoom X fornisce.

Dopo aver percorso un po’ di chilometri con queste calzature sportive, direi che sono progettate per corse facili sia che tu sia un principiante o un corridore esperto. Probabilmente non le indosseresti mai per le tue corse veloci ma saranno delle scarpe comode per un allenamento o una gara dal ritmo costante.

Grazie alla presenza della schiuma ZoomX (la stessa di Alphafly e Nike Tempo Next% ), Nike ZoomX Invincible Run è progettata per aiutare a prevenire gli infortuni e migliorare la tua dinamica di corsa, risparmiando energia.

Caratteristiche tecniche

  • MarchioNike
  • Modello: Zoom X Invincible Run
  • Tipologia: Scarpa running ammortizzata
  • Peso: 314 g da uomo – 253 g donna
  • Drop: 9 mm
  • Famiglia: Nike Zoom X

Caratteristiche generali

La chiave di questa scarpa si trova nella suola in cui la schiuma più leggera, morbida e reattiva prodotta dall’azienda americana raggiunge davvero l’obiettivo dei suoi designer. Credo sia stato davvero difficile trovare l’equilibrio tra la quantità di schiuma ZoomX e una piattaforma molto stabile e di supporto.

Sotto i piedi, la schiuma appare estremamente morbida mentre percorri i tuoi chilometri. Tuttavia, per una scarpa piena di morbida schiuma, non apparirà per nulla pesante come, ad esempio, una Hoka e si percepirà comunque notevolmente reattiva.

Una cosa che noterai non appena li tirerai fuori dalla scatola è la silhouette, qualcosa che Nike spiega così: “crea un’esperienza completamente nuova sotto i piedi”. Questa è una scarpa larga e l’ampio spazio nella zona della punta lo conferma anche se il collo della scarpa non si rivela essere altrettanto comodo e spazioso.

Nonostante tutto il peso, ti sentirai estremamente stabile e supportato ma per i corridori più veloci e quelli troppo leggeri potrebbe essere necessario un po’ di tempo per abituarsi.

Io ho testato per te la Zoom X Invincible Run e ne sono onorato. Entriamo nel dettaglio della nuova creatura di casa Nike.

Suola

La suola è interamente in gomma con alette molto sottili. La trazione è impeccabile e la resistenza sembra essere notevole a prima vista: solo il tempo però potrà confermare questa prima impressione.

La suola non si allontana dagli standard abituali. La sua composizione in gomma piena crea una buona tenuta e durata, rendendola una robusta scarpa da corsa per l’allenamento quotidiano.

Non è comune vedere tante scarpe che hanno un solo pezzo di gomma gigante che ricopre la suola ma è esattamente ciò che troveremo in questo modello. Abbastanza spessa e ricoperta da centinaia di piccoli tasselli, questa suola è fatta per durare e fornire una grande presa.

L’esperienza morbida ma reattiva sotto i piedi rende questa scarpa la scelta ideale per l’allenamento su lunghe distanze.

Intersuola

Questa nuova scarpa da running Nike ha un’intersuola sorprendente che, a causa della sua alta altezza di 36,6 mm nel tallone e 27,6 mm nell’avampiede, ricorda abbastanza la Vaporfly.

Quando Nike ha predisposto la schiuma Zoom X, si è assicurata che desse al piede quella stabilità e supporto aggiuntivi senza rinunciare a quel divertente elevato ritorno di energia, morbidezza e ammortizzazione che questa schiuma offre.

Tutto ciò per creare una silhouette del 33% più morbida rispetto al passato e in grado di restituire un forte effetto propulsivo dal tallone alla punta per migliorare la corsa. Ciò ci costringe a correre meno sul tallone e l’allineamento tra caviglia, ginocchio e anca risulta essere molto più verticale. Pertanto, l’impatto del piede è ridotto come, in definitiva, anche la percentuale di infortuni durante la corsa.

La schiuma nell’Invincible Run è molto più morbida di quella della React Infinity Run 2 creando una sensazione più confortevole sotto i piedi e restituendo più energia al corridore mentre si muove.

Nike ha rimosso la piastra in fibra di carbonio che si trova nella Vaporfly e Alphafly per accentuare la dinamica complessiva della corsa e la propulsività e quindi questa scarpa è in realtà pensata per essere il partner di allenamento per Alphafly o Vaporfly e non per essere un loro sostituto.

Una scarpa da allenamento per tutti i giorni, una calzatura ad alto chilometraggio che aiuta gli atleti di tutti i livelli ad arrivare sulla linea d’arrivo sorridenti, in piena salute pur magari non sfoderando tempi così veloci.

Tomaia

La tomaia è un altro dei punti salienti della ZoomX Invincible Run su cui i designer Nike hanno lavorato a lungo. Se la confrontiamo con la parte superiore della Alphafly o della Tempo che risultano molto più minimaliste, questa scarpa è molto più robusta con una linguetta modellata e un colletto imbottito. La parte superiore di questa nuova scarpa è anch’essa realizzata con tessuto Flyknit che riesce ad adattarsi perfettamente al piede e alla schiuma Zoom X garantendo un’andatura sicura, confortevole e, ovviamente, traspirante.

Nike descrive la tomaia Flyknit dell’Invincible Run come “robusta”, costruita per accogliere la sensazione di ritorno elastico della Zoom X Foam, aiutando il corridore a sentirsi stabile e sicuro nella scarpa. Nike ha anche aggiunto una linguetta modellata e un colletto imbottito per un comfort extra mentre percorri i tuoi chilometri.

Infine, altra lieta modifica, Nike ha reso la parte anteriore della scarpa flessibile, consentendo un buon livello di agilità che è chiaramente percepito durante corsa.

Pro e contro delle Nike ZoomX Invincible Run

Pro

  • Comfort: i corridori lodano l’intersuola dell’Invincible Run, descrivendola come morbida e ultra confortevole. Tanto che molti affermano che sia una delle scarpe più ammortizzate che abbiano mai provato. 
  • Ritorno di energia: la schiuma ZoomX elastica e propulsiva della scarpa non crea problemi ai corridori perché ogni falcata ci si sente a proprio agio a correre senza sforzo e senza perdere mai il controllo. 
  • Stabilità: sebbene non sia stabile come la Nike React Infinity Run 2, le ampie sezioni dell’avampiede e del tallone della scarpa consentono passi sicuri anche in discesa.  
  • Frizione sul tallone: ​​non ci sono tracce di scivolamento o frizione nella zona posteriore. Il collare è sufficientemente imbottito, bloccando il piede in posizione e proteggendolo. 
  • Punta: ha abbastanza volume e spazio per un eventuale gonfiore del piede e per proteggere l’alluce. Insomma, per sentirti compresso durante la corsa dovrai necessariamente avere dei piedi da hobbit.
  • Flessibilità: nella parte anteriore, la scarpa ha una flessibilità sufficiente per uno stacco agile. 
  • Vestibilità: può essere aderente in alcuni punti ma non costrittiva come le altre scarpe Flyknit. 
  • Trazione: mi sono sorpreso dalla tenuta della scarpa, specialmente su marciapiedi e angoli umidi. Un giorno l’ho provata anche su superfici ghiacciate e “wow”. 
  • Linguetta a soffietto: la linguetta non si muove da un lato all’altro e rimane ben salda e centrata.
  • Suola: La gomma a copertura totale aiuta a stabilizzare lo Zoom X ma ha anche una presa eccezionalmente buona.

Contro

  • Durata incerta: dopo appena 40 chilometri c’è qualche segno di usura visibile sulla suola. Gli esperti stimano che non dureranno per 600-700 chilometri ma solo il tempo potrà dare una risposta.
  • Sfregamento della pelle: l’imbottitura sul colletto laterale della caviglia sfrega contro il piede appena sotto l’osso della caviglia.
  • Il design di questa scarpa la rende goffa per natura a anche rumorosa sul marciapiede.

Domande frequenti

A chi sono rivolte le scarpe le Nike ZoomX Invincible Run?

Le ZoomX Invincible Run colpiscono positivamente sia i principianti che gli atleti esperti. Sono abbastanza leggere e ammortizzate per preservare le gambe durante gli ultimi km dell’allenamento e saranno delle compagne perfette per i corridori che desiderano un allenamento quotidiano ultra confortevole, morbido e con il necessario ritorno di energia. 

La Nike Zoom X Invincible Run sarà una scarpa ottimale per i corridori di peso medio e forse leggermente più pesanti che non amano l’ingombro della classica Structure 23 o Vomero 15.

Nonostante il peso, ti sentirai estremamente stabile e supportato ma per i corridori più veloci e leggeri potrebbe essere necessario un po’ di tempo per abituarsi e prenderci la mano (o per meglio dire il piede).

Come calzano le Zoom X Invincible Run?

Una cosa che molti corridori adoreranno è che questa scarpa non si adatterà al piede come una tomaia Nike tradizionale apparendo stretta e costrittiva. In effetti, la calzata sembra molto simile alla tomaia React Miler, e la tomaia non appare realizzata con materiali economici apparendo veramente di qualità. C’è molta larghezza nella zona della punta anche se la gola della scarpa può apparire un po’ stretta e un piede troppo largo potrebbe avere difficoltà in fase di entrata.

Quanto costano le Zoom X Invincible Run?

Le scarpe hanno un prezzo base di 180 euro che può essere giudicato eccessivo anche se le prestazioni offerte giustificheranno tale spesa. Aspettando qualche settimana avremo sicuramente la possibilità di risparmiare qualcosa e di trovarle ad un prezzo leggermente più basso.

Dove comprarle?

Il sito ufficiale Nike è sempre il canale migliore e più affidabile per acquistare questa scarpa scegliendo modello, taglia e colorazione. In alternativa potrai trovarle su altri importanti siti di e-commerce o nei migliori negozi di articoli sportivi della tua città.

Comparativa con scarpe da corsa simili

Nike React Infinity Run Flyknit 2 vs Nike Zoom X Invincible Run

Questi due modelli sono senza dubbio tra le scarpe da corsa più attese nel 2021! Tuttavia, sebbene entrambe siano dotati di ammortizzazione ad alto stack e tomaia Flyknit e siano destinati all’allenamento quotidiano, non offrono lo stesso livello di supporto.

La Infinity Run è una scarpa da stabilità progettata per migliorare l’appoggio e prevenire il rischio di infortuni. In quanto tale è più stabile ma la sua ammortizzazione appare più solida e con una minore risposta. A meno che tu non stia cercando esclusivamente un modello di stabilità, Nike ZoomX Invincible Run è chiaramente superiore.

La Invincible Run è una scarpa da corsa ottima e confortevole che offre massima reattività per l’allenamento quotidiano. La Infinity Run può essere invece definita come una buona scarpa da corsa stabile con un’ammortizzazione generosa e confortevole.

Saucony Endorphin Shift vs Nike ZoomX Invincible Run

La Shift è molto più solida, circa 10 g più pesante, ha una punta leggermente più stretta e ha due linguette, una anteriore e una posteriore. Questa scarpa ha una piattaforma dell’avampiede piuttosto ampia, ma l’Invincible risulta essere 6 mm più larga. La tomaia della Invincibile appare inoltre più morbida. Le due calzature hanno un’altezza dello stack molto simile ma funzionano in modo molto diverso. La Invincible ha un ritorno di energia aggiuntivo ad ogni passo che proviene dall’intersuola. 

In termini di tipo di corsa, dipenderà dalla preferenza tra una calzatura che offre un discreto cambio di passo contro una scarpa elastica che ha la peculiarità di flettere in avanti.

Conclusione

L’Invincible è una nuova meravigliosa compagna di allenamento targata Nike e si distingue per la sua sensazione molto morbida, protettiva ed energica. È una scarpa che regala grandi sorrisi.

L’unico interrogativo è il non poter dire con certezza se dureranno 600 km o se appariranno deteriorate dopo 200 km. E questo è un grande punto interrogativo per una scarpa che costa 180 euro.

Nike però vince a mani basse con questa scarpa che, magari, non salirà sul nostro podio ma come scarpa da allenamento è divertente, morbida, elastica, energica, vivace, confortevole e ci ha notevolmente conquistati. Questa sarà la scarpa userò più spesso prossimamente. Lo stress del 2020 si è trasferito nel 2021 e cerchiamo quindi di trovare divertimento anche in una semplice corsa: farlo con le Invincibile mi trasmette proprio questa sensazione e strappa un sorriso sul mio volto mascherato (purtroppo non per il carnevale ma per questo maledetto virus).

Spero di essere stato abbastanza esaustivo: a me questa scarpa è piaciuta tantissimo e credo che si sia letto, non troppo tra le righe, all’interno della mia recensione.

Voglio sapere anche la tua opinione e capire se anche tu sei entusiasta come me delle Nike Zoom X Invincible Run.

Io le consiglio e ci metto la faccia, anzi il piede!

Lasciami un commento qua sotto e preparati a diventare “invincibile” anche tu, proprio come il tuo Supereroe preferito.

E ricorda:

Vento sulla faccia,
rock’n’roll nelle orecchie
e chilometri nelle gambe.

Buone corse,
Davide

In breve
  • Comfort
  • Peso percepito
  • Stabilità
  • Design
  • Rapporto qualità-prezzo
4.4

Summary

Le ZoomX Invincible Run colpiscono positivamente sia i principianti che gli atleti esperti. Sono abbastanza leggere e ammortizzate per preservare le gambe durante gli ultimi km dell’allenamento e saranno delle compagne perfette per i corridori che desiderano un allenamento quotidiano ultra confortevole, morbido e con il necessario ritorno di energia. 

8 Commenti

  1. Ciao e complimenti per il sito e le recensione che leggo sempre piacevolmente.

    Corro da diversi anni, ma ho sempre corso al massimo una decina di km senza alcuna velleità. Ultimamente ho iniziato a correre un po’ più seriamente perché vorrei correre qualche mezza maratona. Peso 85 kg e ho sempre usato Asics (le mie preferite sono state le Nimbus 19), anche se ultimamente sono passato a Nike (scarpe che uso nella quotidianità) perché con le ultime Asics non mi sono trovato benissimo.
    Ho provato le Nike React Infinity prima versione, ma nonostante abbia comprato la mia taglia da sempre, ho avuto fastidiosi sfregamenti alle punte dei piedi(penso a causa della tomaia e della mancanza di linguetta che probabilmente non riuscivano ad evitare scivolamenti al mio piede). Adesso sto usando con soddisfazione delle Nike Pegasus 37. Noto però che quando faccio allenamenti un po’ più lunghi verso i km finali avverto sempre un po’ di dolore alle gambe e nella zona delle anche. Sicuramente con un maggiore allenamento la situazione migliorerà, ma leggendo la tua recensione mi viene da chiederti se sia proprio in queste situazioni che queste nuove Nike possono aiutare.
    Inoltre secondo te avrebbe senso affiancarle alle Pegasus 37 usando queste ultime per le ripetute più veloci? Oppure sono scarpe che si “sovrappongono”?
    Grazie
    Federico

    • Ciao Federico,

      Le Pegasus 37 sono un modello di scarpa da allenamento giornaliero.

      Le Invincible Run sono un modello costruito per allenamenti lunghi per runner dal peso fino ai 95kg dove viene richiesta molta ammortizzazione, confort, buona stabilità e infine una buona risposta.

      Le Pegasus sono un modello principalmente utilizzato da runner dal peso sotto gli 85kg con buon ammortizzamento e discreta reattività.

      Sono scarpe piuttosto universali ma non troppo dinamiche, in quel caso dovresti andare sulle Pegasus Turbo 2 almeno per avere qualcosa in più.

      Un abbraccio,
      Davide

      • Ciao Davide, grazie per la risposta.

        Quindi, secondo la tua esperieza, l’accoppiata migliore per me sarebbe Invincible Run per i lunghi (visto anche il mio peso) e Pegasus 2 Turbo per gli allenamenti veloci e ripetute?

        Ma le Pegasus 2 Turbo si trovano ancora?Ho provato sia su Nike che su altri siti ma non le vedo più disponibili. Eventuali alternative per le ripetute/allenamenti veloci sempre in casa Nike?

        Grazie

        Un saluto

        Federico

  2. Salve complimenti per la recensione sono molto interessato a questa scarpa perché rientro nei canoni di Runner tipo per l’utilizzo volevo chiederti come la confronti con le Mizuno Sky Neo?
    Grazie

    • Devo dire che mi sono trovato meglio con le Invincible anche se più ingombranti.

      La sensazione è quella di avere un prodotto protettivo e allo stesso tempo reattivo e abbastanza leggero… unico neo una calzata un po’ insolita per le Nike (generalmente presentano una calzata piuttosto ampia).

      Quindi se a te vanno bene le Mizuno potrebbe essere un pro.

      Iscriviti al mio canale YouTube e seguimi su Instagram per scoprire in anteprima le mie recensioni.

      Un caro saluto,
      Davide

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome