Le scarpe da corsa stabili (chiamate A4) offrono, oltre all’ammortizzazione, un migliore supporto del piede nella zona dell’arco plantare e una più lunga durata nel tempo.

La maggior parte delle scarpe da corsa A4 sul mercato sono neutre e peccano un po’ sul sostegno del piede nella parte centrale.

È consigliato quindi acquistare queste scarpe solo se hai un peso medio (tra i 65 e i 90kg), se hai un leggero difetto di pronazione (se non sai cosa è la pronazione leggi il nostro articolo al riguardo), non hai problemi di supinazione e se vuoi un maggiore sostegno e durata della scarpa nel tempo.

Bene, scopriamo insieme la classifica delle migliori scarpe da running A4 del 2020.

Sei pronto? Iniziamo!

 

Quali sono le migliori scarpe da corsa stabili?

 

 

Asics Gel Kayano

Asics ottiene ogni anno ottimi voti da corridori che vogliono una scarpa leggera con un buon ammortizzatore e abbastanza stabile per una leggera sovra pronazione.

La tomaia ha una vestibilità aderente e comoda con una combinazione di mesh e pelle sintetica, il collo e la linguetta sono ben imbottiti.

L’allacciatura asimmetrica delle Asics Kayano, che sta diventando di moda, offre un’altra bella caratteristica che migliora la calzata della scarpa mentre si corre.

Asics Kayano: leggi la recensione

 

Adidas Supernova

La Supernova è un ottima scarpa da allenamento è ideale per la maggior parte dei tipi di piede, presenta il collo un po’ basso e la pianta, come nella maggior parte delle Adidas, è un po’ stretta.

Ha tutte le caratteristiche necessarie per essere una scarpa stabile: è un ottimo prodotto e il prezzo si adatta alla maggior parte dei budget.

Adidas Supernova: leggi la recensione

 

Brooks Adrenaline GTS

La Brooks GTS Adrenaline è la scarpa più venduta ed è la combinazione perfetta di stile, comfort e stabilià della parte mediale.

Ogni versione della scarpa aggiunge alcune nuove tecnologie migliorandola, se pur mantenendo il cuore e la “suola” delle scarpe sempre invariata.

Questa scarpa è un’ottima scarpa da allenamento e ha la giusta durabilità, stabilità e ammortizzazione per sopportare chilometri di terreno vario.

Brooks Adrenaline: leggi la recensione

 

Mizuno Wave Inspire

Dietro l’intera gamma di scarpe Mizuno Wave vi è uno studio di alta ingegneria progettata per ridurre e reindirizzare le forze sviluppate dall’impatto che ha il piede con il terreno ad ogni passo.

La tecnologia Cloudwave di Mizuno aiuta a mantenere il piede ammortizzato ad ogni falcata che fai e rende la transizione da tallone a punta molto naturale.

Gli utenti adorano la durata di Inspire, oltre alla sua traspirabilità, una caratteristica speciale di questo nuovo modello di scarpa da running Mizuno.

Mizuno Inspire: leggi la recensione

 

Saucony Hurricane

Hurricane è un’altra scarpa da allenamento molto popolare di Saucony.

La linea ProGrid offre più ammortizzazione nella parte centrale del piede senza rinunciare alla leggerezza e reattività.

La vestibilità è proprio quello che ti aspetteresti da una scarpa da allenamento performante.

Vedi su Amazon

 

Nike LunarGlide 9

È una delle scarpe più stabili e leggere presenti sul mercato, la LunarGlide 9 sembra una scarpa neutra quando la si utilizza per la prima volta, il sostegno centrale sull’arco è quasi impercettibile.

Fornisce un buon sostegno e stabilità.

Eccellente l’ammortizzamento che rende la scarpa molto comoda anche grazie alla calzata che avvolge il piede in modo confortevole e efficiente nell’azione di corsa.

Sicuramente adeguata per l’allenamento, la pianta risulta essere molto larga e il collo alto.

Se si ha un piede sottile in pianta e il collo del piede basso, nella fase di corsa il piede tende a scivolare in avanti.

Nike Lunarglide 9: leggi la recensione

 

Conclusioni

Bene, siamo giunti alla fine di questo articolo.

Hai trovato la scarpa da running a4 che fa per te?

Se così non fosse, puoi dare un’occhiata all’articolo delle migliori scarpe running A3 del 2020 oppure lasciare un commento qui sotto.

Rispondo sempre a tutti.

Buon allenamento,
Davide

8 Commenti

    • Ciao Andrea,

      Ti consiglio di utilizzare il plantare solo in scarpe neutre.

      Mai in scarpe dove è presente una tecnologia che corregge la pronazione o la supinazione.

      Per questo motivo ti consiglio di utilizzare il tuo plantare solo ed esclusivamente con la Nimbus, non utilizzarlo mai con la Kayano o scarpe con tecnologie per pronatori o supinatori.

      Un caro saluto
      Davide

  1. Ciao Andrea ,vorrei ritornare a correre dopo diversi anni ma sono abbastanza in sovrappeso (1,87 x116 kg) e penso di avere un problema di supinazione (consumo molto la scarpa dalla parte esterna),inoltre vado a correre spesso sullo sterrato.Che scarpa mi consiglieresti?

    • Ciao Luca,

      Il primo consiglio è quello di ritornare almeno sotto i 95 kg prima di iniziare a correre.

      In secondo luogo, devi sapere che esistono poche scarpe per supinatori, e a meno che tu non sia un supinatore vero e proprio, il consiglio è quello di andare su scarpe neutre.

      La tua supinazione va valutata e possiamo vedere, dopo l’acquisto di una scarpa neutra, come la usuri e in quanto tempo.

      Che tipo di sterrato fai?
      O fai misti?
      Se fai misti con che quantità o percentuale?

      Buon allenamento,
      Davide

  2. Ciao, vorrei consigliare delle scarpe a mio figlio (25 anni). Tutte quelle che prende dopo qualche mese sono distrutte…… Corre circa 30 minuti al giorno

    • Ciao Barbara, alcune domande:
      – quanti km fa al giorno?
      – su che terreni corre (asfalto, sterrato, altro)?
      – quanto pesa e quanto è alto?

      Solo con queste info posso consigliarti le scarpe più adatte a lui.

      Un caro saluto,
      Davide

  3. Ciao sono Vito, 1.91 cm per 107 kg.
    Mi alleno con frequenza in palestra, campo (gioco a football americano) e corro al mattino circa 5/10 km per 4/5 volte a settimana per lo più asfalto.
    Ho subito due lesioni al crociato e ho avuto diverse distorsioni alla caviglia.
    Sono alla ricerca di una scarpa ben ammortizzata e che si adatti alla mia situazione.
    Vorrei evitare di spendere centinaia di euro e buttare via la scarpa dopo poco.
    Aggiungo che le scarpe che ho attualmente sono particolarmente consumate nella parte esterna (ho anche quelle più vecchie che presentano lo stesso problema)
    Cosa mi consiglieresti ?

    • Ciao Vito,

      Il primo consiglio sarebbe quello di scendere leggermente con il peso (magari facendo inizialmente delle camminate veloci).

      Se non ti è possibile (magari perché hai molta massa magra) ci sono delle scarpe che possono aiutarti a digerire meglio i kg che porti ma che nel tempo tendini a deteriorarsi più velocemente.

      Detto questo, i modelli più interessanti per te sono le Hoka Bondi e le Mizuno Prophecy queste ultime particolarmente indicate per chi ha necessità di scaricare il peso a terra.

      Infine per la tua supinazione, cioè il fatto di consumare le scarpe sulla parte esterna, non esistono scarpe che abbiano una tecnologia efficace, quindi se oltre all’usura, dovessi avere problematiche come infiammazioni o dolori articolari, il consiglio è quello di andare su dei plantari fatti su misura.

      Altrimenti continua ad andare su scarpe neutre e cambiarle ogni circa 500/600km.

      Un abbraccio,
      Davide

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome