Ci sono tanti diversi aspetti che possono condizionare le prestazioni di un runner, ma una in particolare è la più importante: le scarpe da corsa.

È di grande importanza scegliere la tipologia di calzature più adatte alle proprie esigenze, ma solo questo a volte non basta, anche il modo di allacciare le scarpe da running può notevolmente influire. 

Esistono tanti modi per allacciare le scarpe da corsa a seconda delle proprie esigenze e in questo articolo andrò a svelarti tutti i segreti per non farti mai più mancare il comfort e la stabilità che meriti.

Sei pronto? Iniziamo!

Come mettere i lacci alle scarpe da running

come allacciare le scarpe da running

Photo credit: Electrolisiterapeutica

La maggior parte degli sportivi ritiene che nonostante impegnare tutti gli occhielli a disposizione fornisca maggiore stabilità e sicurezza per il tallone, sia scomodo durante la corsa.

Proprio per questo motivo, vi sono state studiate numerose tecniche su come allacciare le scarpe in modi diversi.

Come legare le scarpe per evitare che il piede scivoli in avanti

Se tra i tuoi incubi più ricorrenti è presente il piede che scivola troppo avanti, non dar per scontato che sia sbagliato il numero di scarpe, potrebbe essere scorretto il modo di allacciarle.  

Fare una prova è molto semplice:

  1. incrocia i lacci (come fai di solito) fino al quinto occhiello;
  2. salta il sesto e fai passare i lacci direttamente nel settimo ma senza cambiare il lato;
  3. A questo punto si sarà formato un piccolo anello e basterà semplicemente infilare ciascun laccio nell’anello opposto;
  4. Tira fino a legarli come sei solito fare. 

Modi per mettere i lacci alle scarpe per evitare la pressione sul dorso del piede

Anche la sensazione della pressione sul dorso del piede è un fastidio molto comune tra i runner, ma non preoccuparti, ho una soluzione anche per questo. 

Allacciatura a finestra

Una di queste è sicuramente l’allacciatura a finestra, grazie alla quale basterà incrociare i lacci come fai di solito, fino a sentire pressione sul piede. 

Qui, invece che proseguire con l’incrocio, fai scivolare i lacci nell’occhiello successivo, ma sullo stesso lato e poi prosegui con gli incroci successivi. 

Allacciatura a scaletta

Anche l’allacciatura a scaletta è una tecnica molto conosciuta tra i runner che riscontrano troppa pressione nelle scarpe. 

Per ovviare al problema, invece che incrociare i lacci con il solito modo, inserisci i lacci verticalmente nell’occhiello superiore, in modo che si arrivi a formare un’asola.

Ora inserisci l’altro laccio nell’occhiello superiore sul lato opposto, dopo averlo fatto passare all’interno dell’asola, ripetendo questo schema fino alla fine.

Come allacciare le scarpe da trail 

È importante sottolineare che decidendo di far passare i lacci delle scarpe in tutti gli occhielli e legarli con un nodo più stretto, si possono ottenere numerosi benefici quali maggiore stabilità e sicurezza della caviglia.

Inoltre, allevia la pressione sul dorso del piede, aiuta a correre più velocemente ed evita che le scarpe si possano slacciare nel bel mezzo dell’allenamento. 

Vi sono quindi delle particolari allacciature da adottare con le scarpe da trail.

Se spesso lamenti un tallone scivoloso e volete acquisire maggior stabilità, basterà allacciare le calzature a zig zag fino alla parte superiore della scarpa

Anche i piedi stretti sono una condizione che potrebbe ostacolare il corretto allenamento, ecco perché ti consiglio di partire dal basso, passare il laccio da un’asola all’altra ma senza incrociare i lacci. 

Una volta che avrai superato i primi due occhielli, prosegui in alto in diagonale fino al termine dei buchi. 

Un’altra condizione davvero molto comune nella maggior parte dei runner è la sensazione di dolore alle dita

Misura la lunghezza dei lacci in modo che uno sia 12 centimetri più lungo dell’altro e comincia inserendo il lato corto, al lato del dito in cui provi dolore. 

Successivamente, intreccialo a zig-zag con la parte lunga del cordoncino fino ad arrivare alla caviglia, mentre il lato corto fa un unico passaggio prima di arrivare alla parte superiore della scarpa per poi terminare inserendo il laccio sotto l’asola. 

Come allacciare scarpe senza fiocco

Ora che ti ho spiegato la moltitudine di tecniche per poter legare scarpe running, potremmo mai tralasciare il metodo per stringare le scarpe senza far vedere il fiocco? Certo che no.

Questo metodo non apporta un vero vantaggio o miglioramento nelle prestazioni, ma perché non dare la degna attenzione anche all’aspetto estetico

Per nascondere il fiocco mentre allacciate le tue scarpe da running, il metodo è molto semplice.

Fai scorrere le estremità dei lacci in linea retta all’interno dei due occhielli più bassi, muovendovi dalla parte esterna verso quella interna. 

A questo punto, prendi l’estremità del laccio sinistro e fallo passare nella parte interna della scarpa fino al foro successivo, inseriscilo all’interno ed estrailo, poi attraversa la scarpa in linea retta fino all’occhiello che è posizionato di fronte, per poi inserire di nuovo il laccio all’interno. 

Ora, porta il laccio destro verso l’alto, salta il buco occupato, esci dal primo occhiello libero e accompagna il laccio in linea retta, verso l’occhiello di fronte.

Ripeti lo stesso procedimento fino al punto in cui le due estremità del laccio non si incontrano nel lato sinistro sotto il gambetto e fra l’ultimo e il penultimo occhiello di sinistra. 

Giunti qui, lega le due estremità del laccio in modo da lasciare il nodo nella parte interna della scarpa.

Se sei alla ricerca di altri consigli sul running, puoi leggere gli articoli pubblicati anche sul blog running360.it 

Scarpe da running per uso quotidiano 

Attualmente i modelli presenti sul mercato sono veramente molteplici e per questo motivo ci sono io ad elencarti le migliori scarpe da running attualmente disponibili in circolazione

Nike Air Zoom Pegasus

Questo modello di scarpa è ideale sia per gli allenamenti quotidiani che per l’utilizzo durante una gara. 

La sua intersuola fabbricata con materiali leggeri e reattivi, conferisce comodità, ma anche leggerezza e un impulso migliorato. 

Inoltre, la suola, progettata con un’ampia scanalatura longitudinale, porta la scarpa ad avere una buona trazione in grado di soddisfare tutte le esigenze.

Puoi comodamente trovare questo modello sul sito ufficiale Nike al prezzo di 110-120€ circa.

Brooks Glycerin

Brooks Glycerin è una scarpa principalmente per gli allenamenti per coloro che vogliono una calzatura morbida e con grande ammortizzazione grazie al materiale DNA LOFT dell’intersuola.

La sua caratteristica è quella di riuscire ad ammortizzare nella corsa leggera ed essere reattiva durante i ritmi più veloci.

Consigliata per coloro che hanno un peso corporeo medio alto, il peso della scarpa è di 300 gr nella versione maschile e 268 gr in quella femminile. 

È disponibile su Amazon al prezzo di 217 €.

Mizuno Wave Ultima

Mizuno Wave Ultima è il modello migliore per l’allenamento quotidiano e l’assorbimento degli urti.  

La sua intersuola è composta da U4ic e U4icX, che sono in grado di garantire una buona ammortizzazione, ideale per le lunghe distanze su qualsiasi tipo di superficie. 

Inoltre, la suola è rinforzata con carbonio per aumentare ulteriormente la resistenza del prodotto, decisamente imperdibile. 

Puoi acquistare questo modello su Amazon al prezzo di 109 €.

Come stringere le scarpe da corsa: conclusioni

Eccoci giunti al termine di questo articolo su come legare bene le scarpe da running.

Se hai bisogno di altre info, lascia un commento qui sotto, o leggi il mio post con le migliori scarpe da corsa attualmente sul mercato.

Buone corse,
Davide

Articolo precedenteAsics Metaspeed Sky+: Recensione di Davide Ferro
Articolo successivoAsics Novablast 3: Recensione di Davide Ferro
Sono nato a Genova e ci vivo ancora. Prima di passare le giornate davanti allo schermo del PC correvo per professione, mentre oggi lo faccio per passione. Ho lavorato per oltre 5 anni in un negozio di running e ho imparato tutto quello che c'è da sapere sul mondo delle scarpe da corsa. Ho creato questo blog per condividerlo con te.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome