Ora che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha consigliato di indossare delle mascherine per il viso in pubblico, la maggior parte delle persone ha iniziato a farsi alcune domande:

  • Devo indossare la mascherina per correre?
  • Che tipo di mascherina devo indossare?
  • Basta quella chirurgica o ho bisogno di qualcosa di specifico?

Ebbene, dato che sul web si trovano tantissime domande ma poche risposte, ho cercato di documentarmi e fornire qualche indicazione più precisa su quale mascherina è meglio indossare per correre.

 

 

Si deve correre con la mascherina?

Dopo quasi due mesi di divieto, le linee guida del nuovo decreto legge indicano che dal 4 maggio è possibile tornare a correre e allenarsi all’aperto.

Evitando assembramenti, ovviamente, e mantenendo le apposite distanze di sicurezza.

Ma la domanda che si stanno ponendo tutti i runner è solo ed esclusivamente una: serve la mascherina per correre?

Il decreto firmato dal premier Conte non prevede l’uso di mascherine per chi esce a correre nella cosiddetta Fase 2, ma solo il rispetto di distanze di sicurezza.

Tuttavia, questo dipende da regione a regione, addirittura da comune a comune.

Il 4 maggio, ad esempio, è stata pubblicata l’ordinanza ufficiale firmata da Attilio Fontana, presidente della regione Lombardia, che indica che <<la mascherina durante l’attività motoria andrà indossata prima e dopo l’esercizio fisico, ma non durante>>.

Il 5 maggio, il sindaco Bucci di Genova ha annunciato invece che «Se si cammina veloce e si fa attività motoria il movimento di aria è maggiore e c’è possibilità più elevata di contagio, quindi la mascherine è obbligatoria», ma che non è obbligatoria quando si corre, perchè «Non si può correre con mascherina, vorrei vedere chiunque a correre con una mascherina sul viso, ma bisogna averla con sé, magari portarla intorno al collo. Se si incontrano persone o ci si trova a una distanza che non è quella prevista, i 2 metri, allora bisogna fermarsi e mettere la mascherina».

Tuttavia, alcuni comuni hanno adottato la misura del “mascherina sempre”, quindi è opportuno che il singolo cittadino si informi sui canali istituzionali della propria città e del proprio comune.

Il mio consiglio? Portare sempre con sè una mascherina o uno scaldacollo, in modo non imbattersi in sanzioni e da poter coprire naso e bocca all’occorrenza.

Tuttavia, le autorità competenti hanno sottolineato che chi pratica sport all’aperto deve sempre mantenere il cosiddetto distanziamento sociale, evitando incontri di gruppo e cercando di stare ad almeno 2 metri di distanza dalle altre persone.

Non basta indossare una mascherina per essere al sicuro. Mantenere una distanza fisica dagli altri è ancora la misura più importante per rallentare la diffusione del coronavirus.

Se sei uno di quei runner che non ce la fa più a stare rinchiuso in casa e ha deciso di tornare ad allenarsi utilizzando una mascherina da running, non ti resta che acquistarne una. Ma quale?

 

Quali sono le migliori mascherine per correre?

Spesso nel momento di fare una scelta bisogna trovare un giusto equilibrio tra gli aspetti in gioco.

In questo caso, se vuoi correre e sentirti sicuro allo stesso tempo, dovrai orientarti su mascherine che contemporaneamente ti permettano da una parte di ridurre il rischio di contagio e dall’altra di correre in comodità senza darti la sgradevole sensazione che ti manchi il fiato.

Premettendo che le conoscenze scientifiche riguardo l’infezione da SARS-CoV-2 sono ancora limitate, la regola generale è che in questo periodo, in particolare se ti trovi vicino ad altre persone, è sempre meglio avere qualcosa che protegga le vie aeree piuttosto che non avere nulla.

Le mascherine più efficaci per proteggere se stessi da infezioni a trasmissione aerogena, di cui la Covid-19 fa parte, come dimostrato da vari studi, sono indubbiamente quelle con i filtri FFP2 e FFP3. [1]

Tuttavia correre con questo tipo di mascherine potrebbe essere particolarmente faticoso, dato che respirare è più difficile in quanto i filtri presenti in esse aumentano la resistenza al flusso di aria durante l’inspirazione incrementando il lavoro compiuto dai muscoli respiratori e, come sostiene Henry Chambers, medico infettivologo e professore all’Università della California, <<Ci si sentirebbe come a correre a 3.000 m di altitudine>>.

Le mascherine più efficaci per proteggere gli altri dalle nostre goccioline di saliva sono invece le mascherine chirurgiche. [2] Eviterei però di utilizzare anche queste, che non sono lavabili e perdono facilmente di efficacia.

Il mio personale consiglio è quello di prendere in considerazione mascherine sportive lavabili, magari in tessuto tecnico ed appositamente progettate per essere comode e non affaticare durante la corsa.

Vediamo insieme quali sono le migliori e quelle da evitare, dalla Stratos Mask de La Sportiva alle più comuni mascherine antismog presenti su Amazon.

 

Stratos Mask – La Sportiva

mascherine running

L’azienda leader mondiale nella produzione di scarpe da trail running e da arrampicata ha recentemente annunciato la produzione di Stratos Mask, la nuova mascherina sportiva lavabile con filtro interno intercambiabile e facilmente sostituibile. Si tratta di un prodotto appositamente progettato per chi fa sport all’aperto, ergonomico, comodo e di qualità.

  • Quando sarà disponibile Stratos Mask? È ordinabile da subito e le prime consegne avverranno a metà giugno.
  • Dove comprare Stratos Mask? Nei negozi fisici e sul sito web La Sportiva (clicca qui per ordinare la mascherina Stratos Mask). Non sarà invece disponibile su Amazon.
  • Quanto costa Stratos Mask? Prezzo mascherina 19,99 €, prezzo 90 filtri di ricarica 9,90€.

 

Mask-Active – Oxyburn

mascherina running Oxyburn

L’azienda bresciana Oxyburn, dopo il lancio di Mask-Easy, ha ideato Mask-Active, una fascia per il viso filtrante lavabile destinata a un uso intensivo in ambito sportivo. La fascia viso è ergonomica e lavabile, idrofobica e antibatterica. È disponibile in 6 diverse colorazioni: nero, bianco, acid, pink, lightblue, vision. Può essere lavata fino a 30 volte e stirata a 60 gradi. La mascherina filtrante Oxyburn sarà acquistabile al prezzo consigliato al pubblico di 11,90 euro e viene venduta assieme ad una pochette dalle medesime caratteristiche batteriostatiche, per evitare qualsiasi contaminazione prima e dopo l’uso.

  • Quando sarà disponibile Mask Active Oxyburn? Mask Active sarà disponibile dai primi di giugno.
  • Dove acquistare? Nei negozi fisici e online Verde Pisello, Sportime Mantova, Passsport, King Sport & Style e Sportanza.
  • Quanto costa? Prezzo consigliato al pubblico 11,90€.

 

Tek Series – Plastotex

Tek Series Plastotex

Plastotex è un’azienda di abbigliamento tecnico specializzata nella produzione di tessuti utilizzati nello sci alpino e nell’endurance. L’azienda ha riconvertito un’intera linea produttiva, dopo aver effettuato diversi test di laboratorio, alla produzione di schermi protettivi, come mascherine per la corsa Tek Series. La mascherina Plastotex è a triplo strato (due di tessuto e la membrana Tek Series), non fa filtrare l’acqua, è completamente lavabile e garantisce il massimo della protezione fino a 5 lavaggi.

  • Quando sarà disponibile Tek Series? Non ancora comunicato.
  • Dove acquistare Tek Series? Non ancora comunicato.
  • Quanto costa Tek Series? Non ancora comunicato.

 

Dove acquistare queste mascherine sportive lavabili?

Ulteriori informazioni circa le modalità di commercializzazione e di acquisto saranno disponibili nelle prossime settimane.

Nel frattempo, lasciando tuo contatto qui sotto, ti avviserò in anteprima appena le mascherine per sport saranno disponibili per l’acquisto e dove acquistarle al miglior prezzo.

Lascia i tuoi contatti e verrai avvisato quando queste mascherine per sport saranno disponibili per l’acquisto



 

Posso utilizzare una mascherina antismog per correre?

Su vari siti di vendita online vengono proposte mascherine antismog per la corsa.

Per le mascherine di questo tipo, che possiedono dei filtri per l’aria, valgono gli stessi discorsi fatti precedentemente per le mascherine FFP2 e FFP3 riguardo l’aumento del lavoro respiratorio; pertanto le sconsiglierei per gli stessi motivi.

In questo caso inoltre, nelle caratteristiche tecniche, manca spesso la descrizione specifica della tipologia di filtro installato (tipo la dicitura “P2” o “P3”) che è quella che ne attesta la reale efficacia protettiva nei confronti di particelle inquinanti o di microrganismi tipo i virus.

Il rischio di comprare questo tipo di mascherine è che, oltre che farti faticare maggiormente durante la tua corsa, la loro reale efficacia protettiva sia anche molto minore rispetto all’atteso.

 

Correre con la mascherina fa male?

Alcuni ritengono che le mascherine per sport facciano penetrare poca aria e dunque meno ossigeno che arriva ai polmoni, e che facciano sudare di più, in particolare nell’area attorno alla bocca e al naso.

Il virologo Roberto Burioni ha sostenuto in un articolo su Medical Facts che <<correndo con la mascherina ci si potrebbe imbattere in capogiri, stato confusionale, mal di testa, aumento della frequenza respiratoria, tachicardia, fiato corto, perdita della coordinazione, problemi di vista, cianosi, stanchezza precoce e anche perdita dei sensi e dello svenimento, perchè se il corpo non può svolgere il lavoro a cui lo sottoponiamo, l’unica arma di difesa che è quella di fermarsi>>.

Tuttavia, è bene ricordare che non è detto che questi aspetti si verifichino per tutti, soprattutto se le mascherine sportive indossate sono progettate appositamente per il running, come quelle di cui ti ho parlato precedentemente.

In ogni caso, il mio consiglio è di ascoltare sempre il tuo corpo. Se ti rendi conto di non avere più fiato o di non riuscire a respirare facilmente, rallenta, cammina o fermati.

 

Alternative alle mascherine per correre?

Un medico e docente della Stanford University, Paul Auerbach, ha consigliato di correre indossando uno scaldacollo per coprire naso e bocca, da utilizzare quando ci si trova in prossimità di altre persone e abbassare quando invece non c’è nessuno nelle vicinanze.

Secondo gli esperti del Wall Street Journal, inoltre, lo scaldacollo sopra al naso rimane una delle opzioni più quotate, trattandosi di un buon compromesso fra comodità e capacità di protezione dei materiali.

 

Esiste una mascherina sportiva Nike?

Fammi indovinare: anche tu vorresti una mascherina Nike nera per correre o fare sport all’aperto? Non sei solo, in tantissimi mi avete chiesto se Nike avesse prodotto una mascherina sportiva per fare attività sportiva.

Purtroppo però, ad oggi l’azienda americana non ha ancora rilasciato alcun prodotto di questo tipo, e non ha annunciato se lo farà o meno in futuro.

Tuttavia, il brand ha messo in commercio alcuni scaldacollo che potresti utilizzare per allenarti all’aperto.

Eccone alcuni.

 

Mascherina da running e occhiali appannati: cosa fare?

Quando corro con la mascherina da running, mi si appannano gli occhiali. Come posso fare?

Beh, questo dipende dalle dimensioni della maschera, dall’intensità della respirazione e dalle dimensioni degli occhiali.

Se la mascherina non è ben salda al naso, l’aria calda e umida fluirà verso l’alto, causando un appannamento degli occhiali, specialmente se presentano delle lenti grandi e una montatura che poggia direttamente sulle guance.

Per ridurre qualsiasi appannamento potresti lavare le lenti con dell’acqua insaponata prima di indossare la maschera. Sembra un trucco banale, ma funziona.

 

Le informazioni in questo articolo sono aggiornate al momento della stesura del testo. Dato che gli aggiornamenti sul coronavirus COVID-19 sono in continua evoluzione, è possibile che alcune informazioni e raccomandazioni presenti in questo post siano differenti dalla pubblicazione iniziale. Ti invito a controllare regolarmente siti istituzionali del Governo, dell’OMS e del dipartimento di sanità pubblica per i dati e le raccomandazioni più aggiornati.

 

Fonti:

[1] A.P. Sunjaya, C. Jenkins. Rationale for universal face masks in public against COVID-19. Respirology. 2020 Apr 30.
[2] N.H.L. Leung D.K.W. Chu et al. Respiratory virus shedding in exhaled breath and efficacy of the face masks. Nature Medicine. 2020 Apr 03.

Grazie al Dott. Gabriele Mariottini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome